...

Deposito Castelnuovo di Porto - Le risposte della Camera

by ilfattoquotidianoit

on

Report

Download: 0

Comment: 0

28,425

views

Comments

Description

Download Deposito Castelnuovo di Porto - Le risposte della Camera

Transcript

  1. 1. RISPOSTE CAMERA DEI DEPUTATI 1 - La Camera dei Deputati ha in locazione un immobile all'interno del Centro Polifunzionale di Castelnuovo di Porto (RM). Qual è la superficie della struttura in affitto e come viene utilizzata? 2 - Quali documenti e beni, in particolare, vengono conservati nella struttura? La Camera occupa una superficie di circa 17.000 mq complessivi. La destinazione prevalente è a sede di uffici della Giunta delle Elezioni per la verifica dei risultati elettorali (che si svolge presso i locali di Castelnuovo di Porto in modo molto intenso nei mesi successivi alle elezioni, ma che prosegue a vario titolo nel corso della legislatura in relazione agli approfondimenti che si rendano necessari per eventuali ricorsi, elezioni contestate, ecc.) e a magazzini per la conservazione del materiale elettorale (schede elettorali e verbali), conservazione necessaria per l’intera legislatura a fini di garanzia della correttezza e trasparenza del procedimento elettorale (anche per corrispondere a eventuali richieste delle autorità giudiziarie che svolgano indagini su fatti avvenuti nel corso del procedimento medesimo o ad esso connessi). Vi è, inoltre, un magazzino della Conservatoria della Camera destinato a materiali (arredi, attrezzature, strutture mobili) che per quantità e/o dimensioni non possono essere tenuti stabilmente presso le sedi della Camera nel centro di Roma. Vi sono poi gli spazi destinati alla Biblioteca, sui quali si veda la risposta alla successiva domanda. Infine vi sono spazi destinati ad archivi amministrativi dei diversi Servizi della Camera, presso i quali sono conservati atti relativi ad affari esauriti, ma che non possono ancora essere scartati in base alle norme archivistiche in vigore, nonché spazi per le pubblicazioni edite dalla Camera per le quali, dopo la chiusura della Libreria, è prevista unicamente la vendita on line o per corrispondenza o in abbonamento. 3 - Ci risulta che nel Centro sia conservata anche una parte del patrimonio librario della Camera. Di quanti volumi e documenti si tratta? Quanto incide in percentuale il numero delle opere ivi situate sul patrimonio librario complessivo? Presso i magazzini di Castelnuovo di Porto sono conservati circa quattrocentosettantamila volumi su un totale di circa un milione e quattrocentomila, pari al 33,5 per cento. Tali volumi sono movimentati su richiesta dell’utenza interna e esterna nei giorni di martedì e venerdì. 4 - Da quanto tempo è in essere il contratto di locazione con Inail proprietario dell'area e quanto è stato versato finora a Inail o in precedenza alla Presidenza del Consiglio dei Ministri(cifra per ogni anno)?
  2. 2. Il 28 febbraio 2001 è stata stipulata una Convenzione tra la Camera dei deputati e il Dipartimento della Protezione Civile, che prevedeva un corrispettivo annuo di € 1.086.662,32 Iva compresa per l’utilizzo dei locali presso il Centro Polifunzionale di Castelnuovo di Porto e per le relative spese di gestione. Questo importo è stato corrisposto fino al 30 giugno 2004. Dal 1° luglio 2004 al 18 novembre 2005, data in cui il Dipartimento della Protezione Civile ha rilasciato il Centro, è stato corrisposto l’importo di € 203.647,95, a seguito di una transazione. Dal 18 novembre 2005 è stato versato all’INAIL l’importo di € 76.504,69 mensili (€ 918.056,28 annui) a titolo di indennità di occupazione, dichiarato congruo dall’Agenzia del Demanio, che ha altresì curato un piano di razionalizzazione degli spazi tra le 23 Amministrazioni che occupavano i locali di Castelnuovo di Porto. Dal 1° luglio 2014 l’indennità di occupazione è stata ridotta del 15% ed è passata a € 65.028,99 mensili (€ 780.347,88 annui). 5 - Il Centro sorge in prossimità del fiume Tevere in un'area a forte rischio esondazione. Come mai si è deciso di conservare beni in quell'area? I locali in questione sono stati a suo tempo messi a disposizione della Camera (e di altre 22 Amministrazioni pubbliche) dal Dipartimento della Protezione civile. Nonostante le richieste della Camera, l'Agenzia del Demanio ha più volte attestato l'indisponibilità di alternative tra gli immobili di proprietà dello Stato. 6 -Il 31 gennaio 2014 il fiume è esondato e l'acqua è arrivata anche all'interno del Centro. Quale è la stima dei danni subiti? Esiste un inventario delle opere e dei beni danneggiati? 7 - Qual è stato il costo di ripristino dei documenti? 9 - La Camera dei Deputati ha stipulato un'assicurazione che copre eventuali danni causati dall'acqua? Per quanto riguarda la Biblioteca, a seguito dell'allagamento sono risultati danneggiati circa 1.450 metri lineari di volumi. La Biblioteca ha redatto un inventario delle collezioni danneggiate presenti sulle scaffalature, utilizzato per le operazioni di asciugatura e riordinamento. Tutti i materiali danneggiati sono stati recuperati ad eccezione di doppie o triple copie di atti parlamentari destinati allo scarto in quanto inseriti nel progetto di digitalizzazione, avviato nel 2003. La stima dei danni subiti coincide con i costi di restauro. Sono risultati danneggiati parte degli archivi amministrativi. Per quanto riguarda i materiali della Biblioteca, la spesa per il relativo ripristino, costituito dai costi per l'asciugatura e la disinfezione dei materiali, è stata complessivamente di euro 59.233 + IVA. Complessivamente i danni e i costi di ripristino ammontarono a circa 270 mila euro, integralmente risarciti dall'assicurazione.
  3. 3. 8 - Si sono verificati altri casi di esondazione in passato che hanno danneggiato beni di vostra proprietà? Non risultano precedenti casi di allagamenti.
  4. 4. RISPOSTE INAIL 1- In che data, da chi e a quale prezzo Inail ha acquistato gli immobili del Centro Polifunzionale di Castelnuovo di Porto? L’immobile è stato acquistato con atto del 17 giugno 1983, a cura del notaio Monaco, dalla società Sogencos per 188 miliardi di lire. 2- Avete un documento di agibilità degli immobili e potete inviarcelo? Il documento di agibilità è stato rilasciato dal comune di Castelnuovo di Porto in data 29 novembre 1986, prima della fine dei lavori di ultimazione del complesso e della presa in consegna da parte della Protezione Civile il 15 dicembre 1986. 3- Chi sono gli attuali locatari del Centro, quanto versano a Inail e che tipo di contratto lega ogni soggetto ivi locato a Inail? Vedi allegato, stralcio del documento pubblicato sul sito dell’INAIL nell’ambito operazione “Amministrazione Trasparente” che elenca i soggetti per i quali INAIL ha percepito un canone nel corso del 2014. 4- Quali società/enti/ soggetti hanno occupato gli immobili dagli anni Ottanta? Qual è l'ammontare degli affitti riscossi da Inail per ciascun soggetto? Fino al dicembre 2006 l’immobile è stato occupato dalla Protezione Civile. 5- Il Centro sorge vicino al Tevere in un'area a massimo rischio esondazione. Quali sono i provvedimenti che avete messo in atto per proteggere le strutture in caso di piena del Tevere? Adiacente all’area dove è collocato il Complesso Immobiliare di proprietà dell’Inail è installata una stazione di pompaggio, gestita sino ai primi anni 90 direttamente da ditte manutentrici per conto di INAIL/Dipartimento Nazionale Protezione e poi consegnato al Comune di Castelnuovo. Il sistema è costituito da una grande vasca di accumulo di circa 1000 mc, che raccoglie acque chiare e acque fognarie depurate dell’adiacente depuratore comunale e da cinque grandi pompe a immersione di grande capacità (120 kw ca) disposte in batteria, che in automatico entrano in funzione in successione qualora i livelli di acqua raccolta nella vasca di accumulo inizino a superare livelli prefissati di guardia. Nel caso di ammanco di rete elettrica è previsto che entri in funzione un potente gruppo elettrogeno (730 kw). Il livello delle acque così monitorate viene tenuto sotto controllo e fatto defluire verso canale limitrofo
  5. 5. collegato con il Tevere. 6 - Inail è assicurata contro eventuali alluvioni/danni ambientali? Con quale società assicurativa? Esiste la “polizza globale fabbricati” che copre i rischi per danni per tutti gli immobili dell’INAIL. La società assicuratrice ha provveduto al rimborso di una cifra a seguito dell’esondazione del 31 gennaio 2014. Nella nuova gara per individuare la società assicuratrice INAIL ha provveduto a specificare ancora meglio il rischio “alluvioni”. 7- Il 31.12. 2014 è avvenuta l'esondazione del Tevere che ha colpito anche il Centro. Esiste una stima dei danni subìti? A chi spettano le spese per il ripristino dei danni subiti dai locatari? L’esondazione è avvenuta il 31 gennaio 2014 e non il 31 dicembre. Nel mese di dicembre 2013 l’INAIL, essendosi resa conto di un malfunzionamento dell’impiantodi idrovore aveva segnalato il guasto al comune chiedendo il ripristino della funzionalità degli impianti. 8- Inail è a conoscenza di altri episodi di piena del Tevere che hanno coinvolto l'immobile in questione, da quando ne è divenuta proprietaria? No, non ci sono stati altri episodi di cui l’Istituto sia a conoscenza. 9 -Ad oggi dell'immobile risulta accatastato soltanto il terreno come "seminativo". Mentre i fabbricati non risultano nei registri catastali. Quando Inail ha acquistato il bene, i capannoni esistevano già? Se sì, esiste un documento che ne attesti la regolarità all'atto dell'acquisto, o la successiva regolarizzazione? Perché in tutti questi anni Inail non ha provveduto ad accatastare i fabbricati? Non è vero che l’immobile è accatastato come “seminativo”. Il classamento dell’immobile in D7 (foglio 34 part.4) presso il catasto fabbricati è avvenuto il 13 giugno 2001. Esistono anche particelle accatastate al catasto terreni come “seminative”. 10 - Sulla base della situazione catastale, come viene calcolata l'Imu da versare per i beni in questione? L’imu viene calcolata, come per tutti gli immobili, in base alla rendita catastale, applicando un aliquota dell’1,60. Per l’anno 2014 è stata pagata la somma di euro 1.495.608.
  6. 6. RISPOSTE AVVOCATURA DI STATO In risposta alla mail allegata, si rappresenta che ad oggi questa Avvocatura fruisce di uno spazio, in qualità di ospite, all’interno del Centro Polifunzionale di Castelnuovo di Porto concesso in locazione dall’Inail alla Presidenza del Consiglio. Per tale motivo l’Avvocatura non paga alcun canone. Questa è una situazione che esiste già dal 2006. Solo per un breve periodo, dal 1° Gennaio al 9 Ottobre 2013, l’Avvocatura ha dovuto acquisire, all’interno della stessa area, un locale a sue spese in quanto la Presidenza non ha potuto, per quel periodo, dare ospitalità al altre Amministrazioni. All’interno dello spazio a noi riservato sono custoditi arredi per i quali si sta predisponendo la pratica di fuori uso ed alcune pedane di stampati utilizzati per il lavoro di Istituto. Per quanto riguarda l’esondazione del 31 Gennaio 2014 questa Avvocatura non ha avuto danni rilevanti. Solo una minima quantità di stampati sono rimasti danneggiati e parte di questi sono comunque stati utilizzati. Non siamo a conoscenza di altre esondazioni. L’Istituto non ha alcuna assicurazione che copra eventuali danni causati dall’acqua. Ugo Centore Domande inviate: 1 -L'Avvocatura Generale dello Stato ha in locazione un immobile all'interno del Centro Polifunzionale di Castelnuovo di Porto (RM). Qual è la superficie della struttura in affitto e come viene utilizzata? 2 – Quali documenti e beni, in particolare, vengono conservati nell'immobile? 3 - Da quanto tempo è in essere il contratto di locazione con Inail, proprietario dell'area, e qual è l'ammontare del canone versato a Inail o in precedenza alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, suddiviso per ogni anno? 4 – Il Centro sorge in prossimità del fiume Tevere in un'area a forte rischio esondazione. Il 31 gennaio 2014 il fiume è esondato e l'acqua è arrivata anche all'interno del Centro. Quale è la stima dei danni subiti? Esiste un inventario dei documenti/server/beni mobili danneggiati? 5 - Si sono verificati altri casi di esondazione in passato che hanno danneggiato vostre proprietà? 6- L'Avvocatura Generale dello Stato ha stipulato un'assicurazione che copre eventuali danni causati dall'acqua?
Fly UP