System is processing data
Please download to view
...

Il coniglio da compagnia: tutto quello che devi sapere

by romy-carminati

on

Report

Category:

Lifestyle

Download: 0

Comment: 0

5,070

views

Comments

Description

Presentazione powerpoint con tutti gli aspetti più importanti e fondamentali da conoscere relativi al coniglio come animale domestico (alimentazione, salute, relazione-comunicazione, gioco).
Download Il coniglio da compagnia: tutto quello che devi sapere

Transcript

  • 1. Il coniglio da compagnia:tutto quello che devi saperewww.addestrareconigli.it
  • 2. Mi presento …Mi chiamo RomyCarminati e sono lafondatrice diAddestrareConigli.it.E con me c’è Yogurt, ilmio splendido arietenano. Che oggi ha 4anni e mezzo ed è ungran coccolone. www.addestrareconigli.it
  • 3. Mi presento …La mia passione per queste creature è nata nel2005 e da allora ho iniziato a studiare le lorocaratteristiche, le loro necessità, il loro modo dicomunicare e di comportarsi, acquisendo unacerta esperienza su di loro.www.addestrareconigli.it
  • 4. Mi presento …Ho avuto esperienze dirette con i conigli, maanche indirette, assistendo ai più comuni erroriche le persone commettono nei confronti di unconiglio, commettendone io stessa e, man manoche la mia esperienza aumentava, cercando dicorreggere le opinioni sbagliate diffuse tra chipossiede un coniglio e di diffondere una maggioreconoscenza e consapevolezza su questo animale.www.addestrareconigli.it
  • 5. Mi presento …Ho potuto confrontarmi con esperti del settore,veterinari, specialisti del comportamento, gruppidedicati al benessere del coniglio e, piùrecentemente, anche con associazioni che sioccupano del recupero e della cura di conigliettiabbandonati per poi cercare per loro una famigliaadottiva.www.addestrareconigli.it
  • 6. Mi presento …Negli ultimi 2 anni, ho deciso di focalizzarmisulladdestramento/educazione del coniglio, perrispondere alle critiche e alle opinioni che lamaggior parte delle persone hanno ancora suquesto animale, perché, nonostante il coniglio siaormai diventato il terzo animale più diffuso nellenostre case, dopo il cane e il gatto, cè ancora unsacco di gente che lo ritiene un animale stupido,incapace di capire o imparare qualsiasi cosa, chesta benissimo in gabbia. www.addestrareconigli.it
  • 7. Mi presento …Il motivo per cui ne parlano in questo modo è perchénon lo conoscono davvero e pensano al conigliocome un giocattolo o un peluche, che si può metterein disparte dopo avergli dato un po di attenzione.Per questo ho fondato il sitlogwww.addestrareconigli.it, una via di mezzo tra unsito convenzionale e un blog, che racchiude unmondo di informazioni su come educare il proprioconiglio e potergli insegnare cose che non siimmaginano nemmeno, per potersi divertireinsieme e regalargli una vita più lunga, sana e felice.www.addestrareconigli.it
  • 8. Perché ci incontriamo qui stasera?Molti si aspettano che ilconiglio sia un animaledocile e passivo, qualcosa disimile a un peluche.Altri pensano che si tratti diun animale stupido, giustoun giocattolino morbido peri bambini, ma sicuramentenon interessante per unapersona adulta.www.addestrareconigli.it
  • 9. Perché ci incontriamo qui stasera?Niente di più sbagliato!Il coniglio è un animale intelligente, sociale edaffettuoso e possiede, soprattutto da adulto, unaforte personalità e sviluppa una varietà dicaratteri da far invidia a qualunque altra specie. www.addestrareconigli.it
  • 10. Perché ci incontriamo qui stasera?Sfortunatamente, molta gente compra coniglisenza conoscere e comprendere la loro veranatura, e questa è una delle principali ragioni percui molti conigli vengono abbandonati appenadopo il raggiungimento della maturità sessuale,quando le persone iniziano a capire che non sonofatti di pezza. www.addestrareconigli.it
  • 11. Perché ci incontriamo qui stasera?Stasera, io e il Dott. Gnali,veterinario esperto in animaliesotici e con unaapprofondita e pluriennaleconoscenza e competenza inconigli, vorremmo cercare ditrasmettervi l’amore perquesti animali e leconoscenze che chiunqueabbia un coniglio o nedesideri uno dovrebbe avere.www.addestrareconigli.it
  • 12. Parleremo di:• Una scelta consapevole e un atto diresponsabilità• Alimentazione• Salute• Cura e benessere generalewww.addestrareconigli.it
  • 13. Il coniglio: una scelta consapevole Acquisto / AdozioneNegozi specializzatiwww.aaeconigli.itCentri commercialiwww.lavocedeiconigli.itFiere www.lacollinadeiconigli.netMercati www.amiconiglio.itAllevamenti www.conigliosolidale.it… ... www.addestrareconigli.it
  • 14. Il coniglio: una scelta consapevoleScegliere un coniglio come PET richiede moltaRESPONSABILITA’ www.addestrareconigli.it
  • 15. Il coniglio: una scelta consapevoleOgni mese decine di conigli vengonoabbandonati, perché sono stati compratisull’entusiasmo del momento, che poi svaniscerapidamente o per motivi futili e facilmentegestibili con un po’ di informazione in più.www.addestrareconigli.it
  • 16. Il coniglio: una scelta consapevoleScegliamo il nostro animale da compagnia conmolta attenzione: nessuno ci obbliga a viverecon un animale, ma se decidiamo di farlo,facciamolo con responsabilità.Non sono giocattoli o sostituti di bambini!www.addestrareconigli.it
  • 17. Il coniglio: una scelta consapevoleIl coniglio deve viverelibero e questa libertàdovrebbe essere un fattonormale,esattamentecome lo è per un cane o ungatto.Mangiare il cibo giusto edessere in buona salute nonhanno alcun senso sel’animale vive rinchiuso ingabbia. www.addestrareconigli.it
  • 18. Il coniglio: una scelta consapevoleIl coniglio è un animale sociale e gregario. Habisogno di compagnia e di inserirsi in un gruppo.In natura, questo avviene normalmente, ma incattività sembra difficile riprodurre le stessecondizioni.Curiosare, esplorare, vivere ed interagire con glialtri animali di casa (umani compresi) èfondamentale per il benessere psicofisico delconiglietto! www.addestrareconigli.it
  • 19. Il coniglio: una scelta consapevoleVi sarà capitato ancora di sentire che il coniglio èun distruttore, rosicchia i mobili, sporca i letti o idivani, sfilaccia i tappeti, fa i suoi bisogni in giro,puzza.Se il coniglio vive abitualmente in gabbia, ènormale che sfoghi tutte le sue frustrazioni neipochi minuti di libertà che gli vengono riservati. www.addestrareconigli.it
  • 20. Il coniglio: una scelta consapevoleI conigli abituati a viverein casa liberi sono ingenere molto puliti ecalmi.Fanno i loro bisogni nellacassettina, non hannobisogno di rosicchiare esono mediamente piùaffettuosi e interattivi.www.addestrareconigli.it
  • 21. Il coniglio: una scelta consapevolePrima di decidere di condividere la nostra casacon un coniglio, dovremmo fermarci un attimo ariflettere e rispondere a qualche domanda:www.addestrareconigli.it
  • 22. Il coniglio: una scelta consapevole1. Un coniglio può vivere anche 10-12 anni. Siamo pronti ad assumerci questa responsabilità per così tanto tempo?2. Vivere con un coniglio richiede delle spese: fieno, verdura, eventualmente pellets di buona qualità, materiale per la lettiera, cure veterinarie (vaccinazioni, sterilizzazione), ecc. C’è un veterinario esperto a cui affidarci?3. Chi si occuperà del coniglio quando andremo in vacanza?www.addestrareconigli.it
  • 23. Il coniglio: una scelta consapevole4. Abbiamo tempo da dedicargli?5. Abbiamo la possibilità (e la voglia) di rendere la casa "a prova di coniglio" in modo da lasciarlo libero? Avete mai visto un gatto o un cane tenuti in gabbia? Perché rinchiudere un coniglio dovrebbe essere "normale“? Il coniglio NON è un animale da gabbia! www.addestrareconigli.it
  • 24. Il coniglio: una scelta consapevole6. I conigli potrebbero lasciare in giro per casa palline e pipì. É possibile che combinino qualche danno in casa, come qualsiasi altro essere vivente. Siamo pronti ad accettarlo? www.addestrareconigli.it
  • 25. Il coniglio: una scelta consapevole7. Qualcuno nella nostra famiglia è allergico al pelo del coniglio, al fieno (che contiene molte Graminacee) o al materiale per la lettiera? www.addestrareconigli.it
  • 26. Il coniglio: una scelta consapevole8. Ci sono altri animali in casa? Andranno d’accordo con il coniglio e viceversa?www.addestrareconigli.it
  • 27. Il coniglio: una scelta consapevole9. La convivenza di un coniglio nano con bambini di età inferiore ai 6-7 anni non è generalmente consigliabile: i conigli, soprattutto se di taglia molto piccola, hanno unossatura fragile e delicata. Inoltre, se i bimbi dovessero far male al coniglio mentre lo manipolano o ci giocano e questo dovesse morderli per difendersi, quale sarebbe la nostra reazione?www.addestrareconigli.it
  • 28. Il coniglio: una scelta consapevoleQualunque casa può essere organizzata a misura di coniglio, in modo che non possa farsi del maleo danneggiare oggetti a noi cari. www.addestrareconigli.it
  • 29. Il coniglio:Casa a prova di conigliouna sceltaTENDEconsapevole Facciamo in modo che nonarrivino a terra o che restinosollevate per almeno 50 cm,dato che i conigli sono abili adalzarsi sulle due zampeposteriori e potrebberoraggiungere ugualmente iltendaggio. www.addestrareconigli.it
  • 30. Il coniglio: Casa a prova di coniglio una scelta TAPPETI consapevoleNormalmente i coniglirosicchiano per istinto, maanche per noia. Se il coniglio hadelle attività divertenti da fare,dimenticherà il tappeto!Legnetti, giochi sicuri, scatoledi cartone con cui giocare efieno sempre a disposizioneper soddisfare la voglia diIn casi eccezionali possiamo consideraredi togliere i tappeti da casa, almeno neimangiucchiare e rosicchiaremomenti in cui il coniglio è nelle stanze possono fare la differenza.in cui sono presenti. www.addestrareconigli.it
  • 31. Il coniglio:Casa a prova di conigliouna sceltaFILI E CAVI ELETTRICIconsapevole Solleviamoli e togliamoli dallaportata del coniglio. Possiamofarli passare sopra o dietro imobili, racchiuderli in retimetalliche da fissare ai mobilioppure coprirli con i copri cavielettrici a spirale o le canalinein plastica che si trovanofacilmente in commercio e cheli nascondono alla vista delconiglio. www.addestrareconigli.it
  • 32. Il coniglio:Casa a prova di conigliouna sceltaPIANTE E FIORIconsapevole Non lasciamo piante daappartamento e fiori recisi aportata di coniglio: anche le piùinsospettabili possono esserevelenose! www.addestrareconigli.it
  • 33. Il coniglio:Casa a prova di conigliouna sceltaCANCELLETTI E PORTICINEconsapevole se proprio non vogliamo che ilconiglio acceda a stanzeparticolari, installiamo deicancelletti che ne vietinol’accesso.Per lasciare libero il coniglio dientrare e uscire dal balcone comee quando vuole usiamo una diquelle porticine che si vedono neifilm americani, che si inserisconoin una porta già esistente e chel’animale attraversa spingendo losportellino. www.addestrareconigli.it
  • 34. Il coniglio:Casa a prova di conigliouna sceltaIL BAGNOconsapevole Il bagno è una di quelle stanzepiuttosto neutre cherappresentano un luogo adattoe sufficientemente sicuro per ilnostro coniglietto.Basterà avere l’accortezza dichiudere il coperchio del WC,per non rischiare che il coniglioci finisca dentro! www.addestrareconigli.it
  • 35. Il coniglio:Casa a prova di conigliouna sceltaSPIGOLI, PORTE E BATTISCOPAconsapevole Sono attraenti per i conigliperché sporgono quel tantoche basta per affondarci identini.In commercio ci sono dei paraspigoli o para angoli in legno,plastica e metallo chepossiamo utilizzare perproteggere gli angoli dei muri,e dei mobili e le porte così cheil coniglietto li lasci in pace. www.addestrareconigli.it
  • 36. Il coniglio: Casa a prova di conigliouna scelta DIVANI Se il divano è diventato la meta di relaxconsapevolepreferita dal nostro coniglietto, possiamo usare un copri divano, per risolvere il problema dei peli che si appiccicano o delle zampe sporche se il coniglio ha passato tutto il giorno a scavare in giardino. Se invece il problema è che il coniglio fa pipì sul divano, allora possiamo munirci di un copri divano cerato, che però non è il massimo dal punto di vista estetico, oppure di un copri divano in stoffa tovagliata trattata al neoprene. www.addestrareconigli.it
  • 37. Il coniglio:Casa a prova di conigliouna sceltaLETTIconsapevole Capita che il coniglio salga suiletti perché si diverte a saltarcisopra e perché sono morbidi econfortevoli! Se non vogliamoche salti sul letto, magarilasciando anche qualchericordino, regaliamogli unacuccetta o un lettino, come quelliper cani e gatti, su cui possasalire e in cui possa infilarsi per igodersi i suoi momenti dimorbido e caldo relax. www.addestrareconigli.it
  • 38. Il coniglio:Casa a prova di conigliouna sceltaRECINTIconsapevole Se non ci fidiamo a lasciare ilconiglio girovagare per casaquando non siamo lì asorvegliarlo, possiamocostruire o acquistare unrecinto per circoscrivere unazona in cui possa stareliberamente senza fare e subiredanni. www.addestrareconigli.it
  • 39. Il coniglio: Casa a prova di conigliouna scelta GIARDINO, BALCONI, TERRAZZE Se abbiamo un giardino, un terrazzoconsapevoleo un balcone, un recinto può essere molto utile. Il giardino deve essere protetto da animali predatori e malintenzionati che potrebbero far male al coniglio, perciò recintare una parte di giardino e renderla totalmente sicura per il coniglio nei momenti in cui non possiamo garantire la nostra sorveglianza è d’obbligo. Attenzione a riparare il coniglio da sole, pioggia, vento, neve ecc … www.addestrareconigli.it
  • 40. Il coniglio: una scelta consapevole www.addestrareconigli.it
  • 41. Il coniglio: una scelta consapevole www.addestrareconigli.it
  • 42. Il coniglio: una scelta consapevoleCONVIVENZA CON ALTRI ANIMALI I conigli sono animali territoriali e tendono adestendere il loro senso di dominanza anche agli altri animali domestici. Una serena convivenza dipende quindi molto da chi si trovano vicino. www.addestrareconigli.it
  • 43. Il coniglio: una scelta consapevoleCONIGLI & CONIGLIMASCHIO + MASCHIO Se entrambi maturi sessualmente e non sterilizzati www.addestrareconigli.it
  • 44. Il coniglio: una scelta consapevoleCONIGLI & CONIGLIFEMMINA + FEMMINABene, specialmente se fin da giovaniwww.addestrareconigli.it
  • 45. Il coniglio: una scelta consapevole CONIGLI & CONIGLI MASCHIO + FEMMINAEvviva! Evviva! Evviva! Evviva! Evviva!www.addestrareconigli.it
  • 46. Il coniglio: una scelta consapevoleCONIGLI & CAVIECon le cavie non ci sono quasimai problemi: pochi conflittiterritoriali e poco istinto didominanza.Spesso si arriva ad unaconvivenza piuttosto strettama quasi sempre senzacontatti fisici o scambi dieffusioni, forse anche per ilcarattere sospettoso dellecavie stesse. www.addestrareconigli.it
  • 47. Il coniglio: una scelta consapevoleCONIGLI & GATTICon i gatti è in genere più un rapporto di reciproca tolleranza, magari con qualche sporadica effusione.Il gatto ha il senso del gioco più spiccato e il coniglio potrebbe esserne un po infastidito, ma raramente si arriva a vere e proprie litigate.www.addestrareconigli.it
  • 48. Il coniglio: una scelta consapevoleCONIGLI & CANICon i cani è più complesso,dipende molto dalla razza. Ilconiglio è generalmente piùdiffidente e il cane, anche seben intenzionato, può esseremolto pericoloso. Laconvivenza fra coniglio ecane è solitamentesconsigliata. Anche se, comein tutto, esistono le piacevolieccezioni.www.addestrareconigli.it
  • 49. Il coniglio: una scelta consapevole CONIGLI & ALTRI ANIMALIPer quanto riguarda altri animali, tendereisenzaltro a sconsigliare pitoni e furetti, per ovvieragioni.www.addestrareconigli.it
  • 50. L’alimentazione Il coniglio non èvegetariano. Il coniglio non èvegano.Il coniglio è un animalestrettamente erbivoro!www.addestrareconigli.it
  • 51. L’alimentazioneIl coniglio, per la particolare fisiologia delsuo apparato gastrointestinale, ha bisogno diuna grande quantità di fibre che trovaabbondanti nellerba fresca, nel fieno e in moltitipi di verdura. www.addestrareconigli.it
  • 52. Torta alimentarewww.addestrareconigli.it
  • 53. L’alimentazioneEsclusi dunque dalla sua alimentazione ingenerale ogni tipo di:•cereale,•farinaceo,•legume,•derivato animale (latte, yogurt, panna ecc…)www.addestrareconigli.it
  • 54. L’alimentazioneSfatiamo qualche mitoIl pane secco, i grissini, i crackerso i biscotti NON consumano identi (che nel coniglio sono acrescita continua), come moltiaffermano.ANZI, provocano gravi patologiegastrointestinali. www.addestrareconigli.it
  • 55. L’alimentazioneSfatiamo qualche mitoLe patate, che i nostri nonnidavano ai conigli per farliingrassare più in fretta, sonotossiche!I conigli d’allevamento vengonomacellati prima di svilupparepatologie specifiche, ma i nostriconiglietti non sono certodestinati al macello. www.addestrareconigli.it
  • 56. L’alimentazioneSfatiamo qualche mitoL’erba o le verdurebagnate/fredde possonocausare problemi se il coniglionon è abituato a mangiarle, mase è abituato non sono dannose. www.addestrareconigli.it
  • 57. L’alimentazione Scendiamo nei dettagli efacciamo qualche esempio:www.addestrareconigli.it
  • 58. L’alimentazione: i “SI”• SEDANO - FINOCCHIO - RADICCHIO ROSSO EVERDE – COSTE - ERBA fresca di prato(lontano da strade)ricchi di fibre - nessuna limitazione• SCAROLA - RICCIA - ROMANA - VALERIANA -INDIVIA - ZUCCHINIricche di acqua - non esagerare specie inconigli con problemi di fermentazione/aria nelpancinowww.addestrareconigli.it
  • 59. L’alimentazione: i “SI”• BASILICO - MENTA - SALVIA - CARCIOFI -FAGIOLINI (detti anche cornetti)ottime per dare un tocco in più al pasto delnostro coniglio• POMODORI - PEPERONIricchi di vitamine, ma anche di acqua - pocoper volta - fusto e foglie sono velenose,eliminare i semi dei peperoniwww.addestrareconigli.it
  • 60. L’alimentazione: i “SI”Per rosicchiare sono ottimi legnetti e foglie dimolti alberi: FAGGIO - TIGLIO - OLIVO - GELSO -MALVA - CILIEGIO - SALICEwww.addestrareconigli.it
  • 61. L’alimentazione: “ogni tanto”• CAVOLI - CAVOLETTI DI BRUXELLES -BROCCOLI - CAVOLFIORI - CIME DI RAPA eCIME DI CAROTA: oltre ad essere ricchi dicalcio, hanno un alto potere fermentativo epossono provocare la formazione di fastidiosebolle daria nello stomaco che a loro voltapossono causare un blocco dellattivitàgastrointestinale.• CAROTE e ZUCCA, poiché molto zuccherine.www.addestrareconigli.it
  • 62. L’alimentazione: “ogni tanto”• CATALOGNA - TRIFOGLIO - RUCOLA -RAVANELLI - PREZZEMOLO - ERBA MEDICAalto contenuto di calcio - non dare troppospesso specie dopo i 4 anni di etàwww.addestrareconigli.it
  • 63. L’alimentazione: “ogni tanto”• MELE - PERE - PESCHE - ANANAS - ARANCE -MANDARINI - MIRTILLI - FRAGOLE - CILIEGIE -ALBICOCCHE – PRUGNE – ANGURIA - MELONEsempre con moderazione• evitare banane e uva troppo zuccherine www.addestrareconigli.it
  • 64. L’alimentazione: “ogni tanto”• NOCI - NOCCIOLE - PINOLI - MANDORLEfrutta secca solo per premio in inverno esempre con moderazione• La frutta disidratata va bene solo comepremio, perché ricca di zuccheri. Evitare quellacandita. www.addestrareconigli.it
  • 65. L’alimentazione: “ogni tanto”• PELLETdeve avere le caratteristiche adeguate: deveessere fatto solo con erbe, fieno e vegetalipressati, non deve contenere farine di cerealio di origine animale o farmaci (coccidiostatici).Il contenuto in fibra deve essere almeno del18% www.addestrareconigli.it
  • 66. L’alimentazione: i “NO”• NON dare assolutamente MELANZANE ePATATE, perché sono tossiche!• LEGUMI, perché provocano la formazione digas intestinali con conseguenti blocchi. www.addestrareconigli.it
  • 67. L’alimentazione: i “NO”• CARBOIDRATI (pane, pasta, grissini, biscotti,fette biscottate...) FRITTI - DOLCI -CIOCCOLATO - SNACK per conigli contenentiGRANI - SEMI - CHICCHI – FIOCCATI -CROCCHETTE COLORATE - MIELE enaturalmente ogni tipo di derivato animale.www.addestrareconigli.it
  • 68. L’alimentazione: i “NO” www.addestrareconigli.it
  • 69. L’alimentazione: i “NO” www.addestrareconigli.it
  • 70. L’alimentazione: variazioniI cambi e le variazioni nel’alimentazione delconiglio devono avvenire in modo graduale.Bisogna lasciare il tempo ai batteri intestinali diadattarsi ai nuovi alimenti, altrimenti si puòincorrere in diarree più o meno gravi, anchepotenzialmente letali.www.addestrareconigli.it
  • 71. L’alimentazione: variazioniPossono volerci più settimane per cambiareradicalmente la dieta di un coniglio. Il fieno puòessere offerto subito senza particolariprecauzioni, mentre i vegetali devono essereintrodotti poco per volta, controllando semprel’aspetto delle feci.Anche il pellet deve essere sostituitogradualmente. www.addestrareconigli.it
  • 72. L’alimentazione: variazioniIl cambio di dieta può essere più o meno difficileda accettare per il coniglio. Alcuni conigli nonvedono l’ora di cominciare a gustare cibi sani,mentre altri non tollerano di rinunciare a pellete semi.In questi casi è bene proseguire condeterminazione e costanza perché leconseguenze di una dieta sbagliata possonoessere molto dolorose. www.addestrareconigli.it
  • 73. La saluteIl veterinariowww.addestrareconigli.it
  • 74. La salute: il veterinarioPrima ancora che il coniglio arrivi nella nostracasa, è necessario trovare un veterinariospecializzato in conigli d’affezione, con unalunga e consolidata esperienza, anchechirurgica, per due motivi: www.addestrareconigli.it
  • 75. La salute: il veterinario1. Perché l’anatomia e la fisiologia del coniglio sono molto diverse da quelle di cani e gatti;2. Perché la cura e la chirurgia del coniglio non fanno parte del programma di studi di un normale corso di laura in veterinaria, ma di corsi di specializzazione post-laurea e non è detto che tutti i veterinari abbiano scelto di specializzarsi in conigli.www.addestrareconigli.it
  • 76. La salute: il veterinario www.addestrareconigli.it
  • 77. La salute: il veterinario www.addestrareconigli.it
  • 78. La saluteLe vaccinazioniwww.addestrareconigli.it
  • 79. La salute: le vaccinazioniIl coniglio, dalletà di 3 mesi, deve esserevaccinato contro due malattie estremamentepericolose: la Mixomatosi e la MEV (MalattiaEmorragica Virale).Si tratta preferibilmente di due vaccini diversi,somministrabili sotto cute in una sola seduta, arichiamo semestrale.Esistono tuttavia sia vaccini bivalenti, sia dosaggia somministrazione annuale.www.addestrareconigli.it
  • 80. La salute: le vaccinazioni MIXOMATOSIÉ una malattia estremamente contagiosa e quasi sempreletale che colpisce il coniglio europeo. Viene trasmessa pervia ematica attraverso un ospite vettore che può essereuna pulce, una zanzara o una zecca, e si diffondenellorganismo attraverso le vie linfatiche.Dopo unincubazione di alcuni giorni, la malattia simanifesta con noduli e ascessi purulenti attorno agli occhie sulle palpebre e con lesioni su naso, orecchie e areaperianale.Una forma più subdola di Mixomatosi dà sintomi respiratorimolto simili a quelli della Pasteurella. www.addestrareconigli.it
  • 81. La salute: le vaccinazioniMIXOMATOSIIl periodo che intercorre tra la comparsa dei primisintomi e la morte è brevissimo e comunque non esisteuna terapia specifica; tuttavia alcuni conigli riescono asconfiggere il virus probabilmente grazie a fattorigenetici.Lunica profilassi è la vaccinazione.www.addestrareconigli.it
  • 82. La salute: le vaccinazioniMEV (Malattia Emorragica Virale)Malattia virale estremamente contagiosa, rapida e letale.La MEV è causata da un Calicivirus specifico del coniglioeuropeo che attacca prevalentemente le cellule del fegato,necrotizzandone i tessuti. La morte sopravvienesolitamente per emorragie interne e insufficienza epaticadopo meno di 4 giorni dallinfezione e poche ore dopolinsorgenza dei primi sintomi.Come per la Mixomatosi, si trasmette per via ematicaattraverso gli stessi vettori.www.addestrareconigli.it
  • 83. La saluteLa sterilizzazione www.addestrareconigli.it
  • 84. La salute: la sterilizzazione• La sterilizzazione è importantissima efondamentale, come le vaccinazioni.E’ necessaria per almeno 5 ragioni validissime:• preservare il benessere psichico dell’animale• prevenire patologie gravi• ridurre al minimo lo stress da riproduzione• contenere la famosa prolificità della specie• prevenire ed evitare l’abbandono dei cuccioliwww.addestrareconigli.it
  • 85. La salute: la sterilizzazionepreservare il benessere psichico:Intorno ai 4-5 mesi i conigli maturanosessualmente e la tempesta ormonale che liattraversa può causare comportamentiossessivi che disturbano l’animale e spessoinfastidiscono l’uomo (rosicchiamenti,aggressività, marcatura del territorio, l’atto dimontare oggetti e persone ecc …)www.addestrareconigli.it
  • 86. La salute: la sterilizzazione preservare il benessere psichico:Le femmine possono cambiare carattere del tutto,diventare aggressive, mordere ed essere spesso nervose.Molto spesso possono presentare delle pseudo-gravidanze, dette anche gravidanze isteriche, durante lequali le coniglie producono il latte e si strappano il peloper costruire il nido che dovrebbe ospitare i piccoli. Tuttoquesto, anche se non sono davvero gravide, provocanaturalmente fortissimi stress psicologici.www.addestrareconigli.it
  • 87. La salute: la sterilizzazione preservare il benessere psichico:Il coniglio, sia maschio che femmina, è più tranquillo, più interattivo con i suoi coinquilini umani e non, sicuramente più pulito e ordinato e nettamente meno territoriale.www.addestrareconigli.it
  • 88. La salute: la sterilizzazione Prevenire patologie gravi:In alcuni casi i maschi smettono di mangiare, con conseguenti drastiche perdite di peso, indebolimento, deperimento, mentre le pseudo- gravidanze delle femmine, che possono ripetersi anche più volte all’anno aumentano le probabilità (già più probabili che in altre specie) di contrarre neoplasie alle mammelle e all’utero, infezioni uterine e cisti ovariche.www.addestrareconigli.it
  • 89. La salute: la sterilizzazioneRidurre al minimo lo stress da riproduzione:Ridurre al minimo lo stress da riproduzione nonsignifica, come pensano alcuni, far accoppiare ilconiglio ogni tanto, così da soddisfare i suoi istintiper un po’. Questo peggiorerebbe solo le cose.Ridurre al minimo lo stress da riproduzione significaprevenire patologie gravi che potrebbero insorgerein seguito all’accoppiamento reiterato e quindipreservare la salute fisica e mentale dell’animale.www.addestrareconigli.it
  • 90. La salute: la sterilizzazione Contenere la prolificità della specie:La femmina del coniglio non va in calore come altrianimali, ma ogni accoppiamento può ingravidarla. Sichiama ovulazione indotta, perché l’ovulazioneavviene ad ogni accoppiamento.Il problema è che una coppia di conigli non sterilizzatinon dà vita a un solo bel coniglietto: normalmente lafemmina dà alla luce dai 4 ai 10 coniglietti per parto.Sono tanti, vero?www.addestrareconigli.it
  • 91. La salute: la sterilizzazioneContenere la prolificità della specie:Ma non finisce qui: la femmina può rimanere gravida già 24 ore dopo il parto e la gestazione (il periodo da quando rimane gravida a quando partorisce) va dai 28 ai 35 giorni, il che significa che può partorire anche una volta al mese. Abbiamo le risorse per prenderci cura di un’ottantina di cuccioli all’anno (potenzialmente)? Siamo in grado di garantirgli una sistemazione adeguata? www.addestrareconigli.it
  • 92. La salute: la sterilizzazione Prevenire ed evitare gli abbandoni:Purtroppo, proprio perché le persone non si aspettanocambiamenti di carattere da parte del loro “peloso”,perché i morsi non sono bene accetti, perchéneanche gli spruzzi di pipì sono bene accetti, perchécredono che far accoppiare ogni tanto il proprio“orecchiuto” serva a qualcosa, perché ritengono chesterilizzare/castrare il proprio animale sarebbe untorto troppo grande, oggigiorno ci sono sempre piùconigli che vengono abbandonati. www.addestrareconigli.it
  • 93. La salute: la sterilizzazione Prevenire ed evitare gli abbandoni:C’è chi si lamenta perché il coniglio fa pipì sul divano,chi perché lascia palline ovunque, chi perché è statomorso, chi perché si vergogna di avere un coniglioche gli monta la gamba mentre ha ospiti in salotto,chi perché il coniglio ha rosicchiato il cavo del caricabatteria del cellulare, chi perché la coniglia ènervosa.www.addestrareconigli.it
  • 94. La salute: la sterilizzazione Prevenire ed evitare gli abbandoni:Ci sono persone che si stancano del coniglio per questi suoi comportamenti e lo rinchiudono perennemente in gabbia, o se ne disfano, perché non sanno cheLa sterilizzazione è quasi sempre una soluzione. www.addestrareconigli.it
  • 95. La salute: quando il coniglio si ammalaSe il nostro coniglio si ammala èimportantissimo riuscire a riconoscere lamalattia in fretta, perché prima vienediagnosticata e più sono le probabilità che ilveterinario riesca a curarla.Evitiamo assolutamente il FAI-DA-TE erivolgiamoci al veterinario! www.addestrareconigli.it
  • 96. La saluteLe patologie più diffusewww.addestrareconigli.it
  • 97. La salute: le patologie più diffuse1. Blocchi intestinali2. Ascessi3. Pododermatiti4. Parassiti esterniwww.addestrareconigli.it
  • 98. La salute: le patologie più diffuseBlocchi intestinaliIl blocco intestinale è una riduzione più o menograve della motilità intestinale,accompagnata da una serie di reazionicausa-effetto che portano rapidamente adun peggioramento della situazione.www.addestrareconigli.it
  • 99. La salute: le patologie più diffuse Blocchi intestinaliIl coniglio deve avere sempre lo stomaco pieno etenere il sistema gastrointestinale inmovimento.Quando è in corso un blocco intestinale, il ciboche è nello stomaco resta fermo per moltotempo e per questo si asciuga e si secca. Piùpassa il tempo e più i contenuti del sistemagastrointestinale si disidratano, portando a unblocco completo. In questa circostanza www.addestrareconigli.it
  • 100. La salute: le patologie più diffuseBlocchi intestinaliIn altri casi, il cibo bloccato comincia a fermentare eproduce gas che riempiono stomaco eintestino (la pancia, più che dura, è gonfia).Questo provoca naturalmente degli stati moltodolorosi, il coniglio digrigna i denti, nonmangia, è apatico, se ne sta in disparte con leorecchie basse, deperisce, non defeca più etutto ciò fornisce il terreno ideale per lamoltiplicazione dei batteri. www.addestrareconigli.it
  • 101. La salute: le patologie più diffuseBlocchi intestinaliLa cura migliore è la prevenzione: la dieta del coniglio deve basarsi su fieno, erba e verdura.Non teniamo MAI a digiuno il coniglio. Il digiuno può essere mortale per lui!Non aspettiamo più di 12 ore per andare dal veterinario. www.addestrareconigli.it
  • 102. La salute: le patologie più diffuseMalaocclusioneLa malaocclusione è una patologia molto frequentenei conigli nani.Essa può essere ereditaria, ma molto spesso ècausata da un’errata alimentazione (mangimimisti che contengono semi e grani).Il problema è che l’insorgere della patologia non èimmediato e i danni si vedono intorno ai dueanni di età del coniglio. www.addestrareconigli.it
  • 103. La salute: le patologie più diffusewww.addestrareconigli.it
  • 104. La salute: le patologie più diffusewww.addestrareconigli.it
  • 105. La salute: le patologie più diffusewww.addestrareconigli.it
  • 106. La salute: le patologie più diffusewww.addestrareconigli.it
  • 107. La salute: le patologie più diffusewww.addestrareconigli.it
  • 108. La salute: le patologie più diffuse MalaocclusioneSe il nostro coniglio ha dei problemi dentali dimalaocclusione è impossibile nonaccorgersene: segni inconfondibili dellapatologia sono gonfiore localizzato, ascessi,difficoltà di masticazione, denti incisivi lunghie sporgenti. www.addestrareconigli.it
  • 109. La salute: le patologie più diffusewww.addestrareconigli.it
  • 110. La salute: le patologie più diffusewww.addestrareconigli.it
  • 111. La salute: le patologie più diffusewww.addestrareconigli.it
  • 112. La salute: le patologie più diffusewww.addestrareconigli.it
  • 113. La salute: le patologie più diffuse Ascessowww.addestrareconigli.it
  • 114. La salute: le patologie più diffuse Ascessowww.addestrareconigli.it
  • 115. La salute: le patologie più diffuse Ascessowww.addestrareconigli.it
  • 116. La salute: le patologie più diffuseMalaocclusioneSe notiamo uno dei sintomi descrittiprima, dobbiamo portare immediatamenteil coniglio dal veterinario per fargli fare unavisita e una radiografia per valutare lo statodei denti e delle radici. www.addestrareconigli.it
  • 117. La salute: le patologie più diffuse MalaocclusionePotrebbe essere sufficiente limare i denti; inalcuni casi è necessario tagliarli (sottoanestesia) per permettere al coniglio dialimentarsi correttamente.In presenza di ascessi il veterinario dovràintervenire chirurgicamente, asportando lamateria purulenta al suo interno con unraschiamento ed eventualmente estraendouno o più denti. www.addestrareconigli.it
  • 118. La salute: le patologie più diffuse PododermatitiSi tratta di infiammazioni e infezioni più o meno superficiali a carico della cute del metatarso e dei polpastrelli e sono piuttosto frequenti nei conigli. Più rare nei conigli a pelo folto, nei quali la pelle del tallone è più protetta; particolarmente colpiti sono i conigli in sovrappeso e quelli con scarsa possibilità di movimento.www.addestrareconigli.it
  • 119. La salute: le patologie più diffusewww.addestrareconigli.it
  • 120. La salute: le patologie più diffuse Coniglio visibilmente obesowww.addestrareconigli.it
  • 121. La salute: le patologie più diffusePododermatitiwww.addestrareconigli.it
  • 122. La salute: le patologie più diffuse Parassiti esterniLesioni, croste, macchie, perdita di pelo, infiammazioni, irritazioni e pruriti possono essere causati da parassiti della pelle o rappresentare un sintomo di parassiti interni. www.addestrareconigli.it
  • 123. La salute: le patologie più diffuseParassiti esterniI più comuni sono:• Funghi• Pulci• Zecche• Pidocchi• Acari www.addestrareconigli.it
  • 124. Cura e benessere del coniglioIn pratica, come si gestisce un coniglio e come si assicura il suo benessere?www.addestrareconigli.it
  • 125. Cura e benessere del coniglioi fondamentaliPrendere in braccio il coniglioMolte persone restano deluse nellapprendereche al proprio coniglio non piace esser preso inbraccio. Ricordiamoci che il coniglio è una predae quindi è completamente contro la suanaturale tendenza essere preso e sollevato dalsuolo, dove non può controllare la propriaattività ed i propri movimenti. www.addestrareconigli.it
  • 126. Cura e benessere del coniglioi fondamentaliEcco come si prende inbraccio un coniglio:non lasciamo le zampeposteriori penzoloni eteniamolo con entrambele mani per non rischiareche sgambettando cisfugga e cada a terra,facendosi male.www.addestrareconigli.it
  • 127. Cura e benessere del coniglioi fondamentali Controllare unghie e dentiUnghie e denti sono a crescita continua ed èopportuno controllare il loro stato almeno unavolta al mese. Se per le unghie il trattamentopuò anche essere autonomo, per i denti le cosesono un po’ più complicate e in caso di dentitroppo allungati è necessario rivolgersi alveterinario, che a seconda del caso, interverrànel modo più opportuno.www.addestrareconigli.it
  • 128. Cura e benessere del coniglioi fondamentaliUnghie e denti – casi estremi www.addestrareconigli.it
  • 129. Cura e benessere del coniglioi fondamentaliTagliare le unghie a unconiglio:A meno che il coniglionon sia un terremoto,possiamo provvedere dasoli. Basta munirsi di untronchesino e tagliarel’unghia nella sua partebianca, prima del vasosanguigno.www.addestrareconigli.it
  • 130. Cura e benessere del coniglioi fondamentaliSpazzolare il pelo:Muniamoci di unaspazzola o di un comunecardatore e spazzoliamo ilconiglio (durante ilperiodo della muta ancheogni giorno). Non tutti iconigli apprezzano questomomento, perciò mentrespazzoliamo, con la manolibera offriamo qualchecarezza e coccola o unpezzettino di cibo. www.addestrareconigli.it
  • 131. Cura e benessere del coniglioi fondamentaliBagnetto sì o no?Il coniglio è un animaledi per sé molto pulito.Trascorre diverse ore algiorno a pulirsi lezampine, il musetto, leorecchie e il pelo.Non ha bisogno diessere lavato da partedegli umani, se non incasi eccezionali.www.addestrareconigli.it
  • 132. Cura e benessere del coniglioi fondamentaliBagnetto sì o no?Se il coniglio è molto sporco e magari puzzaanche un po’, prima assicuriamoci di rispettarele normali regole igieniche e successivamenteportiamolo dal veterinario, in modo che possavalutare se ci sono altre cause, magari legate aqualche disturbo patologico.www.addestrareconigli.it
  • 133. Cura e benessere del coniglioi fondamentaliBagnetto sì o no?Un bagnetto, con le precauzioni necessarie, puòperò rivelarsi utile nel caso in cui il conigliettosia sporco a causa di diarrea, perdita di pipì oaltro e non riesca a pulirsi da solo, per problemifisici particolari.www.addestrareconigli.it
  • 134. Cura e benessere del coniglioi fondamentaliBagnetto sì o no?Nel caso in cui sia proprio necessario lavare ilconiglio, possiamo seguire due strade e faresempre molta attenzione, perché il coniglio èparticolarmente delicato: possiamo optare perun bagno a secco oppure ad acqua (in questosecondo caso, avendo cura di non bagnare testae orecchie).www.addestrareconigli.it
  • 135. Cura e benessere del coniglioi fondamentali Bagno a seccoIl prodotto migliore e più sicuro per un bagno asecco per il nostro piccolo amico è la polvere difarina di granturco. www.addestrareconigli.it
  • 136. Cura e benessere del coniglioi fondamentaliBagno a seccoBasterà applicare la polvere di farina digranoturco sulle parti sporche del coniglio emassaggiare e frizionare la polvere fino a chearriva a contatto con la pelle. In questo modo èpiù facile rimuovere lo sporco dal pelo delconiglio, perché la farina lo asciuga e lo secca,senza appiccicarlo. www.addestrareconigli.it
  • 137. Cura e benessere del coniglioi fondamentaliBagno a seccoDopo che abbiamo rimosso la maggior partedello sporco possiamo spazzolare le zonetrattate e tutto il pelo con un normale cardatoreo una spazzola morbida per togliere anche ilresto dei residui. www.addestrareconigli.it
  • 138. Cura e benessere del coniglioi fondamentali Bagno a seccoSe dovessimo trovare dei grovigli di pelo moltodifficili da gestire, non tentiamo di districarli conil cardatore, perché potremmo far del male alconiglio e magari procurargli un’irritazione o unalacerazione della pelle. Piuttosto, muniamoci diun paio di forbicine e, con attenzione, tagliamoil groviglio di peli.www.addestrareconigli.it
  • 139. Cura e benessere del coniglioi fondamentaliBagno a seccoAlla fine, scrolliamo il pelo del coniglio e le zonetrattate, in modo da eliminare anche la polveredi farina rimasta.www.addestrareconigli.it
  • 140. Cura e benessere del coniglioi fondamentaliBagno a seccoEvitiamo sempre polveri, shampi, schiume eprodotti chimici (anche il talco, che irrita le vierespiratorie e potrebbe essere cancerogeno)!www.addestrareconigli.it
  • 141. Cura e benessere del coniglioi fondamentali Bagno ad acquaUn bagnetto con l’acqua può essere necessariosolo se il coniglio è estremamente sporco,umido e maleodorante.www.addestrareconigli.it
  • 142. Cura e benessere del coniglioi fondamentali Bagno ad acquaProcuriamoci uno shampoo ipoallergenico,chiedendo consiglio al nostro veterinario.Eventualmente possiamo anche utilizzare soloacqua tiepida e un pochino di bicarbonato. www.addestrareconigli.it
  • 143. Cura e benessere del coniglioi fondamentaliBagno ad acquaDopo aver lavato le zone sporche, asciughiamo ilconiglio con un asciugamano, con delicatezza,per non correre il rischio di provocare oaggravare un’irritazione cutanea.www.addestrareconigli.it
  • 144. Cura e benessere del coniglioi fondamentali Bagno ad acquaIn estate possiamo lasciare che il pelo si asciughida solo, dopo averlo tamponato con unasciugamano, a meno che non si tratti dellatesta del coniglio; nelle stagioni fredde invece,possiamo utilizzare il phon, avendo l’accortezzadi regolare la temperatura dell’ariaadeguatamente. www.addestrareconigli.it
  • 145. Cura e benessere del coniglioi fondamentaliBagno ad acquaUna volta completamente asciutto,spazzoliamolo delicatamente per eliminare i pelimorti in eccesso.www.addestrareconigli.it
  • 146. Cura e benessere del coniglioi fondamentaliBagno ad acquaDi nuovo: non usiamo mai shampoo per umani,nemmeno quelli delicati per i bimbi piccoli.Per il coniglio possono essere causa di tremendeirritazioni.www.addestrareconigli.it
  • 147. Cura e benessere del conigliointeragire e divertirsi insiemePerché lasciare il nostro coniglio in gabbia adannoiarsi, quando possiamo farlo divertire inmodo totalmente sano, naturale e interessante?www.addestrareconigli.it
  • 148. Cura e benessere del conigliointeragire e divertirsi insiemewww.addestrareconigli.it
  • 149. Cura e benessere del conigliointeragire e divertirsi insiemeL’interazione è di fondamentale importanza perfar sentire il coniglio parte di un gruppo (il nostronucleo famigliare), sia che siamo single, sia chesiamo una famiglia più ampia.Parliamogli e coinvolgiamolo nelle attivitàquotidiane, in modo da conoscerci meglio einstaurare un vero e proprio rapporto diamicizia.www.addestrareconigli.it
  • 150. Cura e benessere del conigliointeragire e divertirsi insiemeAddestrare/educare un coniglio non significasolamente insegnargli a fare dei giochini perstupire gli amici o gli ospiti, ma anche esoprattutto educarlo dal punto di vistapedagogico. L’addestramento non deve esserefinalizzato al controllo del coniglio (della serie:“fai così perché ti ordino di farlo!”), e quindi allanostra supremazia su di lui, ma piuttosto deveservire a farlo crescere come individuo.www.addestrareconigli.it
  • 151. Cura e benessere del conigliointeragire e divertirsi insiemeAddestrare un coniglio significa accompagnarlonella sua crescita per aiutarlo a comprendere erisolvere da solo i problemi che gli si presentanoe per favorire il suo benessere psicofisico.Giocare con il nostro coniglio serve a porre lebasi per entrare in relazione con lui e piùgiochiamo e interagiamo con lui, più lui si senteparte integrante del nucleo familiare,approfondendo e consolidando il rapportoaffettivo. www.addestrareconigli.it
  • 152. Cura e benessere del conigliointeragire e divertirsi insiemeIl gioco non deve mai essere fine a se stesso, cioènon deve avere il solo scopo di far divertire ilconiglio, scopo comunque importante per la suasalute, sia fisica (perché il gioco favorisce ilmovimento), che mentale (divertendosi sta bene,non è stressato e, se mai, riduce o elimina stati distress e ansia). Giocando con lui gli proponiamotutta una serie di situazioni da gestire, unventaglio di soluzioni ai problemi da risolvere chegli serviranno quando sarà da solo ad affrontare laquotidianità.www.addestrareconigli.it
  • 153. Cura e benessere del coniglioil Clicker Training e la MobilityIl Clicker Training e la Mobility sono tutto questo.Favoriscono l’apprendimento, la crescita el’affezione del nostro coniglio e quindi anche il suobenessere psicofisico, oltre che il nostro.Il clicker, in quanto strumento, accelera e favoriscei risultati e il raggiungimento degli obiettivi, sianoessi quello di insegnare al coniglio a superare unostacolo saltando in alto, o quello di lasciarsiprendere in braccio per il taglio delle unghie senzadover ricorrere ogni volta all’aiuto del veterinario. www.addestrareconigli.it
  • 154. Cura e benessere del coniglioil Clicker Training e la MobilityCon i programmi di Addestrare Conigli possiamoaiutare i nostri conigli a crescere, a imparare, asentirsi importanti e capaci.Accresciamo la loro autostima e la loro fiducia inse stessi e in noi e li aiutiamo a vivere più felici,più sani e più a lungo!www.addestrareconigli.it
  • Fly UP