...

Canzoniere Illustrato Della Giovinezza - Tutti gli accordi dei Baustelle

by pietro-raimondi

on

Report

Category:

Documents

Download: 15

Comment: 0

869

views

Comments

Description

Il canzoniere completo dal 2000 al 2013 con le canzoni di quella che forse è la migliore band italiana contemporanea.
Download Canzoniere Illustrato Della Giovinezza - Tutti gli accordi dei Baustelle

Transcript

  • r
  • LE VACANZE DELL' 83 FA SIbm FA SIbm Era (me lo ricordo bene) la colonia estiva, non si respirava FA SIbm FA SOLm son sicuro che la corriera partiva e poi salutavano FA SIbm FA SIbm C'era una storia d'amore, c'era un reggiseno mentre lo slacciava FA SIbm FA SOLm mi ricordo che il complesso suonava e poi solo tenebre DO# SI MI SI RE#7 DO Shabadabadaba da-da-da shabadabadaba da-da-da-da-da shabadabadaba da-da-da-da DO# SI MI SI RE#7 DO Shabadabadaba da-da-da shabadabadaba da-da-da-da-da shabadabadaba da-da-da-da FA SOLm FA Le vacanze dell'ottantatre sembravano sintetiche SOLm FA lo scrivi si, lo scrivi o no il tuo romanzo erotico-me SIbm FA sei finito a Rimini con le signore in bikini SOLm le radioline cantano la pubertà FA SIbm FA SIbm C'era la straniera del mare, l'asma non passava, io mi nascondevo FA SIbm FA SOLm li spiavo, lei e il mio amico del cuore perché si toccavano DO# SI MI SI RE#7 DO Shabadabadaba da-da-da shabadabadaba da-da-da-da-da shabadabadaba da-da-da-da DO# SI MI SI RE#7 DO Shabadabadaba da-da-da shabadabadaba da-da-da-da-da shabadabadaba da-da-da-da FA SOLm FA Le vacanze dell'ottantatre sembravano sintetiche SOLm FA lo scrivi si, lo scrivi o no il tuo romanzo erotico-me SIbm FA sei finito a Rimini con le signore in bikini SOLm le radioline dicono oh-oh oh-oh oh-oh-oh FA SOLm FA ho visioni dell'ottantatre visioni senza pillole SOLm FA un giorno o l'altro scriverò il mio romanzo erotico-me SIbm FA sei finito a Rimini la playa di camerini SOLm le radioline segnano la pubertà
  • MARTINA LA SOL RE LA SOL RE Martina per abitudine, miele infinito per anima FA MIm piccola speranza di non deludere mai più DO SOL DO DO# per morire un attimo, per calvario un angelo FA#m LA DO#m ah-ah ah-ah ah-ah ah-ah FA#m LA DO#m ah-ah ah-ah ah-ah ah-ah LA SOL RE LA SOL RE Incontri per solitudine, mascara denso per nudità FA MIm Piccole catastrofi per minuti intimi, DO SOL DO DO# tutto ciò significa scavare in profondità FA#m LA DO#m ah-ah ah-ah ah-ah ah-ah FA#m LA DO#m ah-ah ah-ah ah-ah ah-ah LA DO# RE MI LA Tutto ciò significa: anche tu mi ucciderai DO# RE DO# SIm RE un rasoio inciderà le mie vene, ora, ridi, MI LA FA#m SIm LA SIm dietro lenti scure ri de rai LA DO# RE MI LA Tutto ciò vuol dire che anche tu mi tradirai DO# RE DO# SIm RE un rasoio inciderà la mia pelle, ora, ridi, MI LA FA#m SIm LA SIm dietro lenti scure ri de rai FA MIm Piccole catastrofi per minuti intimi, DO SOL DO DO# tutto ciò significa scavare in profondità FA#m LA DO#m ah-ah ah-ah ah-ah ah-ah FA#m LA DO#m ah-ah ah-ah ah-ah ah-ah FA#m LA DO#m ah-ah ah-ah ah-ah ah-ah FA#m LA DO#m ah-ah ah-ah ah-ah ah-ah
  • SADIK DO FA DO FA Gusta sulle guancie, il cuoio tocca il golgota DO FA DO FA Meglio di una gita al mare la domenica DO FA DO FA Incatena con la seta, squillo platino DO FA DO FA Chiuso dentro il bagno nostro padre amplifica SOL DO LA SOL DO Le storie nere è l'apostolo dell'uomo in maschera DO FA DO FA Sadik la-la la-la-la-la-la-la-la-la DO FA DO FA Sadik la-la la-la-la-la-la-la-la-la DO FA DO FA Per la vita dei ragazzi, per il crimine DO FA DO FA Quattro piume di cristallo, bava a Hollywood DO FA DO FA Antiomologata adolescenza torbida DO FA DO FA Meglio di dovere lavorare in fabbrica SOL DO LA SOL DO Mio padre spera venga sotterranea la modernità DO FA DO FA Sadik la-la la-la-la-la-la-la-la-la DO FA DO FA Sadik la-la la-la-la-la-la-la-la-la
  • NOI BAMBINE NON ABBIAMO SCELTA LAm REm Mi telefona, promette che mi rapirà MIm SOL mi porterà al cinema, è la mia droga non mi può far male DO FA DO Non abbiamo altro non abbiamo scelta noi bambine SOL DO FA SOL Mi piace l'uomo sulla Honda biondo da trascorrere RE la-la-la SOL DO RE SOL DO In una vasca d'acqua sporca di motel che male c'è? RE SOL Germain-des-pres RE la-la-la la-la-la-la LAm REm He's my teddy-boy campa di guai, non piange mai MIm SOL si chiede "che sarà di noi", mi scrive sulla bocca le parole DO FA DO che non posso dire quando piango in questo mondo stupido SOL DO FA SOL Mi fa morire con le mani buone da trasmettere RE la-la-la SOL DO RE SOL DO A queste natiche di panna e di caffè, che male c'è? RE SOL Mon petit verlaine RE la-la-la la-la-la-la la-la-la-la la-la-la
  • GOMMA REm Settembre spesso ad aspettarti e giorni scarni tutti uguali DO Fumavo venti sigarette e groppi in gola e secca sete di te REm Tue cartoline-condoglianze "hello bastardo ci vediamo" DO L'adolescenza che spedivi sulle mie tenebre incestuose-osé FA7 Ed il futuro stava fuori dalla new wave da liceale DO Così speravo di ammalarmi o perlomeno che si infettassero i bar FA7 Novembre mi facevi freddo la fronte frigo il polso a zero DO MIm Sporcare specchi era narcosi "potrei scambiare i miei 'le ore' con te ?" Tremavo un po' LAm FA7 di doglie blu e di esistenza inutile DO vibravo di vertigine LAm MIm SOL DO FA DO di lecca-lecca e zuccheri REm Vespe d'agosto in caldo sciame per provinciali bagni al fiume DO Mi pettinavo un po' all'indietro superficiali ricreative pietà REm Sabato sera dentro un buco e disco-gomma-americana DO leccavo caramelle amare e primavere già sfiorite con te FA7 E già ti odiavo dal profondo avevo piombo da sparare DO Se stereofonico posavo d'imbarazzante giovinezza lamé FA7 E fantascienza ed erezioni che mi sfioravano le dita DO MIm tasche sfondate e pugni chiusi "avrei bisogno di scopare con te"
  • Tremavo un po' LAm FA7 di doglie blu e di esistenza inutile DO vibravo di vertigine LAm MIm di lecca-lecca e zuccheri LAm FA7 di doglie blu e di esistenza inutile DO vibravo di vertigine LAm MIm di lecca-lecca e zuccheri
  • LA CANZONE DEL PARCO FA m SOL DOm FAm SOL DOm Lui e lei ri do no u mi di baciano parole lievi leggère le piume se lui e lei fragili indecisioni al solito posto la solita ora se lei e lui sabato dopo la scuola lo fanno sul serio la colomba vola domani è lontano domani è lontano se mi ami ora se lui e lei ridono umidi baciano parole lievi leggère le piume se lei e lui timidi umidi scrivono platani con incisione di cuori sinceri se dicono 'ti voglio bene' il parco sorride la stagione viene se lei e lui nuvole di desideri si toccano puri Il prato respira domani è lontano domani è lontano se mi ami ora FAm SOL DOm Penso che ho di nuovo i brividi FAm SOL e mi lascio prendere DOm FAm da domande inutili da poeti poveri sui miei rami umidi sulle foglie ultime a che cosa pensano questi umani fragili a che cosa servono i miei rami stupidi a che cosa servono se mi lascio prendere da pensieri inutili posso solo esistere In eterno vivere senza avere gli attimi
  • degli amanti giovani degli amori giovani a che cosa pensano questi umani fragili a che cosa servono i miei rami stupidi a che cosa servono se mi lascio prendere da pensieri inutili a che cosa?
  • LA CANZONE DEL RIFORMATORIO LA SIm Questo è par quando ti ho fatto male quel pomeriggio un anno fa RE LA SIm LA SIm con il coltello nello stivale, mi facevo di alcolici andati a male RE FA LA di benzedrina per non dormire sotto le luci RE MI LA mi piacevi sai Virginia LA SIm Erano giorni di vita dura mi sorridevi senza pietà RE LA SIm LA SIm e non vedevi che la paura mi portava via la libertà di non amare RE FA LA ed è per questa pena d'amore che ti ho ferito RE MI LA in un pomeriggio storico LA SIm Era una dose tagliata male, mi sconvolgeva l'umidità RE LA SIm LA SIm ma conservavo un certo stile, ti guardai con la felicità irrazionale RE FA LA con la carezza dell'eroina che mi cullava RE MI LA mi perdonerai Virginia? LA DO#m FA#m E adesso mi manchi te lo giuro, le sogno la notte le tue grida ah! SIm RE REm Le tue cosce bianche stonano sopra le donnine pornografiche DO#m appese dagli altri, custoditi qui con me SIm MI LA Ci fa bene l'istituto ah LA DO#m FA#m Amore tra cinque anni dove andrò, e tu chi sarai e chi saremo oh SIm RE REm fuori dal riformatorio, le vite perdute come gioie, passata per sempre moda DO#m FA#m SIm MI LA Ah, cos'è che ci rende prigionieri? Aah LA SIm Hai salutato le tua amiche, eri spacciata piccola mia RE LA SIm LA SIm quando ti ho detto "mi riconosci sono quello che non ride mai nella tua scuola" RE FA LA E dolcemente ti ho regalato la mia violenza RE MI LA il mio attimo di gloria
  • LA DO#m FA#m E adesso mi manchi te lo giuro, le sogno la notte le tue grida ah! SIm RE REm Le tue cosce bianche stonano sopra le donnine pornografiche DO#m appese dagli altri, custoditi qui con me SIm MI LA L’istituto ci fa bene ah LA DO#m FA#m Amore tra cinque anni dove andrò, e tu chi sarai e chi saremo oh SIm RE REm fuori dal riformatorio, le vite perdute come gioie, passata per sempre moda DO#m FA#m SIm MI LA Ah, cos'è che ci rende prigionieri? Aah
  • CINECITTA' R: Buonasera...si accomodi prego.. LAm FA#m F: Buonasera R: Quanti anni ha? FA MIm7 F: Venticinque R: E' qui per il provino? SOLm FA#m F: oh ci proverò R: Beva qualcosa intanto FA RE SOLm MI LAm F: Lei è molto gentile ho fatto un lungo viaggio per venire qui R: E' un film erotico...lo sapeva già? LAm FA#m F: Non pensavo a.. R: Una donna..il marito..molti amanti FA MIm7 F: Scene sexy R: Lei sembra perfetto per il ruolo dell'amante SOLm FA#m F: Il problema è... R: Non se la sente? FA RE SOLm MI LA F: Se me lo chiede con quegli occhi non mi riuscirà di dirle no LA7 RE SOL SIm LA E poi stasera sono sul punto di sognare SOL RE E' la vita è che siamo nudi, è la scena solita MIm RE La la la la è la dolce vita SOL RE E' la sera a cena, è Morricone , è che noi siamo così MIm RE La la la la è la bossanova
  • R: Adesso dovrebbe spogliarsi LAm FA#m F: Qui davanti a lei? R: Certo... il colloquio prevede anche questo FA MIm7 F: Poi che altro c'è? R: Mi abbracci forte, la prego SOLm FA#m F: Signorina... R: Aahh.. FA RE SOLm MI LA F: Lei mi fa male dentro come in quella scena di Pietrangeli LA7 RE SOL SIm LA Dove la sera a Roma si muore d'amore SOL RE E' la vita è che siamo stelle, è che noi siamo miseri MIm RE La la la la è la vita magra SOL RE E' la sera a cena, è produzione ed è via Veneto MIm RE La la la la è la prima volta SOL RE E' fuori copione non è la radiotelevisione MIm FA La la la la - La la la la
  • IO E TE NELL' APPARTAMENTO LA SOL#M LA SOL#M Sulla scia (di nuovo) di una cameriera LA SOL#M LA SOL#M stacca dal bar èlite alle sei la sera LA7 SI "Guarda la coincidenza ti ho visto ieri sera LA7 SI Dimmi come ti chiami quanti ragazzi chiami LA7 SI Io non so fare niente, volevo solamente RE7 LA7 RE7 LA7 chiuderti... di sopra... su da me... forever" RE MI LA SOL#m FA# RE SI MI RE DO# Ci prenderemo come i cani, la gente fuori non lo capirebbe mai RE MI LA SOL#m FA# RE SI MI RE DO# Perduti nell' appartamento, non ci ritroveremo mai "Quanti anni hai?" RE MI LA SOL#m FA# RE SI MI RE DO# Ma sempre meglio di morire, di tanti anni uguali e neanche un attimo LA SOL#M LA SOL#M "Come va la vita?" "come di solito". LA SOL#M LA SOL#M "dove vai la sera?" "ti conosco appena" LA7 SI La canzonetta triste te la farò sentire, LA7 SI gira sul giradischi dentro l'appartamento LA7 SI Falla girare ora domani forse me ne andrò RE7 LA7 RE7 LA7 via da qui...via da te...forever...and ever RE MI LA SOL#m FA# RE SI MI RE DO# E ci ameremo come i cani e tu non ti ricorderai negli anni mai RE MI LA SOL#m FA# RE SI MI RE DO# E non sarà poi tanto bello (glissando di violini come al ci ne ma) RE MI LA SOL#m FA# RE SI MI RE DO# Ma è sempre meglio di una sera d' inverno contro la città non ti sembra?
  • IL MUSICHIERE 999 DO FA7 Voglio essere Gainsbourg, voglio una lolita al mou MIm FA ay marieke mon amour dammi quello che vuoi tu DO FA7 Se con gli altri balli il twist, se con gli altri prendi il trip MIm FA dove vado non lo so, quanto male ti farò. DO FA7 Voglio essere Gainsbourg, voglio una lolita al mou MIm FA ay marieke mon amour dammi quello che vuoi tu DO FA Voglio il ciuffo di De Andrè e una bimba come te RE MI Build the modern chansonnier Build the modern chansonnier RE MI Build the modern chansonnier Build the modern chansonnier DO FA7 Certi giorni penso che voglio odiare i want to hate MIm FA copulare in hit parade, ammazzarmi insieme a te DO FA7 Forse un giorno morirò, amplificatore vox MIm FA If i die Juliette Greco all'inferno brucerò DO FA7 Certi giorni penso che voglio odiare i want to hate MIm FA copulare in hit parade, suicidarmi insieme a te DO FA Il tabacco di De Andrè e una fica come te RE MI Build the modern chansonnier Build the modern chansonnier RE MI Build the modern chansonnier Build the modern chansonnier
  • CIN CIN DO FA DO FAm Alla nostra grazia nello scrivere SIb LA REm SOL versi senza forza al non vivere DO FA DO FAm Al nostro per sempre ed ai nostri mai SIb LA REm SOL alle dipendenze, allo stile che ci rende DO FA MI LAm Noi, io e te, un futuro non c'è FA MI FA SOL DO ma vedrai ci sarà, cambierà parleremo anche noi FA MI LAm Io e te del futuro che c'è FA MI nelle mani che hai FA SOL REm nel coraggio che ancora non ho LAm FA SOL DO Se mi concentro il brasile lo invento DO FA DO FAm Alle sigarette alla vaniglia SIb LA REm SOL alla meraviglia della solita DO FA DO FAm vita maledetta che ti porterà SIb LA a Rio de Janeiro REm SOL Brindo ma credo soltanto a DO FA MI LAm Noi, io e te, un futuro non c'è FA MI FA SOL DO ma vedrai ci sarà, cambierà rideremo anche noi FA MI LAm Io e te del futuro che c'è FA MI in questi occhi che hai FA SOL REm nel coraggio che ancora non ho LAm FA SOL DO Ma sento dentro che un amore lo invento
  • ARRIVA LO YE'-YE' RE LA RE Portami fuori a cena Baustelle, fammi vedere il centro LA RE SIm SOL RE LA La tua pelle odora d' oleandro, scortami gentilmente SOL RE LA in una discoteca sulle stelle RE LA RE Dammi una sigaretta "Copenhagen", fammi vedere gli occhi LA RE SIm SOL RE LA La tua pelle esce da scollature, ferisce mortalmente SOL RE LA Baciami bella bionda sulle stelle RE SOL RE SOL RE SOL Passano le straniere comprano, le fontane crollano RE SOL sono come me RE SOL RE SOL RE SOL Vengono da tristezze artiche, nei locali cercano RE SOL forme di yè-yè RE LA RE LA Paga tu il conto amore per favore, portami in un albergo per due ore RE SIm SOL RE LA Profuma di Stoccolma la schiena tua spogliata SOL RE LA Amami una volta nella vita RE SOL RE SOL RE SOL Ballano, le svedesi portano minigonne pallide RE SOL sono come me RE SOL RE SOL RE SOL Dondola la mia vita solita, tutto questo implica una gioventù MI LA MI LA MI LA Urlano le straniere comprano, tutto questo implica MI LA forme di yè-yè MI LA MI LA MI LA Brancolo nell' Agosto torrido, questo film ridicolo MI quando finirà? LA yè yè yè yè yè yè yè yè
  • LA CANZONE DI ALAIN DELON DO FA7 L' unica cosa che ho è la bellezza del mondo DO FA7 la sola cosa che so è vorrei conservarla per me DO FA7 Io già nel novantasei avevo fame di storie DO FA7 vi raccontavo di me non c'era da stare allegri SOL DO Rubare negli autogrill ti rende Alain Delon FA DO Com'ero bello quando stavi con me FA REm Ero più vecchio quando stavi con me SOL Soltanto adesso so FA SOL DO MIm Che sono diverso, sono sporco, avevo torto marcio, tu..piangevi FA SOL DO Io già recitavo erano anni che studiavo Alain Delon FA7 DO FA7 DO Piangevo oh oh oh... piangevo oh oh oh DO FA7 L'unica cosa che ho è lo squallore del mondo DO FA7 la sola cosa che so è che vorrei conservarlo SOL DO Ti credi Alain Delon coi profilattici, tu FA DO mi coccolavi quando stavi con me, FA REm ero più bello quando stavi con me SOL Ero più giovane FA SOL DO MIm Ma sono diverso, sono sporco, avevo torto marcio, tu..piangevi FA SOL DO Io già recitavo erano anni che studiavo Alain Delon FA7 DO FA7 DO Fumava ah ah ah... fumava ah ah ah SOL DO Ti credi Alain Delon sei solo stupida, tu FA DO Eri più bella quando stavi con me FA REm una modella che posava per me SOL Com'eri piccola
  • FA SOL DO MIm Ma sono diverso, sono sporco, avevo torto marcio, tu..piangevi FA SOL DO Io già recitavo erano anni che studiavo Alain Delon FA7 DO FA7 DO FA7 DO FA7 DO Piangevo oh oh oh... ridevo oh oh oh... piangevo oh oh oh... ridevo oh oh oh FA DO La la la la la la...
  • LOVE AFFAIR LA RE MI Ti ricordi noi il giorno in cui dicesti che LA RE siamo ragazzi, siamo ragazzi MI LA Per quello che vuoi è troppo presto LA RE MI Amore mio che buio c'è, che freddo fa LA RE Nudi sull' erba, nudi sull' erba MI LA Il fumo ce l'ho, coraggio ce l'hai? SOL DO RE (tu tu tu tu - tu tu tu tu) where are you now? SOL DO RE (tu tu tu tu - tu tu tu tu) where are you now? SOL LA DO RE (la la la la la la la la) where are you now? SOL LA DO RE (la la la la la la la la) where are you now? LA RE MI Ti ricordi noi la sera in cui le rondini LA RE sopra la scuola, sopra la scuola MI LA volavano per proteggere i RE MI nostri blue jeans dalle suore, dai parroci LA RE Sarà peccato, sarà reato MI LA la prima volta strapparsi gli slip SOL DO RE (tu tu tu tu - tu tu tu tu) where are you now? SOL DO RE (tu tu tu tu - tu tu tu tu) where are you now? SOL LA DO RE (la la la la la la la la) where are you now? SOL LA DO RE (la la la la la la la la) where are you now?
  • IL SENO SOLm Mettiamo che sia vera la tua bocca, soltanto se mi guardi ma non parli Mettiamo che sia piccolo il tuo seno, che crimine DOm allora avrai vent'anni SOLm DOm Allora troverò una scusa per non poterlo SOLm DOm più scordare e se ti va, che vuoi che sia, una follia SOLm DOm il seno in fotografia SOLm Mettiamo che tu voglia avvicinarmi solo perchè sei fatta ed hai vent'anni Mettiamo che ti chieda di seguirmi in macchina DOm mi daranno vent'anni SOLm DOm Se sarai nuda in una posa, sopra il sedile SOLm DOm posteriore se lo vuoi, la vita è pellicola SOLm capezzoli.... come souvenir SOLm DOm Allora troverò una scusa per non potermi SOLm DOm più scordare e se ti va, la vita è pellicola SOLm capezzoli.... come souvenir SOLm DOm Allora troverò una scusa per non potermi SOLm DOm più scordare e se ti va, la vita è pellicola SOLm capezzoli
  • MADEMOISELLE BOYFRIEND MI7 LA MI7 LA MI7 LA Riconoscerò il sapore tiepido di un suicide MI7 LA MI7 LA DO#m ti stravolgerò, la chiusura-lampo ti toccherò SIm DO#m SIm come i garçons, mia piccola, elettroshock RE7 SI7 LA7 DO#m Triste telegiornale, happy dei miei ricordi RE7 DO#m MI Mademoiselles boyfriend, fammi venire RE MI LA DO#m SOL7 E quando tu mi lascerai io mi innamorerò RE7 DO SIb7 MI7 di cose più importanti, di samba riguardanti a LA MI7 LA felicidade, a felicidade MI7 LA MI7 LA MI7 LA E indosserò la gonna di seta come un abandon MI7 LA MI7 LA DO#m Ti stravolgerò il divano-letto, il samurai SIm DO#m SIm che porto dentro, ti sposterò il baricentro RE7 SI7 LA7 DO#m Triste mi piacerebbe, happy farti del male RE7 DO#m MI Mademoiselles boyfriend, sto per venire RE MI LA DO#m SOL7 E quando tu mi lascerai io mi innamorerò RE7 DO SIb7 MI7 di cose più importanti, di samba riguardanti a LA MI7 LA MI7 LA MI7 felicidade, a felicidade, a felicidade
  • LA SETTIMANA BIANCA RE FA# SIm DO SOL FA LAm RE Se sugli sci vi capita di perdervi, sorridete.. Smile! RE FA# SIm DO SOL FA LAm RE Pensate che non è un male irrimediabile, sorridete.. Smile! MI FA# SI MI SI MI E sarete più belli dentro, più belli dentro FA# MI FA# Negativi vivi, esistenzialisti tristi SI MI SI MI FA# Quarti arrivati ai campionati di discesa libera all’inferno RE FA# SIm DO SOL FA LAm RE Se in seggiovia vi capita un’austriaca, sorridete.. Smile! RE FA# SIm DO SOL FA LAm RE Provateci, lei è sola come voi, siate soli.. Smile! MI FA# SI MI SI MI E sarete perfetti dentro più belli dentro FA# MI FA# Negativi vivi, esistenzialisti tristi SI MI SI MI FA# Quarti arrivati ai campionati di discesa libera all’inferno MI FA# SI MI SI MI E sarete più belli dentro e nuovi fuori FA# MI FA# Esistenzialisti, cuori rossi congelati SI MI SI MI FA# Classificati ai campionati di discesa libera all’inferno
  • EN REm DO#m Se fossi te Sarei magnifico un’orchidea DOm L’Oceano Atlantico, Brigitte Bardot DO7 FA7 capelli di pensieri neri SI Ora che vivo al nord ti amo un po’ MI7 Aspiri Marlboro, mi sorridi MIbm SOL#m DO# DO7 Se fossi uguale a te sarei Venere di Milo REm DO#m Avessi la bellezza classica che vive in te DOm Avessi un giorno o due, l’eternità DO7 FA7 della tua immagine nervosa SI Allora io sarei nel vento di MI7 sinistri boulevard, una ninfea MIbm SOL#m DO# DO7 una cometa nera, una Jaguar, una star FA SIb LAm Per adorare te, la tua libertà MIb REm DO Poche righe ma solo per te... solo per te FA SIb LAm Per i tuoi uomini, per il cabernet MIb REm sauvignon, cioé le labbra tue DO ecco perché REm DO#m Brillassi io al pari della tua ceramica DOm Se lo sfoggiassi io quel decolletée DO7 FA7 sarei nel nome del Signore SI La tua purezza è nell’essere MI7 inconsapevole Art Déco MIbm SOL#m DO# DO7 Sei decadentemente nuda I tuoi fianchi li avessi io
  • FA SIb LAm Per le tue palpebre, per le piccole MIb REm vene scure, per sua santità DO Eyeliner SOL DO SIm Per Gesù Cristo e per il cabernet FA MIm sauvignon, cioè le labbra tue RE ecco perché SOL DO SIm Per Jackie Kennedy e per Marylin FA MIm RE Per chiunque ma solo per te... solo per te SOL DO SIm Per Jackie Kennedy e per Marylin FA MIm Per chiunque ma solo per te RE Elisa
  • RECLAME SOLm LA RE DOm Di notti con te, di gocce di sangue FA SOLm MIb DOm FA Di carezze sporche, quante me ne rimangono? SOLm LA RE DOm Di versi per te, di miei occhi tristi FA SOLm MIb DOm FA e di questi dischi, quanti me ne restano ancora? SIb FA Non ascoltate la réclame, una Marlboro morbida SOLm la Nazionale tossica, una Muratti, una Pall Mall REm una cartina, una Gitane, la lingua sulla cenere DOm l'amore mio s'arrotola e non finisce più FA Il filtro glielo strappo via, la donna mia è una Bis MIb ed ha il veleno di una Kim oppure di una Camel Light è come una Lucky Strike e non la spengo SIb FA Don't listen to the radio, una Marlboro morbida SOLm la Nazionale tossica, una Muratti, na Pall Mall REm una cartina, una Gitane, la lingua sulla cenere DOm l'amore mio s'arrotola e non finisce più FA Il filtro glielo strappo via. In ogni morte trovo che un pò di estate in fondo c'è MIb In ogni morte trovo che un pò d' estate in fondo c'è in ogni morte SOLm LA RE DOm Di promesse tue, di appuntamenti FA SOLm MIb DOm FA E di valzer lenti quanti me ne concedi, amore?
  • SIb FA Non ascoltate la réclame, una Marlboro morbida SOLm La Nazionale tossica, una Muratti, una Pall Mall REm una cartina, una Gitane, la lingua sulla cenere DOm l'amore mio s'arrotola e non finisce più FA Il filtro glielo strappo via. In ogni estate trovo che un pò di morte in fondo c'è MIb In ogni morte trovo che un pò d' estate in fondo c'è in ogni morte SIb FA Don't listen to the radio, una Marlboro morbida SOLm la Nazionale tossica, una Muratti, na Pall Mall REm una cartina, una Gitane, la lingua sulla cenere DOm l'amore mio s'arrotola e non finisce più FA Il filtro glielo strappo via. In ogni morte trovo che un pò di estate in fondo c'è MIb In ogni morte trovo che un pò d' estate in fondo c'è in ogni morte
  • LA MODA DEL LENTO RE Svegliati, fai tardi perdi l’autobus, stavolta non sprecare questa possibilità Lo capisci amore mio Io sono l’unica che ti ha amato è che adesso non mi va Quante volte le ho sentite le parole della verità Quante volte le ho credute, l’unica fottuta realtà SOL E ora giro per locali, mi stupisce la puntualità LA delle mode musicali SOL RE Giro come un disco, non mi fermo mai RE Le ragazze della pista sono esempi di velocità Che mi annebbiano la vista, ballo senza troppa tecnica SOL E sono in un periodo strano fumo e bevo troppo e non mi va LA l’innamoramento umano SOL RE Ballo senza fiato e non mi fermo mai LA RE SOL Ho più freddo adesso di quando tanti anni fa RE LA SOL la neve bianca mi gelò la giacca a vento LA RE SOL RE So che tornerà fra centomilacinquecentoventicinque anni LA SOL la moda del lento RE No no no no no no no forse no no no no no no no no no
  • RE Te ne rendi conto guarda come sei ridotto Mi fai pena cerca uno psicologo Lo capisci amore mio io sono l’unica che ti ha capito Puoi contare su di me Essere depressi oggi provoca troppi dibattiti Essere perduti oggi dura solo pochi attimi SOL Io sono lo scrittore in mare, lasciami affogare LA Lasciami una bibita al terrore SOL RE Il poeta affonda e non si ferma mai LA RE SOL Ho più freddo adesso di quando tanti anni fa RE LA SOL la neve bianca mi gelò la giacca a vento LA RE SOL RE So che tornerà fra centomilacinquecentoventicinque anni LA SOL la moda del lento LA RE SOL RE So che torneranno presto centomilacinquecentoventicinque LA SOL storie di tormento LA RE SOL Se ritornerai saranno centomilacinquecento RE LA SOL battiti per unità di tempo RE No no no no no no no forse no no no no no no no no no
  • BOUQUET LAm FA7 MIm SOL7 La solitudine è stile di vita per me DO7 FA LAM DO DO7 FA7 DO FA7 Quando mi stanco di chi mi giu di ca... Un cantante fra le nuvole LAm FA7 MIm SOL7 Allora succede che torna la nausea DO7 FA LAM DO DO7 FA7 DO salgo sulla bicicletta ed o sser vo passare il mondo in chiave estetica FA7 Perché MI LA SI scelgo le persone sulla base di MI LA SI cravatte e tagli di capelli semplici MI LA SI MI LA SI particolari che direste inutili in altre occasioni memorabili SOL MIb FA Se questo non ha senso guardo voi, le vostre vite MIb SIb7 MIb Mi chiedo "La bellezza che cos'è?" REm SOL#m DOm MIb DOm SOLm Ma resto qui con un bouquet di viole che non gradirai LAm FA7 MIm SOL7 Si dice in giro che sei solo un bastardo lo sai? DO7 FA LAM DO DO7 Dormi nei letti di tutti dorme--ndo mai FA7 DO FA7 Io non ci credo, dimmelo chi sei.. Che vuoi? MI LA SI S'il vous plait baciatemi e scordatemi MI LA SI Scrivetemi una lettera e mollatemi MI LA SI MI Come on baby amore solo amore, dammi solo un fiore LA SI ed un pugno di dollari SOL MIb FA Se questo non ha senso guardo voi, le vostre vite MIb SIb7 MIb Mi chiedo "La bellezza che cos'è?" REm SOL#m DOm MIb DOm Ma resto qui con un bouquet di viole che non gradirai
  • ARRIVERCI FA#m E poi la storia finirà RE Hotel SIm E letti singoli SOL MIm DOm SOLm Avrò un nuovo cardigan SIbm LAm SOL FA Arrivederci, è stato bello MI Mi sbagliavo, ti sbagliavi Era poco più di niente FA#m E poi la moda passerà RE Cognac SIm e posacenere SOL MIm DOm SOLm Voilà, un'altra libertà SIbm LAm SOL FA Arrivederci, addio per sempre MI Mi spogliavo, ti spogliavi Era poco più di niente FA#m E poi...
  • LA GUERRA E' FINITA MI FA#m “Vivere non è possibile” lasciò un biglietto inutile LA Prima di respirare il gas, prima di collegarsi al caos SI7 Era mia amica, era una stronza, aveva sedici anni appena MI FA#m Vagamente psichedelica la sua t-shirt all’epoca LA Prima di perdersi nel punk, prima di perdersi nel crack SI7 Si mise insieme ad un nazista conosciuto in una rissa MI LA E nonostante le bombe vicine e la fame FA#m MI SI7 Malgrado le mine, sul foglio lasciò MI LA parole nere di vita “La guerra è finita FA#m MI SI7 per sempre è finita, almeno per me” MI FA#m Emotivamente instabile, viziata ed insensibile LA Il professore la bollò ed un caramba la incastrò Durante un furto all’Esselunga pianse SI7 e non le piacque affatto MI LA E nonostante le bombe alla televisione FA#m MI SI7 Malgrado le mine la penna sputò MI LA parole nere di vita “La guerra è finita FA#m MI SI7 per sempre è finita, almeno per me” MI LA E nonostante sua madre impazzita e suo padre FA#m MI SI7 Malgrado Belgrado, America e Bush MI LA Con una bic profumata da attrice bruciata FA#m MI SI7 “La guerra è finita” scrisse così.
  • SERGIO LA SIm7 LA SIm7 Mica sono stupido se esisto a vanvera MI RE LA Coi maiali state chiusi voi, fatelo MI RE LA un disegno pennarelli di polvere LA SIm7 LA SIm7 Mica faccio scandalo se si drizza in pubblico MI RE LA Questo manganello e non c'è più un medico MI RE DO se mi lavo solamente se pagano SOL E il cielo è blu, lo dici tu, DO SOL DO nessuno è blu , nessuno più, non c'è, la cura SOL DO Cristo Gesù mi salvi tu, la botta è blu SOL DO dottori blu, mi fai paura RE E il mondo guarda ed io non so SOL RE DO guardare il mondo e prenderlo se sono triste non lo so,vivo LA SIm7 LA SIm7 Mica mi capiscono se descrivo i missili MI RE LA Quindici anni state chiusi voi, fatela MI RE DO una barca per andare in America SOL E il cielo è blu, lo dici tu DO SOL DO nessuno è blu, nessuno più, non c'è, la cura SOL DO Cristo Gesù non serve più, la botta è blu SOL DO dottori blu mi fai paura SOL E il cielo è blu, lo dici tu DO SOL DO nessuno è blu, nessuno più, non c'è, la cura SOL DO la notte si è nera qui in quattro mi SOL DO violentano non ho paura RE E gira il mondo ed io non so SOL se sono un uomo oppure no RE DO Mi chiamo Sergio e come te vivo
  • REVOLVER REm SOLm Dico solo poche frasi, prendo solo forti dosi REm vivo DOm SIb male questa porca vita, sono nella malavita REm DO spreco... piango REm SOLm il mio cuore l'ho lasciato morto, marcio, violentato REm vivo DOm Quando tutto dorme esco SIb faccio sesso col revolver REm DO sparo... giuro SOLm DOm E non ho più niente, non piango più SOLm FAm MIb non voglio più altro che freddo SOLm LA dimentica e scordami REm SOLm E l'amore l'ho lasciato morto, marcio, disperato REm nero DOm Ero o coca fa lo stesso SIb faccio sesso col revolver REm DO sparo, giuro SOLm DOm E non ho più niente, non piango più SOLm FAm MIb non voglio più, altro che freddo SOLm LA dimentica e scordami SOLm DOm E non ho più niente, non piango più SOLm FAm MIb Ti dedico la mia vendetta SOLm LA e un buco di proiettile
  • I PROVINCIALI SIb FA Sacrificata vittima, verso d' amore cerca fiato per non soffocare più SIb FA Affittasi crepuscoli, balere ad ore piccole SIb FA Morire la domenica, chiesa cattolica SIb FA Estetica anestetica, provincia cronica SIb Si vende amore tossico, 'Ndrangheta e Camorra FA più Gomorra e meno sodoma SIb FA Denunciasi calamità di Marijuana e crimine SIb FA Morire la domenica, chiesa cattolica SIb FA Estetica anestetica, provincia cronica
  • IL CORVO JOE RE SIm SOL I barboni mi guardano mentre mastico la lucertola RE SIm SOL anche oggi è domenica tutta d'oro la gente luccica RE SIm SOL mentre osserva le anatre inventandosi la felicità RE SIm SOL la sorvolo e capisco che maledice la mia diversità RE FA#m SOL ma nel parco ci abito è la vita mia esser simbolo FA#m SIm FA#m RE di paura e di morte, sono tenebre i miei abiti RE SIm SOL i bambini sorridono "mamma guardalo, che bestiaccia è?" RE SIm SOL gli alberi mi consolano apro le ali e resto immobile RE FA#m SOL gli studenti li evito, preferisco le ricche vedove FA#m SIm FA#m RE SOL7 con gli anelli di platino sono un ladro ma fine gentleman MI SOL#m LA SI7 MI SI7 LA SI7 Io sono il corvo Joe, faccio spavento MI SOL#m LA SI7 state attenti lasciatemi stare MI SI7 LA SI7 MI SOL#m LA SI7 solo certi poeti del male mi sanno cantare! RE SIm SOL I borghesi si siedono e poi leggono il giornale RE SIm SOL i ragazzi si baciano, mezzogiorno sta per scoccare RE FA#m SOL senza grazia e gracchiando mi avvicino e poi li supplico FA#m SIm FA#m RE SOL7 se soltanto per oggi fossi libero di parlare MI SOL#m LA SI7 MI SI7 LA SI7 "Piacere: Corvo Joe, c'è da mangiare? MI SOL#m LA SI7 solo sassi sapete lanciare MI SI7 LA SI7 MI SOL#m LA SI7 meritate di andare per me nell'eterno dolore" MI SOL#m LA SI7 MI SI7 LA SI7 Io sono il corvo Joe, faccio paura MI SOL#m LA SI7 state attenti lasciatemi stare MI SI7 LA SI7 MI SOL#m LA SI7 solo certi poeti del male mi sanno cantare!
  • MI SOL#m LA SI7 Ma vi perdono MI SI7 LA SI7 perché in fondo portate nel cuore MI SOL#m LA sangue che è destinato a seccare SI7 MI SOL#m LA SI7 vivete un morire
  • UN ROMANTICO A MILANO MIm LAm RE Mamma, che ne dici di un romantico a Milano? DO SOL LAm fra i Manzoni preferisco quello vero:Piero MIm LAm RE Leggi, c'è un maniaco sul 'Corriere della Sera' DO SOL LAm la sua mano per la zingara di Brera è nera SIb FA Fuggi, cosa fuggi non c'è modo di scappare SOL DO ho la febbre ma ti porto fuori a bere MIm LA non è niente stai tranquilla è solo il cuore FA#m DO#m porta ticinese piove ma c'è il sole SIm FA LA quando il dandy muore fuori nasce un fiore RE DO#m le ragazze fan la fila per vedere SIm FA SOL SI la sua tomba con su scritte le parole MI LA SI "Io vi amo, vi amo ma vi odio però SOL#m DO#m LA SI vi amo tutti, è bello è brutto io non lo so MI LA SI io vi amo, vi amo ma vi odio però SOL#m DO#m LA SI vi amo tutti, è bello è brutto è solo questo" MIm LAm RE Scusi, che ne pensa di un romantico alla Scala? DO SOL LAm quando canta le canzoni della mala scola MIm LAm RE quasi centomila Montenegro e Bloody Mary DO SOL LAm mocassini gialli e sentimenti chiaro-scuri SIb FA Cara, scriverà sulle tovaglie dei Navigli SOL DO quanta gioia, quanti giorni, quanti sbagli MIm LA quanto freddo nei polmoni, che dolore FA#m DO#m non è niente non è niente lascia stare SIm FA LA se la Madonnina muore nasce un fiore RE DO#m lui non vuole che la sua ragazza legga SIm FA SOL SI quelle frasi incise quelle frasi amare
  • MI LA SI "Io vi amo, vi amo ma vi odio però SOL#m DO#m LA SI vi amo tutti, è bello è brutto io non lo so MI LA SI io vi amo, vi amo ma vi odio però SOL#m DO#m LA SI vi amo tutti, è bello è brutto è un giglio marcio MI LA SI io vi amo, vi amo ma vi sputo però SOL#m DO#m LA SI vi amo tutti, è bello è brutto è solo questo" MIm LAm RE L'erba ti fa male se la fumi senza stile!
  • A VITA BASSA LAm SI7 "Professore lei non sa" dice oggi Monica REm "che la personalità se la può permettere SIbm se la può concedere solo una piccola elite: il cantante, l'attore, eccetera, eccetera... LAm SI7 E l'antidoto che ho al futuro anonimo REm è la scritta Calvin Klein, è la firma D&G SIbm tatuata sugli slip sopra la vita dei jeans FA che quest'anno va bassa, va bassa" SIb DO Ed i cantanti dalla radio cantano FA REm ed ogni anno foglie morte cadono SIb FA SIb FA i calendari cambiano, i centravanti contano DO FA e tutto il resto è inutile LAm SI7 "Hai ragione Monica la sconfitta è storica REm ma non posso dirtelo, posso solo piangerla SIbm e guardarti crescere come cresce l'edera FA come il rovo su pietre e macerie SIb DO Ed i cantanti dalla radio cantano FA REm ed ogni anno foglie morte cadono SIb FA SIb FA i calendari cambiano ed i famosi ridono DO FA e tutto il resto è inutile SIb DO E le modelle per le strade sfilano FA REm ed ogni anno foglie morte nascono SIb FA SIb FA Comete nuove cadono per un errore cosmico DO FA è l' universo inutile!
  • PERCHE' UNA RAGAZZA D' OGGI PUO' UCCIDERSI DO SOL Forse perché non le piace la gente FA MIm o quella festa che ha dentro di se REm DO SIb FA quando vorrebbe la tranquillità, il niente DO SOL Anche perchè molto probabilmente FA MIm è stanca o non ce la fa neanche un pò REm DO SIb FA ad essere uno da TSO, da valium SOL DO7 DO SOL FA DO Ma la causa scatenante, il motivo vero siamo io e te ...oh yes SOL DO7 DO io che l'ho tradita, tu che le sei stata amica FA MIm SOL FA# MIm DOm commissario lei ci crederà noi la conoscevamo bene SIm FA SOL Shadadà.. shabudà.. shabudabudabu daà DO SOL Certo perchè non le importa più niente FA MIm del freddo forte che fa nella città REm DO SIb FA per farla breve che tempo farà per sempre DO SOL Forse perchè quello che lei voleva FA MIm era una vita da star Milano style REm DO SIb FA come credete che si sentirà adesso? SOL DO7 DO SOL FA DO Ma la causa scatenante, il motivo vero siamo io e te ...oh yes SOL DO7 DO io che l'ho tradita, tu che le sei stata amica FA MIm SOL FA# MIm DOm commissario lei ci crederà noi la conoscevamo bene SIm FA SOL Shadadà.. shabudà.. shabudabudabu daà
  • IL NULLA DO SOL FA DO SOL FA DO SOL FA Tu vai per mostre e città Festivalbar DO SOL FA DO SOL FA sei nei caffè di Parigi o sei sul porto di Amsterdam DO SOL FA DO Mi dici che ti emoziona il tramonto SOL FA DO ed io ti chiedo se ce l hai SOL FA DO SOL FA per caso in tasca un chewingum DO SOL FA DO SOL FA DO SOL FA Tu hai fiducia nel pop, sei rock and roll DO SOL FA DO SOL FA indossi il mito, passeggi Puma, mangi cinema DO SOL FA DO Mi spieghi che dietro ogni campo di grano SOL FA DO c'è il Divino, c'è Van Gogh SOL FA invece temo il peggio DO SOL FA DO SOL FA Tutto é niente, l' Essere è sotto il sole colpevole DO SOL FA Ma io non sono io, sono i trans LAm SOL FA FA7 o le nigeriane "solo bocca quanto vuoi?" LAm SOL FA FAm I segnali spesso non significano mai DO SOL FA DO SOL FA DO SOL FA E ( meglio di lunedì ) accorgersi DO SOL FA DO SOL FA nel caos dell' ipermercato o in un beato megastore DO SOL FA DO della bugia che sta alla base del mondo SOL FA DO SOL FA in un secondo coglierlo spogliato e crudo il nulla DO SOL FA DO SOL FA Tutto é niente, l' Essere è sotto il sole colpevole DO SOL FA Ma io non sono io, sono i trans LAm SOL FA FA7 lungo i viali tu del loro nulla che ne sai LAm SOL FA FAm I segnali spesso non significano mai.
  • CUORE DI TENEBRA DO MIm Cosa c'è cuore di tenebra FA DO parecchio piangere cazzotti o guai SOL MIm LAm FA Ma c'è una luce che cancella il bu---io DO FA MIm DO e non è il fulmine e non è il sole LAm MIm FA e neanche il bene del Signore MIm FA SOL sei tu... DOm SOL# DOm SIb LAm FA MIm FA SOL amo----re! La la la la, la la la la, la la la la, la la la la la, la la la la la, la la la la la DO MIm Tempo fa ragazzo tenebra FA DO morsi di vipera, le storie tue SOL MIm LAm FA C'è una salvezza che adesso stringi DO FA MIm DO e non è l'angelo, non è un miracolo LAm MIm FA non è la mano del Signore MIm FA SOL sei tu... DOm SOL# DOm SIb LAm FA MIm FA SOL amo----re! La la la la, la la la la, la la la la, la la la la la, la la la la la, la la la la la DOm SOL# DOm SIb LAm FA MIm FA SOL DO E così MIm per sempre vivere
  • COLOMBO SIm MI SI MI Siamo architetti ricchi di Bel Air e vecchie dive del noir SIm MI SI MI Abbiamo ville, abbiamo cadillac ed uccidiamo per soldi come te SIm MI SI MI Puoi controllare i nostri alibi, siamo eleganti e sereni SIm MI SI MI Siamo avvocati rispettabili e ci inchiniamo al denaro come te FA# SI MI SOL#m DO#m Ci annoiamo, abbiamo mogli e amanti, abbiamo tanti amici FA# SI MI SI FA#m A guardarli bene, tutti vermi che siamo costretti a eliminare MI SOL RE La logica spietata del profitto o chissà cosa ci fa MI SOL RE figli dell’Impero Culturale Occidentale MI SOL RE Meno male che qualcuno o che qualcosa ci punisce FA#m SOL# LA SI Arriva un investigatore, ci deduce l’anima FA#m MI RE MI La nostra cognizione del dolore illumina SIm MI SI MI Siamo scrittori in crisi a Beverly Hills e siamo John Cassavetes SIm MI SI MI Siamo i dentisti di Los Angeles ed adoriamo il potere come te FA# SI MI SOL#m DO#m Prepariamo le aragoste per chi viene a colazione FA# SI MI SI FA#m Prepariamo piani misteriosi appena ne cogliamo l’occasione MI SOL RE La logica spietata del profitto o chissà cosa ci fa MI SOL RE figli dell’Impero Culturale Occidentale MI SOL RE Meno male che qualcuno o che qualcosa ci punisce FA#m SOL# LA SI Arriva un investigatore, ci deduce l’anima FA#m MI RE MI La nostra cognizione del dolore illumina.
  • CHARLIE FA SURF RE# FAm LA# Vorrei morire a quest’età, vorrei star fermo mentre il mondo va RE# Ho quindici anni RE# FAm LA# Programmo la mia drum-machine. E suono la chitarra elettrica RE# Vi spacco il culo SOL#m LA# SOL#m LA# E’ questione d’equilibrio, non è mica facile RE# LA# FAm Charlie fa surf, quanta roba si fa, MDMA DOm LA# Ma ha le mani inchiodate. RE# LA# FAm Se Charlie fa skate, non abbiate pietà, crocifiggetelo DOm LA# DO# LA# sfiguratelo in volto con la mazza da golf RE# Alleluja, alleluja RE# FAm LA# Mi piace il metal e l’ r’n’b. Ho scaricato tonnellate di RE# filmati porno RE# FAm LA# E vado in chiesa e faccio sport, prendo pastiglie che contengono RE# paroxetina SOL#m LA# SOL#m LA# Io non voglio crescere, andate a farvi fottere RE# LA# FAm Charlie fa surf, quanta roba si fa, MDMA DOm LA# Ma ha le mani inchiodate RE# LA# da un mondo di grandi e di preti. Fa skate FAm DOm LA# DOm LA# Non abbiate pietà, una mazza da baseball, quanto bene gli fa RE# Alleluja, Alleluja
  • IL LIBERISMO HA I GIORNI CONTATI MIm SOL E’ difficile resistere al mercato, amore mio DO Di conseguenza andiamo in cerca di SOL rivoluzioni e vena artistica RE Per questo le avanguardie erano ok MIm DO almeno fino al sessantasei SOL DO SOL DO RE SOL DO RE SOL DO SOL DO Ma ormai la fine va da sé, è inevitabile MIm SOL Anna pensa di soccombere al mercato, non lo sa DO perché si è laureata anni fa SOL credeva nella lotta, adesso sta RE paralizzata in strada, finge di MIm DO essere morta, scrive con lo spray SOL DO SOL DO RE sui muri, che la catastrofe è inevitabile SOL Vede la fine in metropolitana, nella puttana RE che le si siede a fianco nel tizio stanco SOL FA MI nella sua borsa di Dior SOL Legge la Fine nei sacchi dei cinesi Nei giorni spesi al centro commerciale RE SOL FA MI Nel sesso orale, nel suo non eccitarla più DO Vede la Fine in me che vendo SOL dischi in questo modo orrendo DO SOL RE Vede i titoli di coda nella Casa e nella Libertà
  • MIm SOL E’ difficile resistere al mercato, Anna lo sa DO Un tempo aveva un sogno stupido: SOL un nucleo armato terroristico RE Adesso è un corpo fragile che sa MIm DO d’essere morto e sogna l’Africa SOL DO SOL DO RE Strafatta, compone poesie sulla Catastrofe SOL Vede la fine in metropolitana, nella puttana RE che le si siede a fianco nel tizio stanco SOL FA MI nella sua borsa di Dior SOL Muore il Mercato per autoconsunzione Non è peccato, e non è Marx & Engels. RE SOL FA MI se l’estinzione, è un ragazzino in agonia DO Vede la Fine in me che spendo SOL soldi e tempo in un Nintendo DO dentro il bar della stazione SOL RE e da anni non la chiamo più.
  • L’ AEROPLANO FAm Che cosa resta di noi che scopiamo nel parcheggio DOm7 Cosa resta di noi: un rottame di Volksvagen SIbm7 Il ricordo, si sa, trasfigura la realtà DO La verità se ne sta sulle stelle più lontane FAm Ci rimane MIb una città, un lavoro sempre uguale SOL# SOL Una canzone che fa sottofondo all’Indecifrabile FAm Cosa rimane di noi, ragazzini e ragazzine DOm La domenica dentro le chiese ad ascoltare SIbm7 la parola di Dio, il futuro era una nave SOL FAm tutta d’oro che noi pregavamo ci portasse via lontano MIb Cosa rimane di noi SOL# Ora che ci siamo amati ed odiati e traditi SOL e non c’è più limite DOm FAm Sfreccia in cielo un aeroplano MIb SOLm SOL# Io ti amo e non ti penso mai SIb DOm Penso a quello che ci resta FAm MIb Vola l’aeroplano, va lontano SOLm SOL# Vola su Baghdad SIb DOm Noi voliamo invano FAm Che cosa resta degli anni passati ad adorarti DOm7 Cosa resta di me delle bocche che ho baciato SIbm7 DO in discoteca, che cosa ne è della nostra relazione FAm Stupidi noi che piangiamo disperati MIb SOL# Che cosa resta dei sogni che avevamo nella testa SOL La nostra esperienza a che cosa servirà
  • DOm FAm Sfreccia in cielo un aeroplano MIb SOLm SOL# Io ti amo e non ti penso mai SIb DOm Penso a quello che ci resta FAm MIb Vola l’aeroplano, Va lontano SOLm SOL# Vola su Baghdad SIb DOm Noi voliamo invano
  • BAUDELAIRE MIm LAm MIm LAm Satana è all’inferno per te ed è più moderno di te MIm LAm MIm LAm MIm LAm Avremo divani fondi come tombe stando a quanto dice Baudelaire Baudelaire Baudelaire MIm LAm Cristo muore in croce per me MIm LAm Pietro brucia in croce per te MIm LAm Santa è la bellezza, tanta è la paura MIm LAm MIm LAm Fai come faceva Baudelaire Baudelaire Baudelaire MIm LAm MIm LAm Pasolini è morto per te, morto a bastonate per te MIm LAm Nello stesso istante in qualche altra spiaggia MIm LAm Si è fatto l’amore uniti contro il mondo MIm LAm MIm LAm MIm LAm MIm LAm E’ necessario credere, bisogna scrivere MIm LAm MIm LAm MIm LAm MIm LAm Verso l’ignoto tendere. Ricordati Baudelaire MIm LAm MIm LAm MIm LAm MIm LAm Baudelaire Baudelaire Baudelaire Baudelaire MIm LAm MIm LAm Caravaggio è morto per te, Luigi Tenco è morto per te MIm LAm Nei fiori dei campi vive Piero Ciampi MIm LAm MIm LAm Bisogna studiare Baudelaire Baudelaire Baudelaire MIm LAm MIm LAm Saffo s’è ammazzata per noi, Socrate suicida per noi MIm LAm Vivere per sempre ci vuole coraggio MIm LAm Datti al giardinaggio dei fiori del male MIm LAm MIm LAm MIm LAm MIm LAm E’ necessario vivere, bisogna scrivere MIm LAm MIm LAm MIm LAm MIm LAm All’infinito tendere. Ricordati Baudelaire MImLAmDO MIm LAm MIm LAm MIm LAm Baudelaire Baudelaire Baudelaire Baudelaire MIm LAm MIm LAmDO MIm LAm Baudelaire Baudelaire Baudelaire yeah! MIm LAm Baudelaire yeah!
  • L DOm SOLm Qui Disco Volante, non temeteci FAm SOLm SIb FAm SIb Sul Pianeta Terra cerchiamo un cuore DOm SIb Per i nostri sogni, per sfidare Dio. FAm SOL# SIb FAm SIb Guardi, Capitano, sui monitor: MIb RE Segnali di Laura dovunque FA DOm Macchie di luna e di thè. MIbm SIb Gioia che afferri improvvisa in un giorno qualunque DO# Grazia che è estranea agli umani FA# DO# SI SIb Alle Fughe di Bach, alla chimica DOm SOLm Qui Pianeta Terra: ci sentite, voi? FAm SOL# SIb FAm SIb Guardi, Capitano: che stelle in cielo MIb RE Tracce di Laura dovunque FA DOm Le droghe non servono MIbm SIb Atomi di tenerezza dei giorni qualunque DO# Anima estranea agli umani FA# DO# SI SIb Ai colori dei quark, alla musica MIb RE Tracce di Laura dovunque FA DOm Pace che torna in Iraq MIbm SIb Gioia che afferri improvvisa su un piccolo seno DO# Bambola di Modigliani FA# DO# SI SIb Un film di Rohmer con Anouk Aimée DOm Luce senza fine.
  • ANTROPOPHAGUS DO Alla Stazione c’è un bel sole come in altri posti FA Amore mio dolcissimo c’è un verme nel caffè DO Per punizione c’è l’hamburger, ci spingiamo FA abbiamo barbe, abbiamo fede DO FA DO FA Abbiamo sputi, abbiamo buchi sul gilet DO FA Siamo accampati sull’aiuola, la colomba morta vola DO C’è una rissa, bottigliate in faccia vuoti a perdere FA Guardiamo i treni e gli aeroplani, russi e lituani DO FA Ci scambiamo la Peroni e un po’di tonno in scatola DO7 Abbiamo il sushi, abbiamo il vino FA7 Spezziamo il pane e la schiena al cane DO7 There is no sushi, no Corso Como FA7 Ci piace l’Uomo, DO Non c’è sindacato, non c’è stato LAm mai nessuno che mi ha amato tanto come FA SOL# DO questa notte. Muoio. Ho fame, amore mio. Dice il governo che è passato ormai l’inferno LAm MIb E ti ho sposato. Qui, fra i topi neri e i fiori SOL# MIb SOL# Il cranio ti ho baciato DO Alla stazione c’è un bel niente FA come in altri mondi che sono possibili per me DO per te, per chi altro arriverà Perciò pranziamo e poi pisciamo FA contro i muri di Milano DO Controvento ci sposiamo, oggi si vola, oggi si va
  • DO Mangiamo a pezzi i nostri figli FA E qualche avanzo lo incartiamo dentro un foglio di giornale DO Prima o poi ci servirà Amiamo l’Uomo e il suo sapore FA I signori e le signore Il loro eterno roteare DO FA Come agnello nel kebab DO7 Abbiamo il sushi, abbiamo il vino FA7 Spezziamo il pane e la schiena al cane DO7 There is no sushi, no Corso Como FA7 Ci piace l’Uomo, DO Non c’è sindacato, non c’è stato LAm mai nessuno che mi ha amato tanto come FA SOL# DO questa notte. Muoio. Ho fame, amore mio. Dice il governo che è passato ormai l’inferno LAm MIb E ti ho sposato. Qui, fra i topi neri e i fiori SOL# MIb SOL# Il cranio ti ho mangiato
  • PANICO! MI RE LA RE x4 (Hai mai provato l'orrore? - Cosa?!) MI Una canzone nata contro il panico Un esorcismo, un tocco di voodoo LA Un modo per allontanare il baratro MI Senza ansiolitici, senza lo xanax LA Come cani in autostrada, come in cerca della roba RE SOL Avere la visione della morte MI Fottere tutto e naufragare RE Mettere gli stivali e farli andare MI Correre per non arrivare RE LA Amare il rogo, amare il suo bruciare RE SIm SOL Sopra il palco illuminato, o nel deserto mettersi a cantare (Che cosa?!) MI un inno rock and roll à la Lee Hazlewood (Seconda strofa) MI Una canzone nata contro il panico Contro l’angoscia e la carestia LA Una preghiera contro l’inquietudine MI Contro l’orrore e il vuoto quotidiano LA Come santi Sebastiani, come bestie sugli altari RE SOL Avere la visione della morte MI Fottere tutto e naufragare RE Mettere gli stivali e farli andare MI Correre per non arrivare RE LA Amare il rogo, amare il suo bruciare RE SIm SOL Sopra il palco illuminato, o nel deserto mettersi a cantare (Che cosa?!) MI una canzone country contro il panico. (Come on...let's go!)
  • ALFREDO SIb Un pezzetto bello tondo di cielo d’estate sta sopra di me MIb FA Non ci credo, lo vedo restringersi conto le stelle, ora SIb Sento tutte queste voci, tutta questa gente ha già capito che MIb FA ho sbagliato, sono scivolato, son caduto dentro il buco SOLm Bravi, son venuti subito, son stato stupido ma sono qua MIb FA gli aiuti, quelli dei pompieri, i carabinieri, intanto DO FA MIm REm DO FA MIm REm Dio guardava il Figlio Suo e in onda lo mandò SIb LAm SOL A Woytila e alla P2, a tutti lo indicò DO FA MIm REm DO FA MIm REm A Cossiga e alla Dc, a BR e Platini SIb LAm SOL A Repubblica e alla Rai, la morte ricordò SIb Scivolo nel fango gelido, il cielo è un punto, non lo vedo più MIb FA L’Uomo Ragno m'ha tirato un polso, si è spezzato l’osso, ora SIb Dormo oppure sto sognando, perché parlo ma la voce non è mia. MIb FA Dico Ave Maria, che bimbo stupido piena di grazia, mamma SOLm Padre Nostro, con la terra in bocca non respiro la tua volontà sia fatta, non ricordo bene, ho paura MIb FA Sei nei cieli DO FA MIm REm DO FA MIm REm E Lui guardava il Figlio Suo, in diretta lo mandò SIb LAm SOL A Woytila e alla P2, a tutti lo mostrò DO FA MIm REm DO FA MIm REm A Forlani e alla Dc, a Pertini e Platini SIb LAm SOL A chi mai dentro di sé il vuoto misurò.
  • DARK ROOM DOmsus2 Ciao,che fai? Mi vuoi? Ok, ti va? Di qua, ci sei? SIb ne fai miracoli? Reciti bene DOmsus2 Io non so chi sei, vorrei gli dei quaggiù perchè SIb così rinascerei, senza guai Dark Room REm Che cosa vuoi? Tramonti SOLm FA Che cosa dai? Che sconti fai? MIb Che occhi neri hai SIb REm SOLm DO REm MI LAm Tu sei qui con me, vicino a me...che posto strano SIb REm SOLm DO REm MI LAm Io ti annuso, ti codifico essere umano DOm No,non vuoi,perchè? Non so, ci stai? SIb Così non posso gli altri guardano..proprio noi Dark room DOm No,così non va non sei gli dei per me SIb Perchè c'è brutta musica? Stupida Dark room REm Che segno sei? Leone SOLm Quanti anni hai? FA MIb E che progetti fai su di me? SIb REm SOLm DO REm MI LAm Tu sei qui con me, vicino a me...che posto strano SIb REm SOLm DO REm MI LAm Io ti annuso, ti codifico essere umano SIb REm SOLm DO REm MI LAm Tu sei qui con me, vicino a me...mi sembri strano SIb REm SOLm DO REm MI LAm Cicca spenta sul parquet ti prendo e poi ti fumo
  • L' UOMO DEL SECOLO DO SOL All’epoca mia venivi al mondo e la libertà non esisteva DO SOL E la Prima Guerra era finita, Fiume era già stata conquistata MIm Alle scuole elementari c’era poco da scherzare DO SI DO Si rideva e si ballava solo per la mietitura SOL FA DO RE All’epoca mia il telefono non c’era SOL FA DO RE Mi arruolarono. Era quasi primavera SOL MIm RE E le radio ci trasmettevano DO SOL DO RE Canti di paura da cantare quando è sera SOL MIm RE DO Quindi disertai, era il quarantatre DO SOL Ed eccomi qui: un vegetale, cento anni non portati male DO SOL Lascio il mondo che mi ha maltrattato, me ne vado, mi sono stufato MIm DO Vi ho voluto bene, adesso vado. Sono stato un comunista SI DO Avevo un sogno, una speranza. Arrivederci, amore, addio SOL FA DO RE All’epoca mia il telefono non c’era SOL FA DO RE Mi arruolarono. Era quasi primavera SOL MIm RE E le radio ci trasmettevano DO SOL DO RE Canti di paura da cantare quando è sera SOL MIm RE DO Quindi disertai, era il quarantatre SOL FA DO RE All’epoca mia non usavi il cellulare SOL FA DO RE Mi arruolarono. Non si stava così male SOL MIm RE Ma le radio ci trasmettevano DO SOL DO RE Canti di paura da cantare quando è sera SOL MIm RE DO Quindi me ne andai, era il quarantatre
  • LA VITA VA LAm SOL FA REm La vita va è perpetuo il moto LAm SOL FA REm Lo scienziato sa come prenderla LAm SOL FA REm Felicità: ci si arriva a nuoto LAm SOL FA REm Ci si spoglia, si leva l’ancora LAm SOL FA Quando lei lo baciò, disse: DO SIb LAm Amore, non farmi male SIb SI Non farmi soffrire DOm SIb MIb FA Ho fatto un sogno: tu c’eri LAm SOL FA REm Vivo così, tra il sociale e il vuoto LAm SOL FA REm Guarda gli alberi come crescono LAm SOL FA REm Felicità: ci vorrebbe un prete LAm SOL FA REm o un Mondo delle idee comprensibile LAm SOL FA Quando lui la baciò DO SIb LAm si sbagliava, forse mentiva, SIb SI piangeva di gioia DOm SIb MIb FA Ha dèi crudeli, la vita LAm SOL FA Quando lei se ne andò, DO SIb LAm mi ricordo bene il suo sguardo SIb SI Lasciò qui la giacca DOm SIb MIb FA Il mio amore è freddo
  • ANDARSENE COSI' LAm SOL Sarebbe splendido RE DO amare veramente LAm SOL Riuscire a farcela RE DO e non pentirsi mai LAm SOL RE DO Non è impossibile pensare un altro mondo LAm SOL RE DO durante notti di paura e di dolore LAm SOL RE DO Assomigliare a lucertole nel sole LAm SOL Amare come Dio RE DO usarne le parole LAm SOL Sarebbe comodo RE DO Andarsene per sempre LAm SOL Andarsene da qui RE DO Andarsene così.
  • L' INDACO MIm LA LAm SI SIm MIm LA RE SOL MIm LA Non angosciarti più LAm SI che bisogno c'è SIm MIm LA quando partono le rondini RE SOL lasciale andare MIm LA non domandare più LAm SI che ragione c'è SIm MIm LA quando passa il carro funebre RE SOL fallo passare MIm LA e non buttarti giù LAm SI che in fin dei conti c'è SIm MIm LA un azzurro che fa piangere RE SOL oltre le nubi MIm LA e non soffrire più LAm SI che in fondo forse c'è SIm MIm LA al di là di Gibilterra RE SOL un indaco mare
  • SAN FRANCESCO DO FA DO FA DO FA DO FA Sono in fiore, sono vergine DO FA DO FA DO FA DO FA Rosaspina disponibile DO FAm DO MIm Sono a terra, sarei santo se LAm MIm ignorassi te SIb FA Soffio dentro i maestrali SIb FA San Francesco fra i maiali RE# SIb Sono in pasto ai cimiteri, morirai per me? RE# SIb Sono i crisantemi neri, sono in cielo FA sono in cielo DO FA DO FA DO FA DO FA Sono un cane, temo gli uomini DO FA DO FA DO FA DO FA San Francesco parla ai passeri DO FAm DO MIm Sono andato, sono ancora qui LAm MIm Hucklberry Finn SIb FA Sono la vita violenta SIb FA San Francesco si diventa RE# SIb Sono l'organo Farfisa, ballerai con me? RE# SIb Quel che impari dalla vita non è vero FA non è vero RE# SIb Sono in pasto ai cimiteri, dormirai con me? RE# SIb Sono i crisantemi neri, sono in cielo FA sono in cielo
  • I MISTICI DELL' OCCIDENTE LAm RE LAm Amore di povertà non conosce guerra DO SOL LAm MIm ne ladri, assassini, fulmini e siccità DO SOL LAm MIm ed altri serpenti di questa terra non li temerai LAm RE MIm amore di povertà non conosce re LAm RE LAm Cos'altro ti può servire se vai nel bosco DO SOL LAm MIm cos'altro ti può aiutare laggiù in città DO SOL LAm MIm tuo padre consiglierà il coltello contro tutti i guai LAm RE MIm cos'altro se non il ferro ti salverà MI LA SI MI No ci salveremo disprezzando la realtà LA SI MI e questo mucchio di coglioni sparirà LA SI MI e ne denaro e ne passione servirà LA SI MI gentili ascoltatori siamo nullità MI RE LA Equipaggi persi in alto mare MI RE LA forse il presidente non lo sa LAm RE LAm Che cosa ti porti dietro di questi tempi DO SOL LAm MIm e per il viaggio Marta che indosserà DO SOL LAm MIm sua madre le comprerà il cappotto contro venti e neve LAm RE MIm e quel cappellino della pubblicità MI LA SI MI No ci salveremo disprezzano la realtà LA SI MI e questo branco di coglioni sparirà LA SI MI sarà dolcissimo distruggerci vedrai LA SI MI e come i cieli amore nitido sarà
  • LA SI MI Saremo santi disprezzando la realtà LA SI MI e questo mucchio di coglioni sparirà LA SI MI e ne bellezza o copertina servirà LA SI MI e siamo niente siamo solo cecità MI RE LA Pesci avvelenati in mezzo al mare MI RE LA questo il presidente non lo sa
  • LE RANE MI Mentre scoprivamo il sesso MI7 LA LA7 LA LA7 ignari di ciò che sarebbe poi successo dopo la maturità MI MI7 Eccoci che attraversiamo i girasoli, bucanieri nati LA LA7 LA andiamo via dalla realtà LA7 dalle case popolari MI Che fine hai fatto? Ti sei sistemato LA Che prezzo hai pagato? Che effetto ti fa MI SI LA Vivi ancora in provincia? Ci pensi ogni tanto alle rane? MI LA L'ultima volta ti ho visto cambiato, bevevi un amaro al bancone del bar MI RE LA perchè il tempo ci sfugge ma il segno del tempo rimane MI Nelle notti estive e nere MI7 LA LA7 LA LA7 solo lucciole a guidarci nell'oscurità, un'era fa MI MI7 La crudele pesca delle rane in uno stagno usato per l'irrigazione LA LA7 LA io e te, fratello mio LA7 con gli ami e con la torcia MI Che fine hai fatto? Ti sei sistemato LA Che prezzo hai pagato? Che effetto ti fa MI SI LA Vivi ancora in provincia? Ci pensi ogni tanto alle rane? MI LA L'ultima volta ti ho visto cambiato, bevevi un amaro al bancone del bar MI RE LA perchè il tempo ci sfugge ma il segno del tempo rimane SIm LA Ma voglio immortalarti e ricordarti così MI SIm coi sandali e il coraggio di Yanez RE LA SI e porterò morendo quella gioia corsara con me
  • MI Io nel frattempo me ne sono andato LA se vuoi ti ho tradito Che effetto mi fa MI SI LA la piscina di un agriturismo ha coperto le rane MI LA L'ultima volta che ti ho salutato poi sono scappato nel cesso del bar MI RE LA ed ho pianto sul tempo che fugge e su ciò che rimane
  • GLI SPIETATI DO FA DO Vivere così senza pietà , senza chiedersi perchè FA DO FA come il falco e la rugiada e non dubitare mai DO FA DO Non avere alcuna proprietà, rinnegare l’anima FA MI FA SOL come i sassi e fili d’erba, non avere identità DO FA Gli spietati salgono DO FA SOL LAm sul treno e non ritornano mai più FA DO Non sono come noi, perduti antichi eroi MIm SOL LAm noi due che al binario ci diciamo addio… DO FA DO Non volere mai la verità, ottenere l’aldilà FA DO FA navigare senza vento, migliorare con l’età DO FA DO C’è un amore che non muore mai, più lontano degli dei FA MI FA SOL a sapervelo spiegare che filosofo sarei DO FA Gli spietati salgono DO FA SOL LAm sul treno e non ritornano mai più FA DO Non sono come noi falliti antichi eroi MIm SOL noi due che al binario salutiamo DO FA Gli spietati salgono DO FA SOL LAm sul treno e non ritornano mai più FA DO Non sono come noi innamorati eroi MIm SOL LAm noi due che al binario ci diciamo addio… DO Noi ci siamo amati, violentati LAm deturpati, torturati, maltrattati MIm FA malmenati, scritti lettere lo sai.
  • DO Non ci siamo amati, divertiti, pervertiti LAm dimenati, spaventati, rovinati MIm FA licenziati, lo saprai DO Noi ci siamo persi, ritrovati, poi bucati LAm c’è un amore che mi lacera la carne MIm FA ed è ancora vivo sai DO Noi ci siamo amati, violentati, deturpati LAm c’è un amore che mi brucia nelle vene MIm FA e che non si spegne mai DO Noi ci siamo amati, violentati LAm deturpati, torturati, maltrattati MIm FA malmenati, scritti lettere lo sai
  • FOLLONICA LAm FAm DO SOL Buttati lì come eroi, come Dei FA FAm DO cicche e collant, penne Bic SIm FA# RE MI lische e caffè, Tampax e quache Hatù SOL SIm LA ossi di seppia e bidet LAm FAm DO SOL Visti da qui, dormono teneri FA FAm DO SOL segni di noi morti e ridicoli SIm FA# RE conchiglie di plastica MI SOL SIm LA olio che arriva dall' Africa SOL Andiamo a farci un bagno e poi REm scindiamo l'atomo se vuoi Sei molto bella amore, sei molto triste amore SOL Andiamo alla deriva e poi REm Spariamo un colpo in aria Che vuoi che sia, che vuoi che sia FA#m DO# Facciamo un pò di sesso, facciamolo lo stesso RE SOL Spediamo qualche cartolina dalla spiaggia di Follonica LAm FAm DO SOL Gettati via dormono inutili FA FAm DO siringhe e barattoli SIm FA# RE MI Visti così, vinti ed immobili SOL SIm LA davvero sembriamo noi SOL Andiamo a farci un bagno e poi REm scindiamo l'atomo se vuoi Sei molto bella amore, sei molto triste amore SOL Andiamo alla deriva e poi REm spariamo anche un bengala
  • Che vuoi che sia, che vuoi che sia FA#m DO# Facciamo un pò di sesso, facciamolo lo stesso RE SOL per ricordarci di esser vivi sulla spiaggia di Follonica SOL Andiamo a farci un bagno e poi REm scindiamo l'atomo se vuoi Sei molto bella amore, sei molto triste amore SOL REm Compriamo una discarica, chiudiamo gli ombrelloni Che vuoi che sia, che vuoi che sia FA#m DO# Facciamo un pò di sesso, facciamolo lo stesso RE SOL Verifichiamo di esser vivi sulla spiaggia di Follonica
  • LA CANZONE DELLA RIVOLUZIONE MIm Il mio amore è muto e parla solo coi corvi SOL DO i profeti e il sindacato non lo ascoltano più MIm Ragazzini attenti non battete le mani SOL DO col cianuro nei sogni la visione si sgonfia e cade giù MIm Mio fratello è nudo e vive sotto la neve SOL DO tu non credere ai giornali, sputa e tirati su MIm Lo hanno programmato a dovere SOL DO Le villette dei più furbi ci riflettono tanta luce RE DO MIm LA Avanti amore perduto in mare trent'anni fa RE DO MIm LA Fatti canzone rivoluzione vamos a matar MIm Fallo contro i cori dei mercanti nel tempio SOL DO per i cristi assassinati senza una verità MIm Per i vivi e i morti che santifica il caso SOL DO per il pene e la vagina e per quel che era sacro e non è più MIm Fallo perchè gli ultimi diventino i primi SOL DO per la tua coscienza lurida lavata a metà MIm Per Andrea di Mestre o per Maria di Matera SOL DO per il pane e la gallina che non ci sono più RE DO MIm LA Avanti amore perduto in mare trent'anni fa RE DO MIm LA Fatti canzone rivoluzione vamos a matar RE DO MIm LA Fiorisci fiore col dito al cuore senza pietà RE DO MIm LA Suona canzone rivoluzione vamos a matar
  • GROUPIES REm Eva perchè fare a meno di te SOLm e di rosari messicani? Perchè andare via lungo la ferrovia SIb DO Eva che occasione che hai REm Jenny perchè far digiuno di te SOLm e di liquori americani? Perchè volare via da una patologia? SIb DO Jenny che occhi grandi che hai REm LA7 REm "Vivere", dicevamo una sera in Hotel SOLm SIb DO è così: come mangiare una mela REm LA7 REm così sia, venga eterna la felicità SOLm SIb DO non così, come sta chiesa la cera REm LA REm SOLm SIb DO REm Francesca, no l'imbarazzo che ho SOLm non deriderlo! Fa parte di me Angela cè qualche ammazzacaffè SIb DO prima di catapultarci nel cielo? REm Katia tu ed io per sconfiggere Dio SOLm per tagliare i temporali a metà Ines chissà quanto resta in città SIb DO Ines che futuro vivrà REm LA7 REm "Vivere", dicevamo una sera in Hotel SOLm SIb DO è così: come mangiare una mela REm LA7 REm così sia, venga eterna la felicità SOLm SIb DO non così, come sta chiesa la cera
  • LA BAMBOLINA SOLm LAm DO DOm La bambolina cammina e cammina SOLm LA# DO DOm fra il ghiaccio e la brina, un raggio di luna SOLm LA# DO DOm le illumina il viso già pronto per l' uso SOLm LA# DO DOm a tutti risponde di sì SOLm LAm DO DOm La bambolina, la stessa di prima SOLm LA# DO DOm si espone in vetrina, si piega, si inchina SOLm LA# DO DOm al tempo, al potere. Si guarda il sedere SOLm LA# DO DOm è grassa, si sente così DOm SOLm RE# Padre delle Nuove Borgate, delle Vite Ammazzate DO LAm RE Buon Dio dell'Estate regalale un fiore DOm SOLm RE# Che sia liberata dai sogni e dal falsi bisogni DO Non compri, non esca LAm RE non cresca, sia vera SOLm LAm DO DOm Volpe a digiuno si sente nessuno SOLm LA# DO DOm Le piace la crema di Londra e di Roma SOLm LA# DO DOm Si allunga e si affina, è freddo, è mattina SOLm LA# DO DOm il mondo la tratta così DOm SOLm RE# Cristo delle Peggio Borgate delle Vite Sprecate DO LAm RE Buon Dio dell'Estate accendi un bel fuoco DOm SOLm RE# Brucia la modella smagliante sul cartello gigante DO LAm RE e il suo triste sesso sia fine a se stesso
  • IL SOTTOSCRITTO DO SOL Di battaglie perse ben lontano dall'artiglieria LAm FA REm Di proiettili sparati al cielo DO SOL Di parole scritte ad un destinatario andato via LAm FA REm prima di averle ricevute DO SOL Di avventati duelli e di future città LAm FA REm Di ali di cera sciolte al sole DO SOL Di bugie per amore, amori senza pietà LAm FA REm e di mulini a vento RE MI FA SOL Può cantarti il sottoscritto, vorrei darti tutto, amarti meglio LAm FA MI Poter vivere altre vite insieme a te, potrai mai scusarmi? DO SOL Di rapine in banca che non hanno avuto luogo mai LAm FA REm Di quei non riusciti a farla franca DO SOL Degli appuntamenti dati a tarda sera nei caffè LAm FA REm quelli che hai lasciato abbandonati DO SOL Di perduti capelli e di future realtà LAm FA REm Di bei ricordi andati a male DO SOL Di bugie per amore, amori senza pietà LAm FA REm e di occasioni al vento RE MI FA SOL Può cantarti il sottoscritto, vorrei darti tutto, amarti meglio LAm FA MI Poter vivere altre vite insieme a te, potrai mai scusarmi? RE MI FA SOL Perchè io ti canto questo ed altro, vorrei darti tutto amarti meglio LAm FA MI Poter vivere altre vite insieme a te, solo tu puoi perdonarmi RE MI Io ti canto questo ed altro...
  • L' ESTATE ENIGMISTICA RE RE7 SOL LA MIm Le probabili canicole, le dune e le libellule, il cancro delle cellule LA FA#m l'aria immobile, la canzone memorabile RE RE7 SOL LA MIm Le tettine delle vergini, le loro madri giovani ed i rituali erotici LA FA#m SOL LA MI si disvelano per un attimo SIm LA Ho risolto un anagramma anzi per meglio dire è stato lui MIm SOL LA decifrandosi da sé e mi vien da ridere RE SIm Bambina voglio bere un'aranciata perchè amara sfinge è la realtà SOL LA e io non ho più l'età per riuscire ad illudermi RE SOL FA no no no no RE RE7 SOL LA MIm Si diradano le nuvole, si affollano le tavole, si mangiano le fragole LA FA#m SOL LA REI tutto è limpido, questa è l'ora dell'eternità RE RE7 SOL LA MIm I progetti di noi manager, i pezzi di noi chansonnier, i rebus dell'esistere LA FA#m SOL LA MI si disvelano per un attimo SIm LA Ho risolto un anagramma anzi per meglio dire è stato lui MIm SOL LA decifrandosi da sé e mi vien da piangere RE SIm Bambina voglio bere un'aranciata perchè tanto amara è la realtà SOL LA e io non ho più l'età per riuscire ad illudermi SIm LA Tesoro l'ho risolto l'anagramma anzi per meglio dire è stato lui MIm SOL LA decifrandosi da sé, un agosto a ridere RE SIm Quest'anno voglio bere un'aranciata perchè amaro enigma è la realtà SOL LA RE SOL FA e io non ho più l'età per riuscire a vivere nel cielo blu
  • L' ULTIMA NOTTE FELICE DEL MONDO DO LAm Mentre la pioggia batteva sui vetri REm SOL l'attrice guardava passare il tassì FA MIm SOL Sull'asfalto e sul piombo scrivevo parole d'amore DO LAm Tu mi parlavi con frasi dei salmi REm SOL Io ero sbandata, ma questo non conta FA MIm SOL così ti stringevo al mio cuore come fosse DO LAm FA SOL DO FA SOL l' ulti-ma notte felice del mondo DO MIm7 SIb MIb7 DO MIm l' ulti----ma notte importante per dimenticare di essere soli FA MIm SOL di essere soli da sempre DO LAm Mentre la mafia giurava vendetta REm SOL l'attrice di un tempo era già via di qui FA MIm SOL Giocavo con l'acqua del mare quand'ero bambina DO LAm Tu mi baciavi sul letto disfatto REm SOL FA L'estate prendeva una piega di nuove speranze MIm SOL Cadevano stelle come fosse DO LAm FA SOL DO FA SOL l' ulti-ma notte felice del mondo DO MIm7 SIb MIb7 DO MIm l' ulti----ma notte importante per dimenticare di essere soli FA MIm SOL di essere soli da sempre DO LAm REm SOL FA MIm SOL
  • NESSUNO FA LAm FA Non credo alla bibbia, mi chiedo perché dovrei consultarla, offende gli dèi LAm Non prego la chiesa il fetore che fa FA LAm FA Non credo nel cielo e nemmeno all’inferno e non so distinguere il bene dal mare LAm Che nutre Cariddi di voracità FA LAm FA Non credo al mercato, produce demenza, così com’è falsa la beneficienza LAm Diffido del saggio e di quello che sa REm MI LAm REm MI LAm Finisce l’erba e l’acqua scola, un bimbo chiede come mai FA SOL LAm DO FA SO LAm DO Fiorisca il cardo di viola poi fra le viole sceglie te FA SOL DO MIm Perciò stanotte dormi qui che non esiste oscenità, freghiamo la pornografia FA SOL DO E dammi figli e verità e sesso orale e santità DOaum REm Non mi resta più nessuno tranne te Sol Do Fa REm Sol Do Fa - Rem7 Mi7 FA LAm FA Io credo nel caos e nella violenza. Guardate le spiagge, guardate la fame LAm Il figlio di troia che appalta la Rai FA LAm FA Io credo nel peggio che deve arrivare, nell’ego dei calcoli dei governanti LAm E quindi mi servono armi lo so FA LAm FA E allora li cerco in amori di stelle ma anche fra croci e fra cassaintegrati LAm I muscoli magri da cerva che hai REm MI LAm REm MI LAm Arrivi e dici dolcemente “che vecchio stupido che sei” FA SOL LAm DO FA SO LAm DO Ed accarezzi con la mente le rughe che ti regalai FA SOL DO MIm E vieni a vivere con me un mondo atroce, vieni qua a sopportarne la follia FA SOL DO E dammi figli e oscenità e tenerezza e dignità DOaum REm Non ho amato mai nessuno come te Sol Do Fa REm Sol Do Fa - Rem7 Mi7
  • LA MORTE (NON ESISTE PIU’) LAm DO FA MI Nei tramonti dentro gli occhi tuoi e lungo i viali LAm DO FA MI di Parigi o di Los Angeles ritrovo il mondo Rem LAm MIm Nei fiori di campo e nei passeri se nevica Rem LAm MIm FA MI Li vedo campare senza niente da mangiare, osservo Dio lo lascio fare LAm DO FA MI Certe notti da nevrastenia, da soffocare LAm DO FA MI Apro la finestra e volo via (Si fa per dire) Rem LAm MIm Come la ginestra nata sulla pietra lavica Rem LAm MIm FA MI Mi vedo lottare come mosca nel bicchiere, eppure Dio lo lascio fare LAm MIm La morte non esiste più, non parla più, non vende più, mio folle amore FA SOL MI La vita non uccide più, i nostri baci, i nostri sogni e le parole REm MIm Il tempo non le imbianca più e non si seccano a lasciarle stese al sole LAm MIm FA MI Stringimi le mani, non è niente che la guerra passerà LAm DO FA MI Certi inverni freddi, certi guai mi fan paura LAm DO FA MIm Prego per restare ancora qui, m’illudo ancora Rem LAm MIm Poi improvvisamente arrivi tu, sorridi e penso che Rem LAm MIm FA MI non ho più timore lascio correre il dolore e non c’è più e niente muore, baby LAm MIm La morte non esiste più, non parla più, non vende più, mio folle amore FA SOL MI La vita non uccide più, i nostri baci, i nostri sogni e le parole REm MIm Il tempo non le imbianca più e non si seccano a lasciarle stese al sole LAm MIm FA MI Credimi, morire non è niente se l’angoscia se ne va LAm MIm La morte non esiste più, non parla più, non vende più, mio folle amore FA SOL MI La vita non uccide più, i nostri baci, i nostri sogni e le parole REm MIm Il tempo non le imbianca più e non si seccano a lasciarle stese al sole LAm MIm FA MI Parlami d’amore nonostante la stagione che verrà
  • DIORAMA SOL REm Io, che non ho giorni da sprecare, so i dolci posti dove andare LAm FA#m Andrò al parco a farmi passeggiare un po’ che non ho cani a cui badare SOL FA#m MIm LA LA7 RE DO e ho davvero poche necessità SOL REm Al museo di storia naturale vai a fare il giro delle sale LAm FA#m Sai quel che conviene visitare, guai a non lasciarsi ipnotizzare SOL FA#m MIm LA Dai mondi lontani RE LAm Nel diorama il tempo non ci può far male. Non c’è prima e non c’è poi SOL RE LAm Solo il culmine di vite singolari L’illusione che non marciranno mai FA SIb Figlia mia, ti chiedo il mondo e me lo dai. Bimba mia, ti sposo in chiesa lo vedrai MIb Vita mia, faccio il possibile per noi MIm SI DO RE SOL Fissi dietro il vetro a bocca aperta, fuori piove il giorno muore ma lo scopriremo poi SOL REm In un bosco siberiano, per metà impantanata nella neve LAm FA#m La bestia feroce punta il cervo, è sul punto di spiccare il salto SOL FA#m MIm LA E brama la gola RE LAm Nel diorama il tempo non ci può far male. Non c’è prima e non c’è poi SOL RE LAm Solo l’apice di vite singolari L’illusione che non marciranno mai FA SIb Figlia mia, ti chiedo il mondo e me lo dai. Bimba mia, ti sposo in chiesa lo vedrai MIb Vita mia, faccio il possibile per noi MIm SI DO RE SOL Fissi dietro il vetro a bocca aperta, fuori piove il tempo passa, ce ne accorgeremo poi
  • MONUMENTALE RE LA MIm FA#m SIm I cimiteri non danno pensieri, sei tu che ti sbagli, se stanco, disperi MIm RE E piangi per colmare i buchi dell’assenza, DO SI vive come il pieno la vacanza e non spira mai. RE FA#m SIm LA RE Quindi lascia perdere i dibattiti, la rete, i palinsesti FA#m SIm LA RE per un giorno non studiare, non chattare, ma piuttosto FA#m SIm RE FA#m SIm stringi forte chi ti ama, fra le mute tombe del monumentale, FA#m SIm LA MI non c’è Dio e non c’è male, solo vaga oscurità. RE LA MIm FA#m SIm I camposanti non hanno rimpianti, sei tu che li covi, li rendi fantasmi, MIm RE li canti per sentirne meno la mancanza, DO SI come non bastasse l’esistenza e l’eco che fa. LAm MIm FA MI Giace qui ad libitum la tua imbecillità. RE FA#m SIm LA RE Quindi lascia perdere i programmi coi talenti, i palinsesti, FA#m SIm LA RE per piacere non andare a navigare sulla rete, FA#m SIm RE FA#m SIm stringi forte chi ti vuole bene tra le tombe del monumentale, FA#m SIm LA MI trovi Dio, trovi Montale, ed un’opaca infinità. RE FA#m SIm LA RE Quindi lascia perdere i salotti coi talenti e le baldracche, FA#m SIm LA RE vieni all’ombra dei cipressi dona amore, al pomeriggio FA#m SIm RE FA#m SIm a chi sospende la sua vita tra le urne amiche del monumentale, FA#m SIm LA MI di realtà e d’irreale, vieni a fartene un’idea.
  • IL FINALE DO Tu sei lontana, non mi senti, ti ho cercata dappertutto ed ho trovato FA solo gente, solo ghiaccio, qualche briciola di pane per i merli REm LAb DO che son come perle nere nella neve maledetta DO Tu non temere, sei a casa. Noi fra poco cominciamo, siamo pronti FA sul piazzale l’ufficiale ci ha fornito gli strumenti, un clarinetto REm LAb DO Un modesto pianoforte un violino con tre corde SIb SOLm Noi non ci lasceremo mai FA FA# LAb SIb e anche se fosse sarà il tempo non sarà l’eternità SOLm FA ed abbi cura un po’ di te e trova un uomo onesto FA# LAb che ti voglia bene e scusa, sto per attaccare adesso DO# RE SOL LAb RE Sì, e la musica che ho scritto eccola qua modellata su di te FA#m SOL DO sulle tue complessità FA FA# DO# E’ per il finale della temporalità quando tutto cesserà LAb guerra o pace, passerà. DO Tu non la senti, non importa, SOL DO ciò che conta E’ che mi pensi qualche volta FA Che tu mangi , che non pianga, che non siano violentati dalla vita Rem LAb DO Perché tanto è limitata I tuoi occhi di smeraldo SIb SOLm e non ci lasceremo mai FA FA# LAb SIb e anche se fosse sarà il tempo non sarà l’eternità SOLm FA FA#m ed abbi cura un po’ di te e se ti svaghi o mi tradisci LAb lo capisco, sai? Io qui devo suonare ancora DO# RE SOL LAb RE Sì, e la musica che ho scritto è questa qua ricordandomi di noi FA#m SOL DO dell’ intera umanità FA FA# DO# E’ per il finale della temporalità quando tutto cesserà
  • LAb guerra o pace, passerà. DO# RE SOL E’ perché crolli tutto e cambi la tonalità, LAb RE FA#m SOL DO La bemolle passi al Re, è l’amore mio per te FA FA# DO# Perché quando poi l’Apocalisse arriverà LAb Tu ritrovi un altro me e la vera libertà
  • CRISTINA LAm Ex, incantatori di serpenti, coppia fissa di studenti SIm scimmie delle occupazioni bruciavamo come se LAm MIm fosse sul punto di scoppiare l’avvenire, io e te da tempo LAm Ex, incandescenze ed uragani con i piedi e con le mani DO FAm MI Per le strade di Bologna, un bicchiere di Fernet in uno sputo di caffè, olè LA SIm Come stai? Che vita fai? DO MI REm Chiede Cristina: Cos’è che provi adesso? LA SIm Ora che hai quel che vuoi DO#m Non so rispondere FA#m RE LA SOL FA#m RE Il mio fantasma spedirglielo in allegato dovrei LAm Ex amici dal fottuto giorno in cui praticò l’amore DO la tua amica, la migliore, e lo praticò con me FAm MI chi fosse non ricordo più, oh Gesù! LA SIm Come stai? Che vita fai? DO MI REm Chiede Cristina: Cos’è che sogni adesso? LA SIm Ora che fai quel che fai DO#m FA#m RE LA SOL FA#m Non so rispondere Il mio fantasma via da lei prima cacciare dovrei SIm DO#m LA FA#m RE MI7 Vorrei, dovrei, vorrei, dovrei, vorrei, dovrei FA#m SIm Gli spettri abitano dimore gotiche DO#m SIm MI Come succede in Edgar Allan Poe. FA#m SIm Ma quelli che fanno più paura sono qui DO#m SIm MI A ricordare il tempo agli uomini. FA#m SIm Gli spettri agitano coscienze storiche DO#m SIm MI Fatti epocali, stragi piccole FA#m SIm
  • Colpe e peccati e scie di cenere DO#m SIm MI Ciò che ci fa paura siamo noi. (ad libitum) IL FUTURO FA#m LA RE MI FA#m LA RE MI Sul raccordo anulare i ragazzi di ieri Hanno vecchi fucili e una fotografia FA#m LA RE MI FA#m LA RE MI Hanno fatto la spesa ed i conti col tempo ma la loro ballata finisce a metà FA#m LA RE MI FA#m LA RE MI Ho sorriso a mio figlio all’uscita di scuola, ho guardato la casa che una volta abitai FA#m LA RE FA#m Perché quando te ne vai è davvero come se capissi per la prima volta l’uomo che sarai LA RE SIm Perché tutto quel che hai prima o poi lo perderai, in autunno foglie e rami se li porta il vento SIm FA#m MI FA#m Il futuro desertifica la vita ipotetica SIm FA#m MI RE Qui la vista era magnifica, da oggi significa FA#m Che ciò che siamo stati non saremo più FA#m LA RE MI FA#m LA RE MI E potremo anche avere altre donne da amare e sconfiggere l’ansia e la fragilità FA#m LA RE MI FA#m LA RE MI E magari tornare a sbronzarci sul serio nella stessa taverna di vent’anni fa FA#m LA RE FA#m Ma diversa arriverà la potenza di un addio o la storia di un amico entrato in chemioterapia LA RE SIm E la vita che verrà ci risorprenderà, ma saremo noi ad essere più stanchi SIm FA#m MI FA#m Il futuro cementifica la vita possibile SIm FA#m MI RE Qui la vista era incredibile, da oggi è probabile FA#m Che ciò che siamo stati non saremo più SIm FA#m MI FA#m Il passato adesso è piccolo ma so ricordarmelo SIm FA#m MI RE Io, Gianluca, Rocco e Nicholas, felici nel traffico FA#m di un marciapiede del Pigneto vite fa
  • MAYA COLPISCE ANCORA DO#7 LA7 DO#7 Il nostro mondo più funesto apparirà e sarà caro il disinganno quando tutto crollerà LA7 FA#m7 DO#7 e la ricerca del passato e le speranze nel futuro falliranno fatalmente, quindi quale mai potrà LA7 DO#7 essere l’ambito del gioco la città in cui far crescere la rosa, percepirne l’entità, LA7 FA#m7 DO#7 il giusto tempo, l’esistenza, l’epopea meravigliosa in cui cullare la mimosa, ovvero la felicità RE7 Sono millenni che da scimmie cazzeggiamo col potere, DO#7 FA#7 DO#7 col mito dell’avere, amori e religioni e non cambiamo mai, FA#7 DO#7 banchieri, operazioni, studenti ed operai DO#7 LA7 DO#7 LA7 DO#7 Povero pusher che da solo se ne va con i proventi del lavoro verso la celebrità, LA7 FA#m7 SI e la ragazza di Lambrate si lamenta a voce alta del suo seno da rifare con i soldi che non ha. RE7 Da vent’anni da farfalle ci ostiniamo ad apparire, DO#7 FA#7 DO#7+ FA#7 SOL# fondiamo sul piacere, su ottuse dittature, la nostra civiltà, fiammiferi o splendore, che differenza fa? MIb LAb SIb MIb Maya colpisce ancora, colpisce ora, ci annienterà. MIb LAb SIb DO# FAm Esco, non ho paura, morte sicura viviamo già. SIb DOm SI DO MIb Hare Krishna, Hare. DO#7 LA7 DO#7 Ave Maria che nessun figlio piangerai e che ti erediti la crisi d’Argentina e d’Uruguay LA7 FA#m7 SI E dalle antenne di Segrate li cominci a decifrare i segnali ineluttabili del vuoto che verrà, RE abbiamo sempre praticato sospensioni del dolore DO#7 FA#7 DO#7 FA#7 SOL# e modi di scappare invece è esistenziale la mia bestialità, struttura elementare del tuo DNA Mib Lab SIb MIb Maya colpisce ancora, addirittura ci estinguerà Mib SOL Lab Sib DO# FAm Esco, non ho paura, morte sicura viviamo già SIb SIb7 Mib SOLm DOm SIb LAb Vieni pure, Maya di peste nera e di colera ci ucciderà FA SIb SIb7 MIb Nel frattempo canto, che me ne importa, SOLm DOm SIb Lab canzone morta, cantiamo già.
  • FA DOm Hare Krishna Hare SI Hare Krishna Hare DOm Hare Krishna Hare MIb Hare Krishna Hare DOm Hare Krishna Hare LAbm Hare Krishna Hare SOLm Hare Krishna Hare MIb Hare Krishna Hare
  • LA NATURA DO Non m’importa di cercare leggi di stabilità FA DO Tolgo la sicura, seguo la natura, forse arriverà FA Un tempo dove la diversità amore mio sarà REm L’unico modo per mostrare a tutti la felicità DO E’ la metamorfosi, la sola possibilità FA DO Ne sono sicura, muove la natura e la biologia Di conseguenza anche nella nostra società FA REm Tutto si trasforma, l’ignoranza, l’arte, la democrazia LAm SOL FA MIm Sai cosa penso di noi due? DO SOL LAm Sbagliamo a voler resistere SOL FA FAm DO Alle difficoltà, ai cambiamenti DO Non lo trovi emozionante ciò che sai che sfiorirà FA DO L’ora dell’ ibisco, l’epoca del disco son finiti già FA Alla fine è commovente ciò che sai che muterà REm Sta nella crisalide l’essenza della vera libertà DO SOL offrendo il corpo ad un bagliore, DO LAm REm Pensando “può non durare, LA Rem SOL essere sole, l’ultima volta, sì, vivo così” DO SOL E bacio un seno o una bocca DO LAm REm Pensando “può non durare, LA Rem SOL essere amore, l’ultima volta sì, meglio così”
  • CONTA’ L’INVERNI FA#m MI FA#m RE Se potemo ‘nnammora’, come i passeri canta’, LA RE FA#m RE FA#m se er signore ce dà forza e dell’omini ha pietà. FA#m MI FA#m RE Senza robba nun so sta’ Senza strada ‘ndo’ vòi anna’? LA RE FA#m RE FA#m “Senza morte nun c’è vita” me so’ fatto tatua’ RE FA#m Esisteva solo lei MI RE Me so’ fatto licenzia’ FA#m pe’ compraje er monno intero RE FA#m E non sorideva mai MI RE ma me ne ‘mportava assai: FA#m ero cielo insieme all’angeli FA#m MI FA#m RE Vedo lei, che devo fa’? Sogno lei se sto a guarda’ LA RE FA#m RE FA#m oltre la finestra stretta che me ‘nquadra la città RE FA#m Esisteva solo lei MI RE S’annavamo a diverti’ FA#m pure ar centro commerciale RE FA#m E non ve lo so spiega’ MI RE non lo so capi’ perché FA#m quella notte la sgozzai RE FA#m Ed esiste solo lei MI RE anche adesso che sto qua FA#m a conta’ l’inverni infami RE FA#m Ed esiste solo lei, MI RE pure adesso che sto qua FA#m a conta’ l’inverni ar gabbio.
  • L’ ESTINZIONE DELLA RAZZA UMANA FA DO# Contro di me DO FA SIb LAb per il falco la rana la morte la pianta del tè FA DO# Contro di te DO SIb LAb MIb per salvare la rondine i petali delle orchidee FA DO# Via la libertà DOm SIb che nominiamo invano FA DO# via la società DOm SIb perché a guidarla è l’uomo SOL Muore la foresta, resta in vita la tribù MIb che taglia la testa al gallo che non canta più REm muore anche l’amore che non ha colore DO Piove sul cadavere da settimane SOL Cavalieri del lavoro simili a Gesù MIb non votiamo gli uomini non li votiamo più FA Tornerà la terra follemente bella SOL dopo l’estinzione della razza umana DOm Senza di noi MIm un’era disumana sarà FA REm Nessuna pestilenza verrà SOL ad inquinarci mai DO ci spazzerà SOLm la nostra proverbiale viltà FA saremmo avvolti dalla foschia DO# Rem DO# e poi l’oblio ci coprirà
  • RADIOATTIVITA’ DO FA LAm Piove sugli orizzonti sfocati, sui nostri tempi deviati SOL DO gocce di pioggia di Londra, viste dal basso, dall’ombra FA MIm sembra che il mondo le implori sembra non cessino più FA FAm sembra una fine DO FA LAm Neve che immobilizza i polmoni, che cristalizza pulsioni SOL DO neve del cielo di Mosca, non guarda in faccia nessuno FA MIm MI pare che il mondo l’adori, mondo che non prega più LA RE Bisogna avere fede LA RE FA#m navigare nello spazio siderale MI RE FA presuppore l’aldilà LA RE LA che siamo troppo avvezzi a stare male RE FA#m a proteggerci dal sole MI RE FA dalla radioattività DO FA LAm Giorni in cui sembravi perduto, ed evocavi il passato SOL DO giorni che telefonavi, e mi lasciavi da sola FA MIm MI a brancolare nel buio e dubitavi di me LA RE Bisogna avere fede LA RE FA#m navigare nello spazio siderale MI RE FA superare l’aldilà LA RE LA che siamo troppo avvezzi a stare male RE FA#m a proteggerci dal sole MI RE FA dalla radioattività FA DO di stanchi simboli SOL DO di troppo tempo fa FA DO
  • oggi cambio pagina SOL RE chi vuole andare va LA RE Bisogna avere fede LA RE FA#m esplorare ogni spazio siderale MI RE FA abolire l’aldilà LA RE LA così ti stringo forte, grido amore RE FA#m cerco il bene nell’orrore MI RE FA e l’eterno nell’età.
  • -BONUS TRACK-
  • I RAGAZZI VENUTI DALLO SPAZIO LA Siam venuti dallo spazio SOL#m con le palpebre truccate LA per forzare cassaforti SOL#m MI inculare borghesie LA E paura non abbiamo SOL#m degli sputi della gente LA dacci oggi il nostro pane SOL#m quotidianamente amaro DO#m RE MI i ragazzi dello spazio LA E se siamo differenti SOL#m e se abbiamo cuori uguali LA lecca piano principessa SOL#m queste vite terminali LA E se cerchi l’astronave SOL#m dentro parchi tutti neri LA se pulisci i finestrini SOL#m se ti buchi nelle vene DO#m RE MI sei caduto dallo spazio LA Siam tornati dalla terra SOL#m per dormire finalmente DO#m RE MI un amore nello spazio.
  • BEETHOVEN O CHOPIN DO SIbm LAb Beethoven o Chopin? Non riesco a scegliere SIbm REm Dovrei assumere quintali di droghe FAm DO A-a-ah Beethoven o Chopin? MIm DO FA SIb FA In particolare ballata in sol minore... Opera ventitre DO SIbm LAb Beethoven o Chopin? Morire d’amore SIbm REm Tagliarsi le vene, malato di tisi FAm DO Per te, Beethoven o Chopin? MIm DO FA SIb Qualcuno che studia sulla mezzacoda FA Mondschein Sonate DO# Mi sembravi stanca FA SIb Leggevo sulle tempie DO FA Che l’ombra del giardino SIb Non ti disturbava DO SIbm LAb Beethoven o Chopin? Cornice da sogno SIbm REm Paesaggio lunare nel caldo del giorno FAm DO A-a-ah Beethoven o Chopin? MIm DO FA SIb Qualcuno che prova... noi due nel giardino FA Non eri stanca... eri stanca di me DO# FA SIb I ricci sulla fronte, le lettere d’amore DO FA SIb Sfumare l’orizzonte.. Stare male DO# FA SIb Il senso della morte e la sifilide DO FA SIb Per archiviare il caso riguardante te
  • PIANGI ROMA MIm SOL Mi manchi tu, la fantasia, DO RE il cinema, l'estate indiana, MIm LAm mi servi tu, un brivido, SOL RE il ghiaccio nel, campari soda. SOL Fumo un'altra sigaretta, MIm LAm perché è facile buttarsi via, RE respiro e scrivo, SOL tutto quello che mi manca MIm LAm è un'assurda specie di preghiera, RE che sembra quasi amore... MI LA Piangi Roma, muori amore, DO#m SI splendi sole, da far male. MI LA ho già fatto le valigie, DO#m SI ma rimango ad aspettare. MI LA Ridi Roma, ridi amore, DO#m SI dice il telegiornale, MI LA che la fine si avvicina, DO#m SI io m'invento un gran finale. MIm SOL Mi manchi tu, la libertà, DO RE tanti LP, Battisti e Mina, MIm LAm mi servi tu, la malattia, SOL RE che spazza via, la razza umana.
  • SOL Chiudo con le sigarette, MIm LAm un ragazzo in strada scappa via, RE e metto in lista SOL tutto quello che mi manca, MIm LAm e mi sembra quasi una preghiera, RE oppure folle amore. MI LA Piangi Roma, muori amore, DO#m SI tutto il bene che so dare, MI LA come il sasso e la fontana, DO#m SI si consuma, si consuma. MI LA Ridi Roma, godi amore, DO#m SI nonostante il temporale, MI LA metto i panni ad asciugare, DO#m SI piangi Roma, ti fa bene...
  • SPAGHETTI WESTERN MI LA SI "Ti spacco la faccia con un calcio e poi ti mando al creatore" MI LA SI Disse l'uomo bianco al magrebino sporco "Te la spacco in due" DO MI Poi gli sputò sul muso e "cosa avete da guardare?" urlò SI Clint Eastwood è un signore ha fatto grandi film LA MI DO MI I nostri pomodori sono buoni, il mondo va così MI LA SI "Se vuoi lavorare" disse il caporale a un altro disperato MI LA SI "porta la tua donna che la scopa il capo, se vuoi lavorare" DO MI Poi prese il cellulare sputò a terra e ritornò alla jeep SI Lee Van Cleef è morto, è morto Volontè LA MI DO MI I nostri imprenditori sono esperti, il mondo è quel che è MI LA SI Tanti messicani in un deserto a Foggia e pochi pistoleri MI LA SI fanno sì che i nostri maccheroni al sugo restino i migliori DO MI Ogni tanto il tonfo di una spranga, i cani scappan via SI Sergio Leone è vivo per lo meno qui LA MI DO MI e l'occidente lento muore di tumore, va così
  • L' ULTIMA NOTTE FELICE DEL MONDO (DUETTO FRANCESCO/RACHELE) DO LAm Mentre la pioggia batteva sui vetri REm SOL l'attrice guardava passare il tassì FA MIm SOL Sull'asfalto e sul piombo scrivevo parole d'amore DO LAm Tu mi parlavi con frasi dei salmi REm SOL Io ero sbandata, ma questo non conta FA MIm SOL così ti stringevo al mio cuore come fosse DO LAm FA SOL DO FA SOL l' ulti-ma notte felice del mondo DO MIm7 SIb MIb7 DO MIm l' ulti----ma notte importante per dimenticare di essere soli FA MIm SOL di essere soli da sempre DO LAm Mentre la mafia giurava vendetta REm SOL l'attrice di un tempo era già via di qui FA MIm SOL Giocavo con l'acqua del mare quand'ero bambino DO LAm Tu mi baciavi sul letto disfatto REm SOL FA L'estate prendeva una piega di nuove speranze MIm SOL Cadevano stelle come fosse DO LAm FA SOL DO FA SOL l' ulti-ma notte felice del mondo DO MIm7 SIb MIb7 DO MIm l' ulti----ma notte importante per dimenticare di essere soli FA MIm SOL di essere soli da sempre DO LAm REm SOL FA MIm SOL
Fly UP