System is processing data
Please download to view
...

Come Fare Un Tema Su Un Fatto Di Cronaca

by robertosconocchini

on

Report

Category:

Documents

Download: 0

Comment: 0

27

views

Comments

Description

Guida alla scrittura di un tema su un fatto di cronaca
Download Come Fare Un Tema Su Un Fatto Di Cronaca

Transcript

  • Come fare un tema su un fatto di cronaca La cronaca è una descrizione di un evento realmente accaduto e il suo scopo è quello di informare il lettore su di esso. Il testo di cronaca deve perciò essere breve, conciso e chiaro. Il lessico può essere comune o specialistico, a seconda dell'argomento e del target (cioè di coloro ai quali ci si rivolge). Esistono diversi tipi di cronaca: bianca, nera, rosa e sportiva; per ognuno di essi è bene scegliere il linguaggio appropriato, più formale o più colloquiale. Avendo a mente queste caratteristiche essenziali, vediamo ora nel dettaglio come svolgere un tema su un argomento di cronaca. jimdo.it registrati e inizia! Come si scrive un articolo di giornale Gli articoli di giornale si suddividono in quattro sottogeneri: -articolo di cronaca -articolo d’opinione -articolo culturale -articolo specialistico. Nei quotidiani troviamo non solo articoli di cronaca, legati all’attualità, ma anche articoli d’opinione, che commentano fatti di cronaca, oltre ad articoli un po’ più settoriali, come quelli culturali e specialistici. LE FONTI Le fonti da cui i giornalisti traggono le informazioni sono le istituzioni, le forze dell’ordine, le aziende. Molte notizie vengono raccolte dalle agenzie di stampa, ma
  • per approfondire l’argomento il giornalista deve svolgere ricerche,inchieste, investigazioni. Nel caso di una prova scolastica, le informazioni vanno desunte dal testo di storia, dai documenti, dalle ricerche (su enciclopedia,Internet), dalle interviste e dai libri (di letteratura, storia,geografia,ecc.). L’ARTICOLO DI CRONACA Gli articoli di cronaca sono dei testi di tipo informativo e trattano di argomenti attuali, recenti o accaduti nel periodo di tempo in cui vengono pubblicati. A seconda del contenuto, essi si suddividono in articoli di cronaca: -politica (relativi ad eventi o dibattiti politici) -giudiziaria (relativi a processi, indagini ecc.) -nera (relativi a delitti o violenze ecc.) -rosa (relativi a vicende sentimentali o gossip) -bianca (relativi a tematiche di interesse generale) COME SCRIVERE UN ARTICOLO DI CRONACA A partire dai documenti a disposizione, bisogna identificare bene il fatto che si intende riportare nel proprio elaborato, distinguendo informazioni principali e secondarie. Per catturare l’attenzione di chi legge è molto importante l’attacco dell’articolo (la parte iniziale), ovvero il lead. Al fine di comunicare al meglio la notizia principale, è necessario seguire le 5 regole fondamentali del giornalismo di informazione, tradizionalmente indicate con le 5W + 1H(secondo la terminologia anglosassone): 1. WHO (chi?): chi sono i personaggi coinvolti? 2. WHAT (che cosa?): che cosa è accaduto? 3. WHERE (dove?): dove si è svolto il fatto? 4. WHEN (quando?): quando si è verificato il fatto? 5. WHY (perché?): quali sono le cause che hanno provocato o favorito il fatto? HOW (come?): come si sono svolti i fatti? IL LINGUAGGIO Le caratteristiche principali del linguaggio giornalistico di cronaca sono:
  • -frasi brevi, -ordine regolare di posizione di soggetto, predicato, complementi -prevalenza di verbi all’indicativo presente o passato prossimo -stile semplice, diretto, comprensibile, senza passaggi che possono impedire la comprensione del lettore. Dopo la stesura del testo si procede alla correzione per controllare: – gli errori ortografici; – i tempi dei verbi: si può scegliere il presente storico, presentando i fattipassati come se avvenissero nel presente, oppure il passato prossimo,passato remoto, imperfetto; si può fare ricorso anche al futuro, in riferimentoad avvenimenti già avvenuti, ma successivi al momento in cui cisi colloca idealmente. – la completezza; FORMULAZIONE DEL TITOLO A lavoro ultimato, si procede alla formulazione del titolo, composto di 3 parti: 1) titolo vero e proprio, spesso ad effetto, scritto con caratteri di dimensioni maggiori, che riporta la notizia principale; 2) occhiello, collocato sopra il titolo, in caratteri di dimensioni minori, che approfondisce la notizia esposta nel titolo; può anche non comparire. 3) catenaccio o sottotitolo, collocato sotto il titolo, anch’esso scritto in caratteri più piccoli, che aggiunge ulteriori informazioni; può anche non comparire.
Fly UP