...

D.lgs. 102 2014 e diagnosi energetica

by ernesto-longo

on

Report

Category:

Environment

Download: 0

Comment: 0

1,558

views

Comments

Description

Breve sintesi della nuova normativa sulla diagnosi energetica e prospettive per le aziende
Download D.lgs. 102 2014 e diagnosi energetica

Transcript

  • 1. LA DIAGNOSI ENERGETICAdopo ilD.Lgs 102/2014ambiente etica organizzazione qualità sicurezza
  • 2. LA DIAGNOSI ENERGETICA – NOVITA’ Obblighi ex Art. 8 D.Lgs 102/2014 Grandi imprese Imprese a forte consumo di energia- Diagnosi energetiche condotte da: Esco EGE Auditor energetici Ispra (per imprese certificate EMAS)Certificazione di chi conduce la diagnosi obbligatoria da 19 luglio2016- Scadenza: 05.12.2015 e successivamente ogni 4 anni- Esenzioni: Imprese certificate EMAS, ISO 14001, ISO 50001 se sga / sgeinclude audit energetico / diagnosi energeticaambiente etica organizzazione qualità sicurezza
  • 3. LA DIAGNOSI ENERGETICA – NOVITA’ Imprese a forte consumo di energia- DL 83 del 22.06.2012 / DM 05.04.2013- consumo annuo di almeno 2,4 GWh, e- costi energetici pari o superiori al 3 % del fatturatoambiente etica organizzazione qualità sicurezza Enea- Banca dati delle imprese soggette- Archivio rapporti di diagnosi- Controlli a campione (3% se diagnosi condotta da auditoresterni, 100 % se da auditor interni) Sanzione da 4.000 a 40.000 euro
  • 4. Norme per le Diagnosi Energetiche Norme di riferimento diagnosi energeticheambiente etica organizzazione qualità sicurezza TR 11428 ISO 50001 (SGE), ISO 50002 UNI CEI EN 16247- parte 1 - generale : 2012- parte 2 - edifici : 2014- parte 3 - processi : 2014- parte 4 - trasporti : 20144
  • 5. ISO 50001 – Energy planning processambiente etica organizzazione qualità sicurezza
  • 6. Norme in vigoreSoggetto Norma di certificazione Norma di accreditamentoESCO UNI CEI 11352 UNI CEI EN ISO/IEC17065(ex ISO/IEC 17065)EGE UNI CEI 11339 UNI CEI EN ISO/IEC17024Auditor energetici in fase di elaborazione aambiente etica organizzazione qualità sicurezzacura di UNI-CEISistemi di gestionedell’energiaUNI CEI EN ISO 50001; UNI CEI EN ISO/IEC170216
  • 7. Art. 13 – Sviluppo schemi di certificazione / accreditamentoambiente etica organizzazione qualità sicurezza Art. 12 Entro 31.12.2014 Accredia deve sottoporre al Ministerodello Sviluppo Economico gli schemi di certificazione /accreditamento in ciascuno degli ambiti- Iter successivo non chiaramente definito Entro 14.01.2015 UNI-CEI elabora norme tecniche per lacertificazione volontaria degli auditor energetici- Dovrebbero essere immediatamente operative7
  • 8. Attuali Organismi di Certificazione EGEambiente etica organizzazione qualità sicurezza KHC Secem TUV Italia EN.I.C. Criteri di valutazione non omogenei Ci si aspetta una maggiore omogeneità dopo laformalizzazione degli schemi di certificazione /accreditamento8
  • 9. Informazione e formazione Entro il 31.12.2014 Enea predispone un programma triennaledi informazione e formazione finalizzato a promuovere efacilitare l’uso efficiente dell’energia.ambiente etica organizzazione qualità sicurezza9
  • 10. Approccio alla diagnosi energetica Diagnosi energetica definita come quella procedurasistematica volta a: fornire un'adeguata conoscenza del profilo di consumoenergetico di un edificio o gruppo di edifici di una attivitàe/o impianto industriale o di servizi pubblici o privati; e/o individuare e quantificare le opportunità di risparmioenergetico sotto il profilo costi-benefici;ambiente etica organizzazione qualità sicurezza riferire in merito ai risultati. La DE deve essere: completa, attendibile, tracciabile, utile everificabile.10
  • 11. Approccio alla diagnosi energetica(rif.to UNI 16247) Contatto preliminare e meeting iniziale (definizione obiettivi) Ispezioni sul campo, interviste e raccolta dati sul campo Raccolta di tutti i dati disponibili Analisi consumi Decisioni in merito alla necessità di effettuare misurazionitemporanee dei flussi energetici per poterne meglio studiaregli andamenti (analisi dei carichi). Generazione del Modello Energetico (flussi energetici,ambiente etica organizzazione qualità sicurezzaindicatori) Ideazione e analisi di fattibilità tecnico-economica degliinterventi di efficienza energetica11
  • 12. Esempi di dati/informazioni necessari Confini, scopo ed approfondimento richiestoper la Diagnosi Caratteristiche delle apparecchiature checonsumano energia ad es:- Apparecchiature e motori elettrici- Caldaie e Gruppi frigo- Aria compressa- Illuminazione Bollette di gas ed energia elettrica ed altroambiente etica organizzazione qualità sicurezza12
  • 13. Esempi di dati raccolti in campo Sprechi comportamentali Impostazione delle temperature Pulizia, manutenzione e lubrificazione Formazione del personaleambiente etica organizzazione qualità sicurezza13
  • 14. ambiente etica organizzazione qualità sicurezzaGenerazione,AlimentazioneComponenti SistemaEdifici• Rinnovabili• Cogenerazione• Pompe di calore• Rifasamento• Corrispondenza a profili dicarico• Caldaie ad alta efficienza• Ottimizzazione dellaventilazione• Corpiilluminanti• Coibentazione• Coibentazione• Tempi difunzionamentoProcessi• Motori – VSD –Inverter• Valvole• Recuperi di calore• Funzionamenti«idle»• Free cooling• Perdite ariacompressa edistribuzionevapore• RegolazioniTrasporti• Auto a Metano/GPL oelettriche• Miglioramentodella flotta auto• Ottimizzazionelogistica merci epersone14Spunti x efficienza energetica
  • 15. Spunti x efficienza energetica (HVAC) Esaminare accuratamente le perdite dalla generazioneall’impiego; minimizzare; eliminare carichi parassitiambiente etica organizzazione qualità sicurezza Condotte grandi condotte, piccole pompe ottimizzare percorsi, evitare gomiti … evitare turbolenze pulizia Valutare / minimizzare componenti Evitare “overdesign” Adattare equipaggiamento ai carichi (e.g.: VSD)15tra colleghi
  • 16. Possibilità di intervento per le organizzazioni conun sga ISO 14001ambiente etica organizzazione qualità sicurezza Diagnosi Energetica- Ogni 4 anni redigere una Diagnosi Energeticache rispetti almeno i punti dell’allegato 2, ed invioall’ENEA entro dic.2015 Aggiungere «audit energetico» a ISO 14001- Inserire nel SGA una o più procedure sull’energiae prevedere unAudit Energetico (=Diagnosi Energetica)16
  • 17. Possibilità di intervento per le organizzazioni conun sga ISO 14001 Implementare ISO 50001 + audit energetico- Integrare nel SGA/SGS un sistema SGE ovveromodificare alcune procedure e redigerne altrerelativamente alla gestione dell’energia eprevedere un analisi energetica ovvero unaudit energetico (=Diagnosi Energetica)ambiente etica organizzazione qualità sicurezza17
  • Fly UP