System is processing data
Please download to view
...

La rapida crescita del turismo outbound cinese non accenna a fermarsi

by elisa-hu

on

Report

Category:

Travel

Download: 0

Comment: 0

12,595

views

Comments

Description

Uno sguardo sulle previsioni per il 2014 sul Turismo cinese outgoing.
Download La rapida crescita del turismo outbound cinese non accenna a fermarsi

Transcript

  • 1. LA RAPIDA CRESCITA DEL TURISMO OUTBOUND CINESE NON ACCENNA A FERMARSIIl mercato del turismo outbound cinese è diventato il principale mercato per i viaggiatori nel 2012 e anche nel 2013 ha continuato a detenere il maggior numero di visitatori nel modno – e questo numero è destinato a crescere sempre di più. Secondo un recente aggiornamento del Organizzazione Mondiale del Turismo (UNWTO), la Cina è il più grande mercato turistico per il secondo anno consecutivo, sorpassando la Germania nel 2012. Inoltre, secondo un recente sondaggio a cura del Centro di Ricerche sul Turismo dell’Accademia Cinese delle Scienze Sociali che i turisti cinesi che hanno effettuato viaggi all’estero nello scorso anno, ammontano a 97 milioni. L’UNWTO ha sottolineato un incremento di turisti cinesi del 28% nel primo quadrimestre del 2013. Tuttavia, questo numero è solo la punta dell’iceberg. Un nuovo sondaggio a cura del gruppo di Brokers asiatici CLSA ha predetto che il numero attuale verrà raddoppiato in 6 anni, raggiungendo 200milioni di turisti cinesi nel 2020. La società afferma che una retribuzione più elevata, maggiori ferie annuali, facilitazioni nel rilascio dei visti, peggioramento dell'inquinamento atmosferico, e sovraccarico delle infrastrutture del turismo interno saranno tutti fattori che determineranno una nuova ondata di viaggiatori cinesi all'estero nei prossimi anni. I grandi marchi del lusso possono trarre grandi benefici da questa crescita. Sempre in accordo al sondaggio, la domanda di beni di lusso da parte dei consumatori cinesi, è cresciuta dal 2009 al 2013, del 135%, e comprenderà 50% del totale sul mercato dei beni di lusso entro il 2020, con un incremento del 31% rispetto ai dati di oggi. L’80% degli intervistati hanno dichiarato di aver acquistato prodotti di specialità nei negozi locali, ed il 60% nei negozi duty-free. http://www.jingdaily.com/chinas-rapid-outbound-tourism-growth-shows-no-signs-of-stopping/42504/
  • 2. Anche molte altre aziende dell’industria del turismo beneficeranno di questi aumenti. “l’esplosione del turismo cinese offre grandi opportunità a molti altri paesi “: desiderio di ricercare nuove esperienze, dal panorama al cibo, agli alberghi, giochi e shipping.” – dice Aaron Fischer, capo delle ricerche sui consumi e sui giochi della CLSA. “I turisti diventano sempre più colti, indipendenti e una ricerca sempre maggiore per esperienze e servizi di qualità”. Secondo la CLSA le maggiori località interessate come Macao ed Hong Kong perderanno sempre più visitatori locali, in quanto i cinesi preferiscono visitare posti più “esotici”. Mentre ci si aspetta che il numero dei visitatori di queste località saranno destinate a scendere dal 60% al 45%, Usa e Francia si aspettano un maggiore flusso entro il 2020, con 5.7 milioni di visitatori negli Stati Uniti e 3.9 milioni verso la Francia. Il sondaggio offre anche previsioni più a breve termine che possono far piacere ad aziende che sperano di attrarre maggiori turisti cinesi. Sempre in accordo con il sondaggio della CLSA, il 64% degli intervistati sono interessati ai viaggi oltreoceano nei prossimo 12 mesi ed il 67% hanno aumentato il proprio budget per pianificare i loro viaggi.http://www.jingdaily.com/chinas-rapid-outbound-tourism-growth-shows-no-signs-of-stopping/42504/
  • Fly UP