System is processing data
Please download to view
...

Tutto quello che c'e' da sapere sulla dislessia:strumenti compensativi e dispensativi

by ziobio

on

Report

Category:

Education

Download: 6

Comment: 0

80,675

views

Comments

Description

Tutto quello che c'e' da sapere sulla dislessia:strumenti compensativi e dispensativi
Download Tutto quello che c'e' da sapere sulla dislessia:strumenti compensativi e dispensativi

Transcript

  • 1. Strumenticompensativi e dispensativi
  • 2. Gli strumenti compensativi e dispensativisono strumenti di facilitazione che dannoa coloro che hanno delle difficoltàl’opportunità di raggiungere moltiobiettivi in autonomia, di non averbisogno degli altri, di sentirsi più sicuri,di aver voglia di provare a fare attivitàche altrimenti non avrebbero voglia diprovare.
  • 3. Lo scolaro con difficoltà diapprendimento, utilizzando glistrumenti compensativi diventa capacedi fare da solo ciò che prima non era ingrado di fare senza l’assistenza assiduadi un adulto. Perde la paura di sbagliaree accetta di lavorare da solo.
  • 4. Legge 8 ottobre 2010, n. 170 art 51. Gli studenti con diagnosi di DSA hanno diritto a fruiredi appositi provvedimenti dispensativi e compensativi diflessibilità didattica nei corsi di cicli di istruzione eformazione e negli studi universitari.2. Agli studenti con DSA le istituzione scolastiche, [...]garantiscono l’introduzione di strumenti compensativicompresi i mezzi di apprendimento alternativi e letecnologie informatiche, nonché misure dispensative daalcune prestazioni non essenziali ai fini della qualità deiconcetti da apprendere.
  • 5. Strumenti Compensativi
  • 6. Gli strumenti compensativi(rif legislativo Prot. n° 4099/A/4 del 5.10.2004, ufficio IV MIUR) .Sono strumenti che permettono di compensare ladebolezza funzionale derivante dal disturbo, facilitando l’esecuzione di compiti automatici (“non intelligenti”) compromessi dal disturbo Tabella dei mesi Tabella dell’alfabeto e dei vari caratteriTabella delle misure Tabella delle formule geometricheTavola pitagoricaCalcolatriceRegistratore Computer con programmi di video scrittura
  • 7. TabelleI giorni I mesiLe stagioni
  • 8. Tabella dell’alfabeto
  • 9. Sillabe complesse Da usare perMemorizzare come si scrivono le sillabe complesse Avere una parola chiave per ricordare le sillabeAllenarsi a leggere i suoni difficili
  • 10. CA-CE-CI Sillabe complesseGA-GE-GI
  • 11. CHI-CHESillabe complesseGHI-GHE
  • 12. SCI-SCE-SCIA Sillabe complesse
  • 13. CIA - GIA Sillabe complesse
  • 14. CU-QU-QQU-CQ Sillabe complesse
  • 15. L’uso dell’H
  • 16. Matematica0011 0010 1010 1101 0001 0100 1011 1
  • 17. La linea dei numeri0011 0010 1010 1101 0001 0100 1011 La linea dei numeri al contrario 1
  • 18. I Segni0011 0010 1010 1101 0001 0100 10111
  • 19. 0011 0010 1010 1101 0001 0100 1011 1
  • 20. 0011 0010 1010 1101 0001 0100 1011Tabelle delle misure 1
  • 21. 0011 0010 1010 1101 0001 0100 1011 1
  • 22. 0011 0010 1010 1101 0001 0100 1011 1
  • 23. 0011 0010 1010 1101 0001 0100 1011 1
  • 24. ADDIZIONE0011 0010 1010 1101 0001 0100 1011 1
  • 25. 0011 0010 1010 1101 0001 0100 1011 1
  • 26. 0011 0010 1010 1101 0001 0100 1011 1
  • 27. 0011 0010 1010 1101 0001 0100 1011 1
  • 28. 0011 0010 1010 1101 0001 0100 1011 1
  • 29. Strumenti compensativiinformatici
  • 30. L’informatica si pone come strumento pereccellenza nel consentire allo studente conDSA di compensare le sue difficoltàstrumentali di lettura e di scritturaPermettono di superare le difficoltàstrumentali di scrittura permettendo diprodurre testi scritti e leggibili,ortograficamente e grammaticalmente correttiConsentono di apprendere attraverso il canaleuditivo e attraverso l’uso di immagini
  • 31. Gestori di sintesi vocalilettori universali
  • 32. SuperQuadernoE’ uno speciale editor di testi conoggetti multimediali che facilital’apprendimento della letto-scritturaa tutti i bambini, ma specialmente aquelli che presentano difficoltàortografiche o disturbi specifici diapprendimento.E’ un programma di scrittura chepermette di illustrare il testo,L’utilizzo del canale visivo e uditivostimolano la curiosità e l’interesseper la scrittura che diventadivertente e gratificante, favorendoil processo di apprendimento apartire dalla scuola primaria.
  • 33. C.A.R.LO. II LoquendoEditor di testi in grado diinteragire con una sintesi vocaleche trasforma il computer in unlettore.Nella modalità di ascolto lapersona che utilizza il softwarepuò regolare la velocità di letturae i tempi delle pause, puòdecidere di ascoltare solo alcuniparagrafi o solo le parti di testoevidenziate.Nell’ambiente di scrittura èfunzionante il controlloortografico, che consente ilconfronto tra la parola errata e ildizionario incorporato.
  • 34. Carlo MobileE’ un coerente insieme diapplicazioni raggruppatein un’unica interfacciaideate per aumentare ilgrado di autonomia dellepersone che privilegianol’apprendimentoattraverso il canaleuditivo.Si rivolge pertanto a ragazzi e adulti con dislessia o più ingenerale a persone con difficoltà di lettura. Carlo mobile halo scopo principale di essere un ottimo compagno di studio.E’ in grado di leggere qualunque testo selezionabileall’interno del computer, leggere e tradurre testi in linguestraniere, trasformare il testo in formato audio e leggere ilibri digitali.
  • 35. Mappe Concettuali
  • 36. La costruzione di mappe e schemi è utile Per facilitare la memorizzazione di informazioni complesse Per trasformare in immagini le informazioni più astratte Per facilitare il lavoro di sintesi Per favorire la sequenzialità mnemonica durante le interrogazioni
  • 37. Audiolibro o LibroParlato
  • 38. I libri parlati o audiolibri sono libri che si trovano di solitosu CD o audiocassette, ma letti o recitati da altri: possonoperciò essere solo ascoltatiIn internet troviamo molte biblioteche libere o inabbonamento, come il “Libro Parlato”una associazione nataper i ciechi che mette a disposizione anche dei dislessicimolti libri letti o recitati da persone. Sono un’importanteesperienza che avvicina gli alunni dislessici alla letturawww.dislessia.org/forum/viewtopic.php?f=2&t=3012Su questo sito si può trovare un piccolo elenco dellebiblioteche che forniscono Libri Parlato o Audiolibri
  • 39. Libri Digitali/e-book
  • 40. I libri digitali sono testi scolastici messi a disposizione dallecase editrici e sono disponibili sempre su cd. Possono essere letti solamente attraverso il computer cheabbia però un programma che possa visualizzare i file pdf eun sintetizzatore vocale Basta inserire il cd e si ha il libro cartaceo completo nel pc. Oltre all’indubbio vantaggio per i ragazzi dislessici, anche idisortografici e i disgrafici possono selezionare la parte deltesto che devono studiare creando così degli appuntipersonali che inseriranno in un programma di video scrittura. Questi libri vengono messi a disposizione dalla bibliotecadell’AID
  • 41. Smart PenAiuta in modo considerevole i ragazzi DSA, la nuova modalità di prendereappunti permette allo studente di focalizzare l’attenzione sulla spiegazionedel docente e contemporaneamente di avere una registrazione precisa epuntuale della lezione.Una volta a casa il ragazzo e/o i genitori possono riascoltare e rivedere laregistrazione migliorando il livello di apprendimento
  • 42. AttenzioneLe tecnologie mal somministrate possono essere seriamente controproducenti:Calo di motivazione e autostimaNetta diversificazione dalla classeProcessi di apprendimento comunque faticosiRisultati scolastici scadentiProblemi di rifiuto e/o accettazione possono essere ridotti con un serio supporto pedagogico a casa ma soprattutto a scuola con i compagni
  • 43. Misure Dispensative
  • 44. Le misure dispensative(rif legislativo Prot. n° 4099/A/4 del 5.10.2004, Ufficio IV MIUR). .Riguardano la dispensa da alcune prestazioni. L’obiettivo di tali misure non è guarire il bambino dal disturbo, maaiutarlo a ridurre gli effetti del disturbo predisponendo una modalitàdi apprendimento personalizzata e più adatta alle suecaratteristiche.Dispensa dalla lettura ad alta voce, scrittura veloce e sotto dettaturaUso del vocabolarioStudio mnemonico delle tabelline Studio della lingua straniera in forma scritta Programmazione di tempi più lunghi per prove scritte e per lo studio a casaOrganizzazione di interrogazioni programmate Valutazione delle prove scritte e orali con modalità che tengano conto del contenuto e non della forma
  • 45. Limitare o evitare la lettura ad alta voceFornire all’ allievo la lettura ad alta voce da parte di un tutor durante leverificheLeggere all’ allievo le consegne degli eserciziEvitare di far prendere appuntiIntegrare libri di testo con appunti su supporto digitalizzatoEvitare la memorizzazione di sequenze (poesie)Evitare la scrittura sotto dettaturaEvitare la copiatura dalla lavagnaFavorire l’uso del carattere stampato maiuscoloRidurre le richieste di compiti per casaEvitare di richiedere lo studio mnemonico e nozionistico in genere,tenendo presente che vi è una notevole difficoltà nel ricordare nomi,termini e definizioni
  • 46. Come possiamo organizzare le verifichescritte e orali per i bambini con DSA?
  • 47. Prove scritte Ridurre il numero degli esercizi senza modificare gli obiettivi Utilizzare per le verifiche domande a scelta multipla Fissare compiti programmati Favorire i compiti nelle prime ore del mattino garantire tempi più lunghi Evitare le risposte vero o falso Fornire all’allievo la lettura ad alta voce del testo da parte del tutor Durante le verifiche evitare la scrittura sotto dettatura Valutare nelle verifiche il contenuto e non la forma
  • 48. Prove orali Fissare le interrogazioni programmandole Evitare la sovrapposizione di interrogazioni Favorire le interrogazioni nelle prime ore del mattino Stimolare e supportare l’ allievo aiutandolo ad argomentare qualora si dimostrasse in difficoltà per la compromissione della memoria a breve termine Esigere l’utilizzo di mappe e schemi durante le interrogazioni al fine di favorire la sequenzialità mnemonica Programmare le interrogazioni specificando gli argomenti che saranno chiesti e ridurre il numero delle pagine Avvisare dieci minuti prima di interrogare per dare il tempo di prepararsi psicologicamente e di ripassare
  • 49. Per riassumere
  • 50. Peculiarità dei processi cognitivi Interventi di compenso / dispensa lentezza ed errori nella lettura cui puòevitare sempre l’uso del corsivo.conseguire difficoltà nella comprensione evitare di far leggere a voce alta.del testoincentivare a casa e in classe l’utilizzo di computer con sintesi vocale, di cassette con testi registrati, di dizionari digitalizzati; sintetizzare i concetti con l’uso di mappe concettuali, eventualmente anche favorendo l’uso di software specifici dotati di sintesi vocale in grado di leggere anche le lingue straniere. leggere le consegne degli esercizi e/o fornire durante le verifiche prove su supporto digitalizzato nelle verifiche ridurre il numero degli esercizi senza modificare gli obiettivi. privilegiare le verifiche orali in tutte le materie tradizionalmente orali consentendo l’uso di mappe durante l’interrogazione. difficoltà nei processi di automatizzazione evitare di far prendere appunti, ricopiaredella letto-scrittura che rende difficile otesti o espressioni matematiche,ecc.impossibile eseguire contemporaneamentein caso di necessità di integrazione deidue procedimenti ( ascoltare e scrivere, libri di testo, fornire appunti su supportoascoltare e seguire un testo). digitalizzato o cartaceo stampato ( preferibilmente arial 12-14), consentire l’uso del registratore. evitare la scrittura sotto dettatura. modificare opportunamente le “ prove di ascolto” delle lingue straniere.
  • 51. difficoltà nel ricordare le categorizzazioni, • favorire l’uso di schemii nomi dei tempi verbali, delle strutture • privilegiare l’utilizzo corretto delle formegrammaticali italiane e straniere, deigrammaticali sulle acquisizioni teorichecomplementidelle stesse. utilizzare per le verifiche domande ascelta multipla.Discalculia, difficoltà nel memorizzare Incentivare l’utilizzo di mappe e schemitabelline, formule, sequenze e procedure, durantel’interrogazione, ancheforme grammaticali e nel recuperare eventualmente su supporto digitalizzato,rapidamente nella memoria nozioni già come previsto anche nel colloquio peracquisite e comprese cui consegue l’esame di Stato, per facilitare il recuperodifficoltà e lentezza nell’esposizionedelle informazionie miglioraredurante le interrogazioni l’espressione verbale che tende ad esserescarna.Evitare di richiedere lo studio mnemonicoe nozionistico in genere, tenere presenteche vi è una notevole difficoltà nelricordare nomi, termini tecnici edefinizioni (es.materie scientifiche, diritto)Consentire l’uso di calcolatrice, tavole,tabelle e formulari delle varie disciplinescientifiche durante le verifiche, mappenelle interrogazioni.Utilizzare prove a scelta multiplaDifficoltà nell’espressione della linguascritta.Favorire l’uso di schemi testuali
  • 52. •Disortografia e disgrafiaFavorire l’utilizzo di programmi di video- scrittura con correttore ortografico per l’italiano e le lingue straniere.• Facile stancabilità e lunghezza dei tempi direcupero •Fissare interrogazioni e compiti programmati evitando di spostare le date. •Evitare la sovrapposizione di compiti e interrogazioni delle varie materie evitando possibilmente di richiedere prestazioni nelle ultime ore. •Elasticità nella richiesta di esecuzione dei compiti a casa per i quali è necessario istituire un produttivo rapporto scuola-famiglia/tutor. •Controllo della gestione del diario.•Difficoltà nella lingua straniera •Privilegiare la forma orale, utilizzare prove a scelta multipla
  • 53. BibliografiaCatucci M., (2010) “Il Quadernino delle regole di italiano di Milly” il Melograno Editore.Catucci M., (2010) “Il Quadernino delle regole di matematica di Milly” il Melograno Editore.Meloni M., Galvan N., Sola D., Sponza N., (2004)“Dislessia strumenti compensativi” a cura della Associazione Italiana Dislessia, Libri Liberi.www.aiditalia.orgwww.biblioaid.itwww.dislessia.org/www.smartpen-edu.it/dislessiawww.anastasis.it/http://cmap.ihmc.us/download/index.php/
  • Fly UP