...

Bonus investimenti Dl 91/2014 art.18

by directio

on

Report

Download: 0

Comment: 0

628

views

Comments

Description

Bonus investimenti imprese Dl 91/2014
Download Bonus investimenti Dl 91/2014 art.18

Transcript

  • 1. Bonus investimentiChiarimenti in merito all’art.18 del Dl 91/20140033 sseetttteemmbbrree 22001144Barbara Torrini
  • 2. 2Bonus investimentiPresupposti soggettivi: Soggetti titolari di reddito d’impresaParticolari condizioniSoggetti titolari di attività industriali soggette a rischio di incidenti sullavoro, come individuate dal D.Lgs 334/1999, in possesso delladocumentazione attestante l'adempimento degli obblighi previsti daldecreto stesso
  • 3. 3Bonus investimentiPresupposti oggettivi: Acquisto di beni strumentali nuovi compresi nella divisione 28della Tabella Ateco 2007 Spesa unitaria almeno pari a 10.000 euro Destinazione dei beni in strutture produttive ubicate in ItaliaA seguito di confronto per analogia con la Circolare dell’Agenzia delle entrate44/E del 27 ottobre 2009 si evince che non sono agevolabili i beni trasformati oassemblati per l’ottenimento di prodotti destinati alla vendita
  • 4. 4Bonus investimentiPeriodo di validità:Termini temporali perl’investimento:dal 25 giugno 2014al 30 giugno 2015Termini temporali per l’utilizzodel credito d’imposta, ripartitoin tre quote annuali di pariimporto:dal 2° periodo d’impostasuccessivo a quello disostenimento della spesa e peri due successivi incompensazione di debiti tributari(art. 17 del D.Lgs 241/1997).
  • 5. 5Bonus investimentiMomento di effettuazione degli investimentiL’imputazione degli investimenti al periodo di vigenzadell’agevolazione segue le regole della competenza previstedall’art.109, c.1 e 2, del TUIR.Le spese di acquisizione di beni mobili si considerano sostenute•alla data di consegna o spedizione•alla data in cui si verifica l’effetto traslativo o costitutivo dellaproprietà (o altro diritto reale)
  • 6. Bonus investimentiModalità di utilizzo del credito d’impostaIl soggetto beneficiario dell’agevolazione indica il creditod’imposta nella dichiarazione dei redditi relativa al periodod’imposta di riconoscimento del credito e nei due successivi.
  • 7. 7Bonus investimentiEsempi pratici:Credito da investimenti sostenuti nel 2014Indicazione in Unico 2015Utilizzo del credito dal 1/01/2016:• 1/3 nel 2016• 1/3 nel 2017• 1/3 nel 2018Credito da investimenti sostenuti nel 2015Indicazione in Unico 2016Utilizzo del credito dal 1/01/2017:• 1/3 nel 2017• 1/3 nel 2018• 1/3 nel 2019
  • 8. 8Bonus investimentiCASO 1Impresa attiva da più di cinque anni al 25 giugno 2014 (data dientrata in vigore del decreto legge)L’agevolazione dell’art.18 del Dl 91/2014 prevede un creditod’imposta pari al 15% delle spese per tali beni sostenute ineccedenza rispetto alla media degli investimenti sostenuti negliultimi cinque anni per beni strumentali appartenenti allamedesima divisione 28 della tabella Ateco 2007.Il soggetto ha la facoltà di escludere dal calcolo della medial’anno in cui la spesa per tali investimenti è stata maggiore.
  • 9. Bonus investimentiCASO 2Impresa attiva da meno di cinque anni al 25 giugno 2014 (datadi entrata in vigore del decreto legge)• Spesa oggetto di agevolazione sostenuta dal 25 giugno 2014al 31 dicembre 2014: la media degli investimenti si calcola suiperiodi d’imposta precedenti (fino al 2013);• Spesa oggetto di agevolazione sostenuta nel 2015 (entro il 30giugno): la media degli investimenti si calcola sui periodid’imposta precedenti (fino al 2014)E’ fatta salva la facoltà di escludere dal calcolo l’anno in cui laspesa per investimenti dei beni specificati è stata maggiore.
  • 10. Bonus investimentiCASO 3Impresa inattiva al 25 giugno 2014 (data di entrata in vigore deldecreto legge)E’ il caso in cui l’impresa si costituisce successivamente a taledata ed investe in beni strumentali oggetto di agevolazioneentro il 30 giugno 2015.Il credito d’imposta si applica al valore complessivo degliinvestimenti effettuati in ciascun periodo d’imposta.
  • 11. 11Bonus investimentiCasi di revoca dell’agevolazione: I beni oggetto di agevolazione vengono, prima del secondo periodod’imposta successivo a quello di acquistoInvestimento nel 2014: entro il 31 dicembre 2015Investimento nel 2015: entro il 31 dicembre 2016 ceduti a terzi destinati a finalità estranee all’esercizio dell’attivitàd’impresa I beni oggetto di agevolazione vengono, entro il 31 dicembre del quartoanno successivo a quello di presentazione della dichiarazioneInvestimento nel 2014: entro il 31 dicembre 2018Investimento nel 2015: entro il 31 dicembre 2019 trasferiti in strutture produttive ubicate fuori dall’Italia (anchese appartenenti al soggetto beneficiario del creditod’imposta)
  • 12. 12Bonus investimentiControlli e sanzioniNel caso in cui, a seguito di controlli, venga riscontrato l’indebito utilizzo delcredito per:•mancato rispetto delle condizioni previste dalla normativa•inammissibilità dei costi sostenuti e considerati oggetto di agevolazioneLa sanzione prevista - nel caso l’indebito utilizzo sia rilevato dall’Agenzia -(art 27 DL 185/2008):•Va dal 100% al 200% dell’importo utilizzato indebitamente, se esso è pari odinferiore a 50.000 € (per ciascun anno solare)•È del 200% dell’importo utilizzato indebitamente, se esso è superiore a50.000 €Applicabili le riduzioni alle sanzioni sia nel caso di ravvedimento operoso chedi acquiescenza ai controlli automatizzati (circ. 18/E 10.5.2011).
  • 13. wwwwww..ddiirreeccttiioo..iittle strade nell’Economiainformazione ed esperienze economiche al servizio diprofessionisti, imprese, istituzioni.vviiddeeoo && mmoorree nneewwss && mmoorree ssccaaddeennzzee && mmoorree
  • Fly UP