System is processing data
Please download to view
...

Stadio Franco Sensi

by angelo-veroli

on

Report

Category:

Sports

Download: 0

Comment: 0

9,121

views

Comments

Description

 
Download Stadio Franco Sensi

Transcript

  • 1. _ G. Coricelli project manager _ progetto generale Studio Balbo _ _ progetto stadio _ _ A.S. Roma S.p.A.__ Stadio "Franco Sensi"_Questo documento è di proprietà esclusiva della A.S. Roma S.p.a. e la riproduzione di qualsiasi parte senza preventiva autorizzazione scritta costituisce violazione delle leggi in vigore.
  • 2. _ G. Coricelli project manager _ progetto generale Studio Balbo _ _ progetto stadio _COMPLESSO SPORTIVO MULTIFUNZIONALE Il nuovo Stadio della AS Roma SpA “Franco Sensi” sulla via AureliaProject ManagerGIANCARLO CORICELLI CoordinamentoARCH. PIER PAOLO BALBO DI VINADIO Studio Urbanistico e Progettazione GeneraleSTUDIO BALBO: C. Zeppilli (resp.) G. Gimigliano, G. Micheli, G. Nieddu, L. Rebecchini, A. Santulli,S. ZhezhaProgetto dello StadioGAU arena (Zavanella - RECONSULT s.p.a.): Progettista - Capo ProgettoARCH. GINO ZAVANELLA V. Manni (Coord.Tecnico) A. Maglio, A. Dolciami, L. Patacchio, P. LongoEnergy ManagerIng. LIVIO DE SANTOLIRedazione RenderingsR. Musicò, RTM StudioRealizzazione e stampaSETTEMBRE 2009_ Stadio "Franco Sensi"__ A.S. Roma S.p.A._Questo documento è di proprietà esclusiva della A.S. Roma S.p.a. e la riproduzione di qualsiasi parte senza preventiva autorizzazione scritta costituisce violazione delle leggi in vigore.
  • 3. _ G. Coricelli project manager _ progetto generale Studio Balbo _ _ progetto stadio _ INDICEIntroduzioneParte prima – La scelta localizzativa1. ROMA OVESTVocazione di accessibilità, visibilità, valore ambientale 2. LE FUNZIONI STRUTTURANTI DEL QUADRANTEURBANO OVESTLo scenario urbano di riferimento 3. ACCESSIBILITA’: LO SCENARIO INFRASTRUTTURALESOSTENIBILE 4. TERRITORIO E CITTA’: LO SCENARIO DELLASOSTENIBILITA’ AMBIENTALE 5. LA FATTIBILITA' URBANISTICO-AMBIENTALE - Le verifiche di conformità ambientale: il PTPR- Le verifiche di conformità urbanistica: il PRGParte seconda – Il progetto generale6. LA SOSTENIBILITA' E I PRINCIPI PROGETTUALIUn progetto integrato, completo, che aiuta la citta’ - Lo schema infrastrutturale e la sostenibilità dei flussi- Lo schema ambientale e la sostenibilità ecologica- Lo schema funzionale e l’effcienza7. L’IDEA DI UN NUOVO ORGANISMO URBANOUno stadio radicato nel sistema collinare - Gli elementi naturali- Gli scenari delle potenzialità architettoniche ambientaliParte terza – Il progetto dello Stadio8. STUDI TRIDIMENSIONALI_ A.S. Roma S.p.A._ _ Stadio "Franco Sensi"_Questo documento è di proprietà esclusiva della A.S. Roma S.p.a. e la riproduzione di qualsiasi parte senza preventiva autorizzazione scritta costituisce violazione delle leggi in vigore.
  • 4. _ G. Coricelli project manager _ progetto generale Studio Balbo __ progetto stadio _ PremessaLa scelta localizzativa del Nuovo Complesso Sportivo Multifunzionale, da dedicare allo svolgimento delle partite di calcio, della Società A.S. Roma SpA. si è basato sulla valutazione delle potenzialità insediative offerte dal territorio romano, attraverso un censimento delle aree disponibili e del loro successivo raffronto. La verifica della compatibilità delle aree con le necessità espresse dalla Società, unitamente alle esigenze della città, si è concretizzata nell’analisi della zona posta sulla via Aurelia, compresa tra la direttrice nord – sud del Grande Raccordo Anulare, via Boccea, Metro A e FR5. Sono stati approfonditi, quindi, tutti gli elementi più significativi (problemi e potenzialità della localizzazione), che ci consentono oggi sia di esprimere una valutazione di congruità della localizzazione del nuovo Stadio di Calcio della AS Roma su via Aurelia (Massimina), sia di formulare una prima idea progettuale che esprime tutti i requisiti più significativi. I Progettisti _ Stadio "Franco Sensi"__ A.S. Roma S.p.A._ Questo documento è di proprietà esclusiva della A.S. Roma S.p.a. e la riproduzione di qualsiasi parte senza preventiva autorizzazione scritta costituisce violazione delle leggi in vigore.
  • 5. _ G. Coricelli project manager _ progetto generale Studio Balbo _ _ progetto stadio _ Introduzione ParcheggiNuovo People MoverMetro A-FR5L’area prescelta, da un lato contigua alla Centralità Urbana di Massimina, è situata via Aurelia Direzionale in posizione strategica nel quadrante Ovest della città, subito all’esterno del Grande Raccordo Anulare, tra le due direttrici di via Aurelia (a sud) e di via Boccea (a nord) . In posizione baricentrica tra le due infrastrutture, l’area appartiene ad un ambito territoriale nel quale si è verificato, negli ultimi anni, un forte processo di Ponte Pedonaletrasformazione. Tutto il settore urbano compreso tra l’Autostrada per Fiumicino e gli sull'Aureliainsediamenti di edilizia spontanea lungo la via Boccea (Casalotti), ad ovest quindi del GRA, sono oggetto di una riorganizzazione complessiva.RicettivoL’ampia area, ai limiti della città compatta, risulta idonea sia sotto il profilo ambientale, che può essere rispettato e valorizzato, sia sotto quello insediativo, dato che il Complesso Sportivo Multifunzionale integrato del nuovo stadio va aMuseo del Calcio completare le dotazioni esistenti, o in programmazione, divenendo con queste un sistema unico (Centalità Urbana di Massimina, Centralità Locale di Casalotti e di Stadio Franco Sensi Montespaccato) rientranti nella Centralità del Nuovo PRG. NON SOLO STADIO: “UNO STADIO PER ROMA” (A FAVORE DELLA CITTA’)Il dilemma che oggi si pone alla città non è di dove inserire un edificio, sicuramente di grande impatto per la realtà urbanistica e le sue previsioni. Non è capire come una nuova realtà di interesse civico, come uno stadio, possa non turbare gli attuali equilibri insediativi, peraltro così spesso precari. Non è solo questo. Non è capire “come entrare a far parte della città quasi in punta di piedi”! Il tema va riformulato rovesciando attenzioni e preoccupazioni. Ciò che deve preoccupare è infatti che non vada sottovalutata o, peggio, dispersa una risorsa così rara come la localizzazione di un evento urbano di alto interesse per la cittadinanza. Poiché non ce ne sono molte neanche in una città dell’importanza di Roma. L’occasione di porre una nuova pietra miliare della città non è da sottovalutare. Come il famoso talento che, per tutelarlo, non deve essere sotterrato ma reinvestito, così lo stadio deve essere un patrimonio insediativo da rivelarsi come “creatore di risorse”, che possa diventare motore di riqualificazione e valorizzazione per la città e per la parte urbana direttamente interessata.Per rispondere all’altezza della sfida si richiedono allora due condizioni: - un’ampiezza adeguata dell’ambito urbano, da considerare insieme allo stadio, come parte urbana direttamente “coinvolta” da ripensare con la nuova presenza; - la completezza del programma di riqualif icazione che deve toccare congiuntamente i tre sistemi: l’infrastrutturale e della mobilità, l’insediativo e quello ambientale. Si impone quindi un progetto urbano di ampio respiro, che si faccia carico di coinvolgere e “riconvertire” pezzi di città intorno ad una nuova centralità urbana. Si richiede un disegno per la mobilità con un potenziamento della rete del ferro e della gomma. Infine non si deve lasciare in secondo piano l’obbligo di un progetto di riconversione ambientale, come dire che l’imperativo etico è che “ogni trasformazione deve essere occasione di risarcimento all’ambiente”, e diminuzione del peso che la città fa gravare sull’ambiente (l’occasione per diminuire la cosiddetta “impronta ecologica”, cioè la porzione di territorio naturale necessaria a riequilibrare il peso energetico e climatico della città). _ A.S. Roma S.p.A.__ Stadio "Franco Sensi"_Questo documento è di proprietà esclusiva della A.S. Roma S.p.a. e la riproduzione di qualsiasi parte senza preventiva autorizzazione scritta costituisce violazione delle leggi in vigore.
  • 6. _ G. Coricelli project manager _ progetto generale Studio Balbo _ _ progetto stadio _1. ROMA OVESTParte prima - La scelta localizzativa - Bo cc eaAure lia F.R. 5icino oma -Fium Autostrada R G.R.A ._ Stadio "Franco Sensi"__ A.S. Roma S.p.A._Questo documento è di proprietà esclusiva della A.S. Roma S.p.a. e la riproduzione di qualsiasi parte senza preventiva autorizzazione scritta costituisce violazione delle leggi in vigore.
  • 7. _ G. Coricelli project manager _ progetto generale Studio Balbo _ _ progetto stadio _2. LE FUNZIONI STRUTTURANTI DEL QUADRANTE URBANO OVESTParte prima - La scelta localizzativa -UN LUOGO CHE ASPETTA L’OCCASIONE GIUSTAPER TROVARE NUOVA IDENTITÀCorridoio Trasporto Pubblico:_metro A-FR5_FR5-FR1-metro BIl quadrante ovest di Roma è stato storicamentetroppo spesso sottovalutato.Già il Gruppo Piccinato, con il Piano Regolatore del’62 e ancor prima le grandi previsioni di AssiAttrezzati, sono la testimonianza di un’ideapersistente di città che spostava verso est ilbaricentro dello sviluppo. Le grandi direttrici eranosimboleggiate dalla valle del Tevere e da quella delSacco. L’Autostradadel Sole aveva suggellatoquesta strategia sbilanciata (lo stesso GrandeRaccordo Anulare, sul lato ovest, era stato pensato edisegnato più esile). Anche il nuovo PRG della città, nella sua primaedizione (2003), non prevedeva Centralità comequella di Massimina e di La Storta, successivamenteinserite prima dell’adozione.Il quadrante ovest della città si caratterizza per lamancanza di rilevanti presenze di interessegenerale, per una diffusione insediativa di frammenti,fuori da un disegno complessivo, e per la debolezzadella struttura urbana: il tutto derivante dallamancanza persistente di grandi scelte strategiche. Al di fuori della direttrice per l’Aeroporto di Fiumicino,le altre ipotesi di rafforzamento della struttura urbanastentano a prender corpo, a cominciare dalla stessaCentralità di Massimina, voluta dalla comunità localepiù di altre Centralità e, tuttavia, ancora priva dicapacità attrattiva di funzioni urbane pregiate. E’ unaCentralità che è toccata dal ferro (ma ancora inattesa della stazione, forse sostitutiva di StazioneAurelia), ma che non troverà facilmente la possibilità.A G.Rdi ospitare attività di interesse cittadino. Corre ilrischio, quindi, di restare solo un quartiereresidenziale se non trova un nuovo principioattrattivo.Proprio la labilità funzionale della Centralità diMassimina rende l’occasione di localizzare lo stadioAutostrada Roma-Fancora più rilevante. iu micinoLo stadio costituirebbe l’altro punto forte, oltre alnodo della stazione, per tutta la Centralità.CENTRALITA'URBANA ACILIA_ A.S. Roma S.p.A._ _ Stadio "Franco Sensi"_Questo documento è di proprietà esclusiva della A.S. Roma S.p.a. e la riproduzione di qualsiasi parte senza preventiva autorizzazione scritta costituisce violazione delle leggi in vigore.
  • 8. _ G. Coricelli project manager _ progetto generale Studio Balbo _ _ progetto stadio _ Parte prima - La scelta localizzativa - 3. ACCESSIBILITA': LO SCENARIO 4. T E RRI T ORI O E CI T T A' : LO INFRASTRUTTURALE SOSTENIBILE SCENARIO DELLA SOSTENIBILITA' UNO STADIO ACCESSIBILEAMBIENTALEDopo attenta ricognizione e dopo aver valutatola portata delle opere infrastrutturali, esistenti,in esecuzione e programmate, l’area individuataappare ottimale per sostenere l’insediamento delnuovo stadio, sia in relazione ai nodi dellegrande viabilità sia per quanto riguarda gliaspet t i paesist ico-am bien t ali di qu est opart icolare am bit o, già parzialm en t ecompromesso da episodi edilizi diffusi. Nella strategia del decongestionamento dellacittà, un ruolo essenziale per il drenaggio dei METflussi di traffico, che convoglierebbero verso lo ROAv. stadio dalle direttrici principali, è senz’altroattualmente ricoperto dal Grande RaccordoAnulare.Oggi è il GRA l’unico elemento di connessionenord-sud, ma domani potrebbe diventarepossibile un sistema insediativo sviluppato in lparallelo al GRA, con un’autonoma linea di aioRricucitura (nord – sud), sia per la viabilitàcarrabile che del trasporto su ferro. on .A.Nello Studio di Fattibilità tali preesistenze Minfrastrutturali sono state considerate comeG.Rrisorse per la valorizzazione delle nuove relazionia scala urbana e metropolitana.Il programma di inserimento dello Stadio“Franco Sensi” nella città non “dialoga” solo conla futura Centralità di Massimina. Al contrario,l’ipotesi di ricucitura urbana è di più ampiaiavisione: il progetto urbano deve riguardare e v. Aurel prendere in considerazione tutta la grandemaglia compresa tra le direttrici Aurelia eBoccea. E’ la parte definita dalle due linee del F.R. 5 ferro (della FR5 e della Metro A con ilprolungamento fino a Casalotti) quella che puòessere sottoposta ad una azione organica di.A.riordino. G.REcco quindi delinearsi un progetto ambizioso,rispettoso della struttura morfologica generale ecapace di riconoscere le opportunità di unridisegno insediativo/ambientale con una sualogica formale e funzionale. _ Stadio "Franco Sensi"_ _ A.S. Roma S.p.A._Questo documento è di proprietà esclusiva della A.S. Roma S.p.a. e la riproduzione di qualsiasi parte senza preventiva autorizzazione scritta costituisce violazione delle leggi in vigore.
  • 9. _ G. Coricelli project manager _ progetto generale Studio Balbo __ progetto stadio _5. LA FATTIBILITA' URBANISTICO - AMBIENTALEParte prima - La scelta localizzativa - PRE - FATTIBILITA’ AMBIENTALEFATTIBILITA’ URBANISTICA Alla luce degli accertamenti effettuati e dello Studio di Prefattibilità Ambientale, non sembranoUnitamente alla Prefattibilità Ambientale è stata affrontata la fattibilità dell’opera rispetto alla sussistere vincoli, di natura storica, archeologica, paesaggistica ed artistica, in grado di precludere oconformità urbanistica. Si sono verificate le disposizioni normative e regolamentari vigenti, collegate di limitare in modo incisivo la realizzazione dell’intervento nel suo complesso. sia agli aspetti urbanistici relativi alla localizzazione degli interventi (Nuovo Piano Regolatore Il regime vincolistico insistente nell’area d’intervento è rappresentato sostanzialmente da: Generale), sia agli aspetti tecnici specifici (Regolamento degli Stadi della Lega NazionaleProfessionisti e Disegno di legge sull’Impiantistica Sportiva) ed alle modalità di utilizzo. - tutela di beni areali, puntuali e lineari (relativamente agli aspetti archeologici); - tutela degli argini e delle sponde fluviali (relativamente agli aspetti paesaggistici).Dalla suddetta analisi emerge che, rispetto al livello di progettazione fin qui approfondito, gliinterventi previsti risultano conformi alle normative urbanistiche, tecniche, igieniche e di sicurezza Per la redazione della proposta progettuale di massima qui riportata sono state osservate tutte le previste dalle Leggi vigenti, conformi agli strumenti urbanistici adottati ed approvati, alle prescrizioni indicazioni disposte dai documenti programmatori, primo fra tutti dal Piano Paesistico Territorialedel PRG, nonché al regolamento Edilizio vigente. Regionale, nonché dalle disposizioni della normativa tecnico - ambientale di pertinenza. Il Quadro conoscitivo è stato concepito, però, non tanto come sistema di vincoli, ma soprattutto di opportunità; non soltanto come necessario “inventario delle conoscenze”, ma in forma strettamente relazionata al quadro degli obiettivi:- assicurare un efficace inserimento ambientale dell’intervento e la massima interazione paesistico/ ambientale; - garantire l’armonizzazione degli interventi con gli elementi del paesaggio in cui si inseriscono; - garantire una buona integrazione paesaggistica delle aree di sosta e parcheggio; - progettazione delle aree a verde prevedendo spazi di vegetazione locale nelle aree di nuova edificazione, al fine di creare barriere acustiche, migliorare il microclima e la qualità dell’area, creare zone cuscinetto tra le diverse zone, realizzare spazi ricreativi adeguatamente ampi e fruibili ed assicurare la continuità dei corridoi ecologici del territorio; - minimizzazione dei movimenti di terra e realizzazione di opere che seguono il più possibile il profilo naturale del terreno; - limitazione delle aree impermeabilizzate ed utilizzazione di pavimentazioni drenanti.Giova ricordare che le indagini eseguite in questa fase si sono basate esclusivamente sull’analisi dei documenti cartacei a disposizione. Nelle fasi successive, di progettazione definitiva ed esecutiva, occorrerà necessariamente approfondire tali indagini corredandole da campagne diagnostiche, atte a raccogliere le informazioni necessarie per verificare le caratteristiche geomeccaniche, geotecniche ed idrogeologiche dei siti interessati dall’intervento._ A.S. Roma S.p.A.__ Stadio "Franco Sensi"_ Questo documento è di proprietà esclusiva della A.S. Roma S.p.a. e la riproduzione di qualsiasi parte senza preventiva autorizzazione scritta costituisce violazione delle leggi in vigore.
  • 10. _ G. Coricelli project manager _ progetto generale Studio Balbo _ _ progetto stadio _6. LA SOSTENIBILITA' E I PRINCIPI PROGETTUALIParte seconda – Il progetto generale L A RIQ UA L IF ICA Z IO NE INTES A CO MEMODALITÀ PRIORITARIA DI INTERVENTOIl progetto cerca di ricucire, rendere unitari emettere in relazione i diversi “frammentiVERMOambientali” presenti all’intorno, puntando aPLE PEOdefinire una tessitura ecologica continua.FR5 La progettazione e la disposizione del A-ROsistema del verde cerca di rafforzare leMET conne ssi oni t ra i di v e rsi e l e m e nt iarchitettonici previsti tramite la messa adi m o ra di a l be ra t ure . L e a l be ra t urediventano le “cornici “entro cui trovanospazio percorsi ciclopedonali che agevolano LO SCHEMA INFRASTRUTTURALE E LA SOSTENIBILITA' DEI FLUSSIgli spostamenti con mezzi non inquinanti.LO SCHEMA AMBIENTALE E LA SOSTENIBILITA' ECOLOGICA Il verde intensamente alberato miglioreràsignificativamente anche il microclima, laqualità ambientale e la vivibilità dell’area.La selezione delle specie, il numero e la lorodisposizione di impianto sono mirati agarantire il massimo rendimento, in terminidi riduzione delle temperature estive e, diconse gue nza , i l m a ssi m o ri spa rm i oenergetico. A Z IO NIP ER L A S O S TENIB IL ITA ’AMBIENTALE DELL’INTERVENTO Valorizzazione e tutela degli habitat naturali(biodiversità) e del paesaggio, integrando alverde urbano già presente e ai parchi areeverdi rinaturalizzate, valorizzando le retiecologiche. Scelta e promozione di fonti energeticherinnovabili. Contenimento dei consumi energetici. Protezione dell’atmosfera (riducendo i gasserra e le emissioni inquinanti). Riduzione dell’inquinamento acustico. Privilegiare il transito di visitatori /spettatoriche utilizzano il trasporto pubblico. Privilegiare gli spostamenti all’interno delcomplesso basati sulla mobilità pedonale eciclabile._ Stadio "Franco Sensi"__ A.S. Roma S.p.A._Questo documento è di proprietà esclusiva della A.S. Roma S.p.a. e la riproduzione di qualsiasi parte senza preventiva autorizzazione scritta costituisce violazione delle leggi in vigore.
  • 11. _ G. Coricelli project manager _ progetto generale Studio Balbo _ _ progetto stadio _LO SCHEMA FUNZIONALE E L'EFFICIENZAParte seconda - Il progetto generale - Uno stadio ad emissioni zero -riduzione delle emissioni di CO2, efficienza energetica, energie rinnovabili -microgenerazione distribuita dell’energia: diversificazione delle fonti energetiche e dei sistemi di produzione dell’energia (fotovoltaico, pompe di calore, microcogenerazione) collegati in rete e gestiti con tecniche ICT -autosostenibilità energetica dello stadio (5 milioni di kWh/anno) -eliminazione totale delle emissioni di gas-serra (3000 ton/anno) -smart grid: sistemi di cogenerazione collegati in rete alimentati ad idrogeno prodotto con il fotovoltaico accumulo di ghiaccio per la produzione del freddo in ore notturne (50% di risparmio in termini economici) -strumenti fiscali innovativi ed incentivi: termovalorizzatore in accordo con Malagrotta per lo smaltimento dei rifiuti dell’area e accordo quadro per tariffe agevolate_ A.S. Roma S.p.A._ _ Stadio "Franco Sensi"_Questo documento è di proprietà esclusiva della A.S. Roma S.p.a. e la riproduzione di qualsiasi parte senza preventiva autorizzazione scritta costituisce violazione delle leggi in vigore.
  • 12. _ G. Coricelli project manager _ progetto generale Studio Balbo _ _ progetto stadio _ 7. L' IDEA DI UN NUOVO ORGANISMO URBANO Parte seconda - Il progetto generale - GLI ELEMENTI NATURALI GLI SCENARI DELLE POTENZIALITA' ARCHITETTONICHE AMBIENTALI_ Stadio "Franco Sensi"_ _ A.S. Roma S.p.A._Questo documento è di proprietà esclusiva della A.S. Roma S.p.a. e la riproduzione di qualsiasi parte senza preventiva autorizzazione scritta costituisce violazione delle leggi in vigore.
  • 13. _ G. Coricelli project manager _ progetto generale Studio Balbo _ _ progetto stadio _ 8. STUDI TRIDIMENSIONALIParte terza - Il progetto dello Stadio -Leggerezza e grande forza: Un’armatura molto tecnologica, vitale, la più avanzata possibile, conmateriali innovativi, che dia l’impressione di non poggiare a terra, ma che sembri sospesa su uncuscino d’aria.La "pelle" dello stadio, la “corazza”:Un materiale ad alta tecnologia che dovrà dare l’immagine di vigore e levità insieme e che, grazie alle qualitàfotocromatiche cambierà colore nelle diverse ore del giorno. Quattro enormi vetrate daranno la possibilità alle persone di vedere la partita, volendo, direttamente dai propri tavoli.Nobilitata la zona di giunzione delle quattro gradinate (aree corner). _ A.S. Roma S.p.A._ _ Stadio "Franco Sensi"_Questo documento è di proprietà esclusiva della A.S. Roma S.p.a. e la riproduzione di qualsiasi parte senza preventiva autorizzazione scritta costituisce violazione delle leggi in vigore.
  • 14. _ G. Coricelli project manager _ progetto generale Studio Balbo _ _ progetto stadio _ Parte terza - Il progetto dello Stadio -Una “nuova copertura”: Membrane sovrapposte di diverso materiale, secondo le funzioni. L’ultima sarà semitrasparente, tipo Teflon, per far passare la luce. La penultima sarà composta da pannelli fotovoltaici. Insomma, “uno stadio a energia solare”.Lo stadio dialoga con la gente: un libro luminoso, luci, informazioni, immagini e colori.Uno stadio acceso, che pulsa: i maxischermi non saranno solo all’interno ma, anche fuori, enormi,lungo tutto il perimetro. _ Stadio "Franco Sensi"_ _ A.S. Roma S.p.A._Questo documento è di proprietà esclusiva della A.S. Roma S.p.a. e la riproduzione di qualsiasi parte senza preventiva autorizzazione scritta costituisce violazione delle leggi in vigore.
  • 15. _ G. Coricelli project manager _ progetto generale Studio Balbo _ _ progetto stadio _ Parte terza - Il progetto dello Stadio -Uno stadio diverso da tutti gli altri, unico al mondo. _ A.S. Roma S.p.A._ _ Stadio "Franco Sensi"_Questo documento è di proprietà esclusiva della A.S. Roma S.p.a. e la riproduzione di qualsiasi parte senza preventiva autorizzazione scritta costituisce violazione delle leggi in vigore.
  • Fly UP