System is processing data
Please download to view
...

1012 Notiziario

by confcommerciopisa

on

Report

Category:

Documents

Download: 0

Comment: 0

212

views

Comments

Description

Notiziario confcommerciopisa Dicembre 2010
Download 1012 Notiziario

Transcript

  • 1www.confcommerciopisa.it
  • 2 www.confcommerciopisa.it
  • 3www.confcommerciopisa.it ASCOM-PISA EDITORE EDITORIALENatale: Regalati CoNfCommeRCio Pisa SOMMARIO Natale è tempo di regali, e mai come quest’anno è ricco di regali il nata- le che Confcommercio Pisa offre ai suoi associati. Senso di appartenenza e con- dizioni vantaggiose con la grande Con- fcommercio Card. Esteticamente attraen- te, esclusivamente riservata al club unico degli associati di Confcommercio Pisa. La notizia, bellissima, dell’elezione all’una- nimità di Stefano Bottai a Presidente di Confcommercio Toscana. E poi, ancora, pioggia di riconoscimenti alle imprese, tra le migliori della provincia, grazie alla VI edizione del Premio Giovani Impren- ditori dedicato quest’anno a Tradizione e Specializzazione. Una grande kermesse, una splendida iniziativa che coinvolge il meglio delle isitituzioni locali e che ha portato Michele Cernuto, Presidente del Gruppo Giovani, alla elezione di Vice-Pre- sidente di Confcommercio Pisa. Ancora, vogliamo parlare delle 25.000 cartoline di auguri distribuite gratuitamente ai commercianti di Pisa e Pontedera come segno di augurio da parte del nostro Gruppo Giovani? La tutela sindacale non lascia spazio a tregue: mentre i commer- cianti si autofinanziano per la riqualifica- zione, vedi litorale, vedi stazione, come Confcommercio Pisa abbiamo scritto ur- gentemente al Ministro Maroni, perchè la sicurezza non può essere un optional. Due nuovi importanti rapporti di parter- ship, al fine di aumentare il pacchetto dei servizi, sono stati perfezionati proprio in questo dicembre 2010. Per concludere: si chiude un anno per molti versi travagliato e sofferto. Segnali di ripresa ve ne sono molti. Da Confcommercio Pisa, a tutti voi, l’augurio di un 2011 di successo. NUOVO PRESIDENTE CONFCOMMERCIO TOSCANA Stefano Bottai eletto all’unanimità ASSOCIATI E CONTENTI Arriva la Confcommercio Card GIOVANI IMPRENDITORI Tutti i premiati del Premio Giovani SICUREZZA Esposto al Ministro Maroni Commercianti soli contro il crimine MACELLERIE Qualità al primo posto FIVA CONFCOMMERCIO PISA Pannelli fotovoltaici al mercato PARTNERSHIP Futuro sempre più blu con la Zurich 4 10 Partnership solare con Surya Energy Enterprise FORMAZIONE Abbuffata di corsi FNAARC CONFCOMMERCIO PISA Massima attenzione alle sanzioni da autovelox 6 15 Presidente Luca Ciappi Direttore Federico Pieragnoli Aut. Trib. Pisa n. 2 del 1970 Var. del 7/01/98 Anno XIX – N. 10 Dicembre 2010 Direttore Responsabile Elisabetta Ficeli Redazione e foto Alessio Giovarruscio Promozione e marketing Alessio Giovarruscio a.giovarruscio@confcommerciopisa.it Stampa e Grafica Tipografia Moderna – Navacchio - Pisa Redazione, Amministrazione e Pubblicità Via Chiassatello, Galleria Sanac, 67 Tel. 050 25196 / 25197 Fax 050 21332 info@confcommerciopisa.it www.confcommerciopisa.it LE NOSTRE SEDI PISA Via Chiassatello, Galleria Sanac, 67 Tel 050 25196 / 25197 Fax 050 21332 Pisa – ASCOM PAGHE Palazzo Confcommercio - P.zza Carrara, 10 Pisa – ENASCO – 50 & PIU’ FENACOM Viale Gramsci, 3 Tel 050 48371 – Fax 050 45301 PONTEDERA Vis Sacco e Vanzetti, 67 Tel. 0587 59459 SAN MINIATO Via Ser Ridolfo, 22 Tel 0571 417047 – Fax 0571 403098 VOLTERRA Via F. Franceschini, 10 Tel 0588 86677 Chiuso in redazione il 15/12/2010 17 8 13 14 19
  • 4 www.confcommerciopisa.it stefaNo Bottai eletto NumeRo uNo di CoNfCommeRCio tosCaNa Un dirigente pisano alla guida della Con- fcommercio regionale. Infatti, Stefano Bot- tai è stato eletto all’unanimità nuovo Pre- sidente di Confcommercio Toscana. Nato a Pisa, il 5 gennaio del 1965, è stato per molti anni un funzionario di Confcommer- cio Pisa. Vice-sindaco al comune di Pisa dal 1990 al 1994, attualmente ricopre la carica di Presidente e Amministratore unico della Boccadarno Spa, la società che ha ideato, progettato e attualmente gestisce la co- struzione del nuovo porto di Marina di Pisa. Il suo profilo è legato anche allo svilup- po dell’area cantieristica dei Navicelli di Pisa, dove Stefano Bottai è Amministra- tore unico della Sviluppo Navicelli S.r.l. Molteplici incarichi negli enti: è componen- te del Consiglio della Camera di Commercio di Pisa, settore turismo, membro di Giun- ta di Confcommercio Pisa, nonché mem- bro della Fondazione Cassa di Risparmio di Pisa Lucca Livorno e della Fondazione Cas- sa di Risparmio di San Miniato. Numerosi gli incarichi professionali, risalta l’impegno di Bottai in qualità di manager nel settore turistico, dove ricopre, tra gli altri, l’inca- rico di Amministratore unico Grand Hotel Continental Tirrenia, Amministratore unico Tirrenia Golf Club S.r.l., Vice-presidente Co- smopolitan Golf & Contry Club S.p.a, Am- ministratore unico Residence Cosmopolitan Club s.r.l. Tirrenia. Secondo il neo eletto, due sono le questio- ni fondamentali: “La rappresentatività di Confcommercio Toscana presso l’ammini- strazione regionale e l’impulso a dare com- petitività alle piccole imprese del nostro territorio” Esprimo i miei più sinceri auguri e complimenti al nuovo Presidente di Confcommercio Toscana Stefano Bot- tai. Siamo lieti che, a livello regionale, Confcommercio Pisa abbia avuto que- sto tipo di considerazione e di rico- noscimento. L’imprenditore Stefano Bottai è imprenditore di primissimo livello e ottimo manager. Siamo orgo- gliosi della sua elezione che rappre- senta un ulteriore segnale del forte cammino di crescita messo in atto dalla nostra associazione nell’ultimo anno e mezzo. A Stefano Bottai il no- stro augurio di buon lavoro. luCa CiaPPi (Presidente di Confcommercio Pisa) Il Presidente Luca Ciappi Stefano Morandi e il neo eletto Stefano Bottai
  • 5www.confcommerciopisa.it stefaNo Bottai: il PResideNte editoRe Tra le molte attività del neo eletto Pre- sidente Stefano Bottai c’è anche l’edi- toria. Infatti, Bottai è l’editore di Cosmonautica, la rivista ufficale della Boccadarno Porto di Pisa Spa, una rassegna trimestrale che parla di economia del mare e del territo- rio. Proprio a partire da Pisa, da un posto che sul mare si affaccia e con il mare ha una lunga consuetudine. Un posto ricco di infrastrutture, come il canale dei Navicelli e la grande area cantieristica. stefaNo Bottai “CommeRCio: No alla liBeRalizzazioNe totale!” Per il neo eletto Presidente di Confcommercio Toscana il primo intervento pubblico riguarda la scottante questio- ne delle aperture domenicali. La posizione del Presidente Stefano Bottai: “La liberalizzazione totale non ci convince affatto perchè esiste una modalità di distribuzione che deve tenere conto della qualità della vita delle persone, non solo per quanto riguarda i dipendenti, ma anche per gli imprenditori, a cominciare dai più piccoli. Penso ai pic- coli negozi dove il proprietario dovrebbe lavorare dalle ore 8 della mattina alle ore 20 della sera, sette giorni su sette. Ma quella, che vita è? Insomma, non si può pensare che un esercizio a conduzione familiare possa stare aperto 24 ore su 24. Inoltre, parlando dei ricavi, la somma finale resta la stessa. Infatti, all’aumento delle ore di lavoro non corrisponde un maggiore incasso. In più, la completa liberalizzazione non è nemmeno bella esteticamente, perché i nostri centri storici sono attraenti a condizione che siano tutti aperti. Alla fine, comunque, non è solo un problema economico, ma anche di relazio- ne con la vita degli altri. Un’attività commerciale funziona bene se le città sono ordinate e pulite, se esistono regole. Il Presidente Stefano Bottai
  • 6 www.confcommerciopisa.it io Ce l’ho e tu? assoCiati e CoNteNti CoN CoNfCommeRCio CaRd Una carta di credito a condizioni di assoluto favore per le imprese associate, una delle migliori sull’attuale mercato delle carte di credito. Molti i vantaggi per i possessori: non è previsto alcun obbligo di apertura di nuovi conti correnti perchè si appoggia al c/c dell’impresa o del titolare di qualsiasi banca. E’ gratis, perchè è previsto un cano- ne annuo di €20 che non viene addebitato quando si raggiungono i €1.000 di tran- sato annuo. L’addebito a saldo avviene e fine mese + 35 giorni sulla carte personale. Nessun addebito della fee benzina, normal- mente di €0,77 a rifornimento. Nessuna imposta di bolla, commissioni di prelievo contante dimezzate. In più, un pacchetto assicurativo di prima scelta gold, allegato alla card più la possibilità di usufruire di tut- te le convenzioni nazionali e locali a sconti ancora maggiori. ConfCommerCio Card. essere soCi ha tanti vantaggi. Portali semPre Con te. M es sa g g io p u b b lic it ar io c o n f in al it à p ro m o zi o n al i, p er c o n d iz io n i co n tr at tu al i fa re r if er im en to a i fo g li in fo rm at iv i d is p o n ib ili i n a ss o ci az io n e. I PRIVILEGI DELLA TUA TESSERA SOCIO, LA COMODITà DI UNA CARTA DI CREDITO. • Tessera Associativa e carta di credito in un’unica Card. • Addebitabile su qualsiasi banca. • Disponibilità flessibile a partire da 2.600 euro al mese. • Addebito mensile dopo 35 giorni dall’invio della lettera di addebito con un risparmio medio di 50 giorni di valuta. • Canone annuo di 20 euro, gratis al superamento di 1.000 euro di spesa annua. • Zero commissioni per rifornimento carburante. • Commissioni di prelievo contante dimezzate. • Pacchetto assicurativo dedicato. • Progettata con ABCapital, realizzata da Deutsche Bank, utilizzabile negli esercizi commerciali che espongono il marchio MasterCard: oltre 32 milioni in tutto il mondo. • In esclusiva per le imprese associate. • Valida per accedere a sconti e convenzioni del Sistema Confcommercio. Per informazioni: www.associaticonfcommercio.it Numero Verde 800.915.915 CHIEDILA SUBITO ALLA TUA ASSOCIAZIONE. Partner finanziari Confcommercio Card: Secondo il Dottor Fabio Fulvio, Responsa- bile marketing di Confcommercio Imprese per l’Italia “si tratta di un prodotto molto innovativo. Disegnata da Armando Testa, progettata da Ab Capital, advisor specia- lizzato nei sistemi associativi, realizzata da Deutsche Bank, leader italiano sulle carte corporate, appartiene al circuito ma- stercard, leader mondiale con oltre 30 mi- lioni di esercizi convenzionati. Non è una semplice carta co-branded: la coesistenza di tessera associativa e carta di credito in un unico supporto implica una importante integrazione, a livello di sistemi, tra Con- fcommercio e Deutsche Bank, ecco perchè è possibile parlare di una vera e propria carta di credito plasmata sulle esigenze de- gli associati di Confcommercio” Uno splendido regalo agli associati di Confcommercio Pisa: la Confcommercio Card. Una vera e propria carta di credito unita alla tessera associativa, dedicata esclusivamente agli imprenditori associati e ai loro parenti, unico esempio nel mondo della rappresentanza di impresa di tessera associativa incorporata in una carta di credito. Resp. Marketing: Gabriella Iannotta e Fabio Fulvio
  • 7www.confcommerciopisa.it • Addebitabile su qualsiasi banca e bancoposta • Disponibilità flessibile a partire da 2.600 euro il mese • Addebito mensile dopo 35 giorni dall’invio della lettera di addebito, con un risparmio medio di 50 giorni di valuta e massimo 65 • Canone annuo gratuito al superamento di 1.000 euro di spesa annua (in caso contrario il costo è solo di € 20) • Imposte di bollo azzerate • Commissioni per rifornimento carburante azzerate • Commissioni di prelievo contante dimezzate (dal 4% al 2%) • Pacchetto assicurativo adialto livello dedicato CoNfCommeRCio CaRd tRoPPo Bella, ma NoN PeR tutti! Innovativa anche nel design, Confcommer- cio Card segnala l’appartenza ad un club esclusivo, caratterizzato da gusto ed ele- ganza: disegnata dallo studio di design Ar- mando Testa, utilizza una tecnologia Smart Reflex che la rende più luminosa e rifletten- te, mentre il colore black richiama le carte top sul mercato. tutti i vaNtaggi • Assicurazione contro i ritardi aerei o dinavigazione in viaggio all’estero • Assicurazione contro i ritardi nella consegna dei bagagli in viaggio all’estero • Medico No stop (consulenza medica, invio di medico in viaggio, trasporto autoambulanza, segnalazione di un medico specialista, reperibilità di farmaci all’estero) • Protezione acquisti entro le 24 ore successive all’acquisto • Rc ospiti in casa • Auto non problem, soccorso stardale, auto sostituitva in Italia, spese di albergo, rimpatrio veicolo e passeggeri • Rc ospiti in casa • Assicurazione Infortunio viaggi aerei e autoveicoli, treni natanti • Pronto travel (verifica disponibilità e prenotazione biglietti e pacchetti) le PRiNCiPali CoPeRtuRe assiCuRative
  • 8 www.confcommerciopisa.it L’attuale Presidente dei Giovani Impren- ditori, Michele Cernuto, è stato eletto dal Consiglio Vice-Presidente di Confcommer- cio Pisa. Michele Cernuto è nato a Pisa 36 anni fa, attualmente ricopre la carica di Responsabile e Direzione commercia- le della Emmeci Sas, società di import ed export di prodotti e materiali elettrici ed elettronici provenienti dal sud-est asiatico. Sensibile ai processi di innovazione come fonte di sviluppo delle imprese, Cernuto è il fondatore della Mister Index, società che vende su internet prodotti di illuminotec- nica e design (soprattutto a led). L’elezio- ne di Michele Cernuto a Vice-Presidente è stata proposta e fortemente voluta dal Presidente Luca Ciappi: “Credo fondamen- tale il progressivo processo di integrazione dei giovani, già ad ottimi livelli, all’interno della nostra associazione. Per questo spe- cifico motivo ho chiesto che il Presidente dei Giovani fosse eletto Vice-presidente di Confcommercio Pisa. Sappiamo molto bene quanto i giovani e la loro connaturata ten- denza all’innovazione, possano costituire anche per le imprese più strutturate e con- solidate un esempio e un modello di lavoro, tanto più in contesti economici sempre più volatili e competitivi”. miChele CeRNuto eletto viCe-PResideNte di CoNfCommeRCio Pisa Comprensibile la soddisfazione del nuovo Vice-Presidente Michele Cernuto: “Sono onorato e molto soddisfatto di questa de- cisione che, attraverso di me, rappresenta un premio ed un riconoscimento per tutto il Gruppo Giovani di Confcommercio Pisa. Senza la qualità del lavoro e dell’impegno di tutti noi, molto difficilmente avremmo rag- giunto un traguardo simile. L’obiettivo non cambia: dobbiamo continuare a costituire il terreno fertile dell’innovazione e delle nuo- ve tecnologie e allo stesso tempo rappre- sentare sempre più un punto di riferimento per tutti quei giovani che sognano di fare impresa”. eCCo i magNifiCi sei Che sfidaNo la CRisi. Si è svolta nella sala consiliare della provincia di Pisa, alla presenza di mol- te autorità del mondo politico ed eco- nomico provinciale, e del Presidente Nazionale dei Giovani Imprenditori Pa- olo Galimberti, la VI Edizione del Pre- mio Giovani Imprenditori di Confcom- mercio Pisa. “Tradizione e innovazio- ne: il mercato che cambia” il titolo del convegno che ha preceduto le premia- zioni. Assortito per settore economico e località di provenienza l’elenco dei premiati. Il Premio speciale Nazionale vi edizioNe PRemio giovaNi imPReNditoRi CoNfCommeRCio Pisa: I due Presidenti: Michele Cernuto e Luca Ciappi
  • 9www.confcommerciopisa.it eCCo i magNifiCi sei Che sfidaNo la CRisi. PREMIO SPECIALE DISTINZIONE NAZIONALE MASSIMILIANO e STEFANO BUSTI (Formaggi famiglia Busti) Da mezzo secolo la famiglia Busti si impe- gna quotidianamente nella lavorazione del latte per la produzione di formaggio. La famiglia Busti ha origine dai pastori della Garfagnana, e nel rispetto di que- ste origini legate alla tradizione e alla genuinità dei prodotti, l’azienda con la sua pluridecennale esperien- za, porta sulle tavole italiane pro- dotti che rappresentano la continu- ità del passato con il presente. Fon- data nel 1955 dai coniugi Remo e Luciana, l’azienda è in mano ades- so ai fratelli Massimiliano e Stefano Busti, insieme al giovanissimo Mar- co. Ogni giorno vengono lavorati circa 250 quintali di latte ovino, e viene prodotto una ampia varietà di formaggi. è stato conferito a due aziende top della nostra provincia: uno a Mirko Pan- chetti, figlio di Enio, amministratore della storica azienda pisana, sviluppatasi negli anni 60 e oggi leader nei settori dell’edilizia e dell’ambiente; l’altro a Mas- similiano Busti, co-titolare di questa azienda alimentare che esporta formaggi in tutto il mondo, Stati uniti ed Europa in testa. Premio Tradizione conferito a Francesca Bizzarri, titolare dell’esclusivo agriturismo Cima alla Serra, nel con- testo straordinario delle colline di Buti e a Francesco Costa, giovanissimo im- prenditore vinicolo titolare del Podere La Valletta a Lorenzana. Infine, il premio specializzazione è stato conferito a Valentina Giordano, ideatrice della linea di profumi e di fragranti essenze Aria di Pisa. Ulitmo, non certo per importanza, il Premio Specializzazione Valdera consegnato a Marinella Stanco, titolare del giovanissimo e moderno ristorante Kapperi, nel cuore del centro storico di Pon- tedera. PREMIO SPECIALE DISTINZIONE NAZIONALE MIRKO PANCHETTI (Panchetti Costruzioni Spa) – PISA La Panchetti Spa è una storica azienda pi- sana, sviluppatasi negli anni 60 e oggi lea- der nei settori dell’edilizia e dell’ambiente, specializzata in costruzioni civili e industria- li, in opere di urbanizzazione, di bonifica, demolizione e recupero di materiale inerte. Gran parte della storia di questa azienda è il frutto delle intuizioni di Elio Panchetti, il fondatore, a tutti gli effetti il più grande co- struttore pisano, recentemente scomparso. Dopo 25 anni di lavoro al fianco del padre, Mirko Panchetti, 40 anni, è adesso al verti- ce dell’azienda in qualità di amministratore. PREMIO TRADIZIONE FRANCESCA BIZZARRI (Agriturismo Cima alla Serra) Situato nel cuore delle colline pisane, a 300 metri sul mare, ristrutturato da un antico rustico, l’agriturismo Cima alla Serra si di- stingue per uno stile e un’atmosfera classi- camente toscana. Da qui, si può godere una vista mozzafiato: un panorama unico, in un contesto ambientale caratterizzato da un bosco secolare di ca- stagni e abeti e da una immensa oliveta. Qui è il trionfo della tradi- zione e della qualità, coniugata ai massimi livelli di confort per una clientela interna- zionale ed esclusiva. PREMIO SPECIALIZZAZIONE IMPRENDERA SVILUPPO VALDERA MARINELLA STANCO (Ristorante Kapperi) Nel cuore del centro storico di Pontedera, il Kapperi è un ristorante di tendenza fonda- to e gestito da 4 giovanissimi imprenditori. L’amministratore unico è la giovanissima Marinella Stanco, gli altri soci, rigorosa- mente under 40 sono Angelo Stanco, Fer- rini Andrea e Venta- voli Stefano. Il risto- rante è uno spazio eno-gastronomico creativo, caratteriz- zato da una cucina frutto dell’esperienza del bravissimio chef Maccapani Fabrizio. PREMIO SPECIALIZZAZIONE VALENTINA GIORDANO (Aria di Pisa) Aria di Pisa, profumi, essenze e cosmetici che hanno l’ambizione di ricostruire le antiche e le splendide atmosfere dei giardini della gloriosa Repubblica Pisana. Aria di Pisa è il sogno di Valentina Giordano, giovane imprenditrice di 35 anni, torinese di nascita, innamorata sin da bambina delle bellezze della città del- la torre. Laureata in farma- cia, ha studiato a fianco di importanti maestri francesi, sa conoscere e distinguere alla perfezione il carattere delle essenze. Aria di Pisa è un vero e proprio mix di sto- ria, tradizione, sensazioni, ricordi, restituite all’interno di piccoli e straordinari fla- concini: i profumi, appunto, dell’aria migliore di Pisa. PREMIO TRADIZIONE FRANCESCO COSTA (Podere La Valletta) Vini d’eccellenza, con il Podere la Valletta, una realtà vitivinicola che nasce nel 2002 per volontà del suo titolare, il giovanissimo Francesco Costa, 30 anni, che alla giova- nissima età di 21 ha rilevato il podere la Valletta di Lorenzana, ben 19 ettari sulle colline pisane, all’interno di uno straordina- rio microclima e una ampia diversità di ter- reni. Attualmente l’Azienda conduce la col- tivazione di uve a bacca rossa nelle varietà autoctone come il Sangiovese e il Colorino Toscano ed internazionali quali il Merlot e il Cabernet Sauvignon. La vinificazione av- viene in maniera tradizionale a temperatura controllata, usando la tecnica dei rimontag- gi e delestage. L’affinamento dei vini è svol- to totalmente in Barriques di rovere fran- cese di diverse tostature provenienti dalla regione di Allier. Francesco Costa con il suo vino “Dimezzo” ha concquistato la medaglia d’oro al Concorso mondiale di Bruxelles. vi edizioNe PRemio giovaNi imPReNditoRi CoNfCommeRCio Pisa:
  • 10 www.confcommerciopisa.it Il silenzio prolungato da parte del Sindaco a fronte della nostra richiesta di un incontro sui temi essenziali della sicurezza, è qualcosa che ci amareggia molto e rappresenta per gli imprenditori e per i commercianti un evidente quanto ingiustificato segnale di disinteresse nei confronti di problemi di questa gravità. La prolungata emergenza di alcune zone soggette a questi fenomeni criminali (stazione, piazza delle Vettovaglie, piazza Belvedere a Tirrenia), contestuale alla solitudine dei commercianti costretti a far fronte, da soli, ad una serie di furti a raffica e a situazioni di pericolo, ha portato noi e gli imprenditori coinvolti a richiedere la possibilità di un incontro, alla quale potessero partecipare il sindaco insieme a tutte le autorità competenti e responsabili. stazioNe CoNfCommeRCio Pisa maNda uN esPosto al miNistRo maRoNi fedeRiCo PieRagNoli (diRettoRe CoNfCommeRCio Pisa): “siCuRezza soNo due mesi Che asPettiamo uNa RisPosta dal siNdaCo” Così si legge nella lettera/esposto inviata al ministro dell’interno Roberto Maroni: “Confcommercio Pisa e i commer- cianti della Stazione, riuniti nel co- ordinamento della stazione, hanno a più riprese sollecitato un concreto intervento ai responsabili della sicu- rezza cittadina. Dopo aver incontrato nell’ordine, Prefetto, Questore, Sin- daco, Comandante della Polizia Mu- nicipale, e aver verificato in prima persona l’inefficacia operativa degli interventi promessi, i commercianti hanno deciso di chiedere, in accor- do con le stesse autorità, un tavolo congiunto sulla sicurezza. Alll’ordine del tavolo i problemi di delinquenza, accattonaggio, spaccio e micro-cri- minalità che affliggono il quartiere, le attività commerciali presenti e i turisti e che trovano all’interno di un contesto urbano degradato am- pie possibilità di proliferare. Benchè siano trascorsi da allora 6 mesi e la diffusione e l’intensità dei fenomeni criminali sia rimasta pres- soché inalterata, alcuna convocazio- ne del tavolo sulla sicurezza è stata comunicata ai commercianti e la si- tuazione resta incandescente. Alleghiamo a questa Ns. comunica- zione, raccolta di firme e una lettera di denuncia dei fenomeni criminali emersa dopo gli ultimi incresciosi episodi di violenza a danno di com- mercianti e residenti”. Ministro Maroni e il Sindaco di Pisa Marco Filippeschi
  • 11www.confcommerciopisa.it Ormai è un vero e proprio allarme. Un bollettino di guerra quotidiano, puntellato di furti e azioni violente ai danni dei commercianti pisani. Zone protette e garantite, enclaves sicure non ne esistono più. Centro e periferia, non fa più differenza. Salotti buoni e salotti cattivi, distinzioni irrime- diabilmente passate. Spicca la solitudine dei commercianti pisani, vittime quotidiane di furti e azioni violente, degra- do e micro-criminalità. La saracinesca è diventata solo una fragile trincea, impotente ad arrestare la marea montante della violenza. Colpisce l’assordante silenzio delle istituzio- ni. Colpisce l’indifferenza nei confronti di questo progres- sivo deteriorarsi delle vie e dei quartieri cittadini. L’insicu- rezza si diffonde a tutti i livelli, in un clima da “si salvi chi può!”. Come Confcommercio Pisa non intendiamo recedere su di un tema che riteniamo essenziale per la sorpavvi- venza stessa del commercio cittadino. Al grave problema criminalità, alla sicurezza dei commercianti e dei cittadini, chiediamo a chi di dovere risposte chiare e soluzioni pra- ticabili. Da condividere, se del caso, con le forze migliori e produttive della città. Qualcosa deve essere fatto, non solo in termini di sicurezza, ma anche di complessiva riquali- fcazione del tessuto urbano cittadino. Noi, da parte nostra, non mancheremo di fare il nostro dovere. Siamo convinti che la sicurezza e la libera impresa siano diritti inalienabili e mai negoziabili, diritti che devono essere garantiti e tutelati, per questo motivo siamo molto rammaricati di questo silenzio che dura da almeno due mesi. Come Confcommercio intendiamo proseguire con forza sulla strada della legalità e della sicurezza, auspicando un ripensamento e una rinnovata disponibilità da parte del sindaco, nella direzione tracciata dagli stessi imprenditori. CommeRCiaNti PisaNi, soli CoNtRo il CRimiNe Il Direttore Federico Pieragnoli
  • 12 www.confcommerciopisa.it L’orgoglio di un mestiere che sembra non tramontare mai. L’orgoglio di un mestiere che ha saputo conservare intatta la sua peculiare caratteristica: una straordinaria professionalità nel conoscere, tagliare, pre- parare e servire la carne nel modo migliore. Un mestiere al passo con i tempi, che ha vi- sto le macellerie pisane fare il salto di quali- tà in termini di ampia e diversificata offerta gastronomica per i clienti, grazie alla pre- parazione di piatti pronti con ingredienti di primissima scelta. L’occasione per parlare di tutto ciò è stato il progetto di incoming del settore macelle- rie, organizzato dalla Camera di Commer- cio Italo-Spagnola, con la collaborazione del sindacato dei macellai aderente a Con- fcommercio Pisa, che ha messo a confron- to i macellai pisani con quelli provenienti da Barcellona. Circa 25 professionisti della carne provenienti dalla penisola iberica si sono intrattenuti per una intera giornata nella nostra città, in una sorta di visita for- mativa presso alcune macellerie pisane, al fine di poter osservare da vicino il taglio e la lavorazione delle carni secondo il modello di preparazione per eccellenza, il modello toscano per l’appunto. Un momento di riflessione comune si è svolto al termine della giornata, nella sala del Consiglio della Camera di Commercio di Pisa, proseguito in serata all’Hotel dei Ca- valieri, con la partecipazione straordinaria del Presidente Regionale Sindacato Macel- lerie Luigi Sacchetti, del Presidente fiorenti- no Vasco Tacconi, del Presidente Provinciale Sindacato Macellai Confcommercio Pisa Pa- olo Ciampalini, del Presidente di San Giu- liano e Vecchiano Bartalini Fidio, del Presi- dente di Pontedera, del Presidente dell’APA Marco Veronesi, di Lucio Vernillo editore/ direttore della rivista specializzata Convi- vium. Paolo Ciampalini (Presidente Sindacato Macellerie Confcommercio Pisa) : “L’incon- tro con i colleghi spagnoli ha rappresentato un momento di confronto culturale reci- proco, che abbiamo intenzione di replicare quanto prima, facendo visita ai nostri col- leghi spagnoli. Questo scambio ci confor- ta sul fatto che le macellerie pisane sono all’avanguardia europea, un esempio di ec- cellenza per le migliori tradizioni gastrono- miche estere”. CoNfCommeRCio Pisa: maCellai sPagNoli a lezioNe da quelli PisaNi Diffidare delle imitazioni e delle svendi- te un tanto al chilo. Piuttosto qualità al primo posto con le macellerie di Pisa e provincia. Le macellerie/gastronomie del circuito Confcommercio Pisa rappresen- tano una garanzia assoluta di professio- nalità al servizio dei clienti. Un servizio in piena regola, frutto di grande espe- rienza e di una cultura della carne a tut- to tondo. Sono cambiati i costumi e gli stili alimentari, e proprio per offrire un servizio migliore, le macellerie pisane si sono aperte alla gastronomia di prodotti pronti, preparati con ingredienti di prima qualità. qualità al PRimo Posto CoN le maCelleRie PisaNe Le macellerie pisane ricercano e seleziona- no carni di altissima qualità, che propon- gono quotidianamente ai loro affezionati clienti. Le macellerie di Pisa e Provincia, aderenti a Confcommercio Pisa, mettono al centro dei loro interessi i clienti e rap- presentano la migliore garanzia e sicurezza alimentare. Confcommercio Pisa supporta al massimo, con la propria struttura e il proprio staff di professionisti, le migliori macellerie di Pisa e Provincia, mettendo a loro disposizione tutta la gamma di servizi che si possono usufruire in associazione.
  • 13www.confcommerciopisa.it Una volta che il caffè tostato è giunto nei locali per essere consu- mato, entrano in gioco le famose 4M. Prima M Il perfetto equilibrio di una miscela è forse il pregio più difficile da ri- scontrare poiché richiede impiego di qualità pregiate, giusto dosaggio delle stesse, perfetto grado di tosta- tura. La fase della miscelazione, è dunque quella in cui nasce il carat- tere, il valore di una marca di caffè, quella che ne determina l'immagine e che influisce direttamente sulla "fama" di una bar: armonia sofisti- cata del gusto, aroma generoso, corso nobile, costituiscono la strate- gia vincente per una miscela desti- nata ad imporsi. Seconda M é l'esperienza che il barista si fa dopo anni di lavoro dietro la mac- china. Normalmente è preferibile che alla macchina da caffè lavori sempre una stessa persona, o co- munque persone che lavorano nello stesso modo, così da non avere pro- blemi nella macinatura del caffè. In- fatti la macinatura e la macchina dovrebbero essere regolate in base alle abitudini di lavoro dell'opera- tore. Terza M Avere una macinatura sempre per- fetta in tutte le condizioni ambien- tali è una delle cose più importanti per ottenere un ottimo caffè! Quindi, utilizzate un buon macinadosatore, constatate che le macine siano sem- pre ben affilate, eseguite la pulizia quotidiana per evitare che dei resi- dui di caffè irrancidiscano, e varino il gusto finale del prodotto. Quarta M Utilizzate una macchina di una buona marca, che riesca ad esaltare le qualità del Vostro caffè. Tenete conto che un buon espresso deve scendere il 25- 28 secondi, di cui 5/6 di infusione. I principali elementi da tenere sempre sotto occhio sono: - manometro pressione caldaia: in- dica la pressione esistente in caldaia. La pressione ottimale deve essere circa tra 0,9 e 1 atmosfera, al di fuori di questi valori il caffè sarà o troppo freddo o troppo caldo. - manometro di pressione della pompa volumetrica, che deve essere sempre tra le 8 e le 10 atmosfere, al di fuori di questi valori il caffè non viene sfruttato nella maniera ade- guata, e risulterà con crema inconsi- stente o troppo corposa. LA STORIA DI UN CAFFE’ PERFETTO Tutto cominciò nel 1930 con il Bar di Corso fon-dato dal "Sor" Ugo Incerpi, in quella MontecatiniTerme di stile Liberty, vero punto d'incontro di fama internazionale. Il titolare del Bar New York, comprò una macchina per "torrefare" il caffè, così da proporre un prodotto particolare alla sua raffinata clientela, che frequentava la città termale per riposarsi e "passare le acque" il suo caffè era talmente buono che in poco tempo si sparse la voce, e la domenica si veniva persino da Firenze per gustarlo. Dopo la II Guerra Mondiale, Lo- retta, la figlia del "sor" Ugo, sposò Oscar Onori che, già esperto agronomo, trasformò negli anni 50/60 l'attività artigianale in una torrefazione capace di distribuire il caffè in tutta la Toscana. Caffè New York va ancora avanti grazie al consolidamento e lo sviluppo sapiente- mente tramandato ai figli e, oggi, ai nipoti. Non solo in Toscana, ma anche in Francia, Germania (dove ab- biamo ricevuto uno speciale riconoscimento superando una concorrenza molto più famosa di noi) , Sud Africa, Canada e Giappone. Questa è la nostra storia, fatta di passione per il nostro lavoro e di rispetto per il consu- matore. Così ogni volta che assaporate una tazzina di Caffè New York, chiudete gli occhi e pensate che lì den- tro ci sono 80 anni di storia. IL CAFFE’ Ma è con la torrefazione che il caffè cambia completamente aspetto e qualità. è l'operazione di trasformazione che dà ai chicchi l'aspetto che siamo abituati a vedere. Durante la tostatura il chicco si apre, e dilata la tipica fessura centrale, perde in peso circa il 18- 20 %, mentre aumenta in volume del 60 %. Cambia gradatamente il suo colore, ma sopratutto è sottoposto a reazioni fisico- chimiche assai complesse. Il grado di torrefazione viene regolato tenendo conto: dei gusti del consumatore e della zona di destinazione: tostare al sud Italia è cosa diversa che tostare per il nord. Nessuna macchina, nessun computer può sostituire l'occhio e la mente dell'esperto tostatore. Il grado di torrefazione è la base di ogni miscela: gli Arabica richiedono sempre una tostatura più chiara affinché non vengano alterati gli aromi delicati che li distinguono, mentre per i Robusta è indispensabile una tostatura leggermente più scura per coprire le loro caratteristiche di legnosità. Nata nell'altopiano di Kaffa, in Etiopia, la piantina del caffè, si è diffusa prima nello Yemen, e poi nella maggior parte dei paesi a clima caldo- umido, tra i due tropici. In questa zona del globo terrestre viene dunque prodotto il caffè verde, che secondo le provenienze (Brasile, Costarica, Jamaica, Etiopia, ecc. ) avranno qualità diverse. Le specie botaniche di caffè che hanno valore commerciale e vengono coltivate, sono due: la Coffea Arabica e la Coffea Robusta. Esse hanno non solo aspetti diversi, ma anche gusti, aromi, e caratteristiche organolettiche completamente differenti. COME OTTENERE UN OTTIMO ESPRESSO E’ quello che milioni di persone incon- trano ogni giorno, per celebrare il loro rito quotidiano. Chi lo preferisce ri- stretto, chi forte, chi soave, chi dolce. Per ognuno di questi il requisito prin- cipale è che sia di qualità. Insomma un vero e proprio corroborante, un pre- zioso rimedio contro la fatica fisica e mentale, un insostituibile compagno delle nostre giornate lavorative, e dei nostri momenti di relax. Ecco il nostro mondo, il mondo della torrefazione New York: Viale Adua, 5/7 – Pistoia tel. 0573 24281-2 – Fax. 0573 364562 www.caffenewyork.it info@caffenewyork.it ECCO IL NOSTRO MONDO La proposta è di Franco Palermo, Presidente Fiva Confcommercio Pisa: “Abbiamo richiesto ufficial- mente all’amministrazione comu- nale la realizzazione di una coper- tura fissa lunga tutto la superficie del mercato di via Paparelli, al di sopra della quale installare pan- nelli fotovoltaici per la produzione di energia e luce. Il bilancio dei tre mesi autunnali, settembre, otto- bre e novembre 2010 è disastroso fiva CoNfCommeRCio Pisa: “CoNtRo la CRisi? PaNNelli fotovoltaiCi e CoPeRtuRa PeR il meRCato PaPaRelli” e si registrano perdite di fattura- to nell’ordine del 40%-50%. Una situazione drammatica, complice la crisi e il calo dei consumi, ma anche condizioni atmosferiche inclementi. Flagellati da vento e pioggia in abbondanza, gli opera- tori ambulanti hanno visto dimez- zare i loro incassi, primo, perchè in quelle condizioni non è possi- bile neanche esporre la merce sul banco, secondo, perché i clienti preferiscono il riparo delle grandi strutture commerciali a evidenti situazioni di disagio ambientale. Copertura fissa del mercato e pan- nelli fotovoltaici permetterbbero così in un colpo solo di ottenere tre risulti: possibilità di lavoro per gli operatori ambulanti, indipen- dentemente dalle condizioni at- mosferiche, un forte incentivo ai clienti, la produzione di energia pulita a beneficio di tutti”. Scenografica luminaria di Natale su lito- rale pisano. Grazie al contributo fonda- mentale della Camera di Commercio di Pisa, della Boccadarno Spa, della Banca di Credito Cooperativo di Fornacette e di quello degli imprenditori e commercian- ti riuniti nel coordinamento di Confcom- mercio Pisa. Una vera e propria piog- gia di luci, fatta apposta per rilanciare e riqualificare l’immagine complessiva del litorale pisano, l’ospitalità, l’acco- glienza nei confronti di turisti e clienti. Una importante sinergia tra Camera di Commercio , Banca, sponsor privati e imprenditori locali, realizzata nel tenta- tivo di creare un circolo virtuoso di forze positive, capace di scacciare il degrado, riqualificare, attirare persone anche du- rante la stagione invernale. Perchè que- sta è la sfida che con questa iniziativa viene lanciata. lumiNaRia Natalizia PeR il litoRale
  • 14 www.confcommerciopisa.it L’innovazione oggi è la chiave decisiva per restare competitivi in un mercato diventato all’improvviso più affollato e più aggressivo, ma occorre il coraggio di credere e investire in idee nuove, capaci di migliorare il servizio e/o l’efficienza aziendale. Per questo la Regione Toscana, insieme all’Unione Europea, offre importanti opportunità di finanziamento alle Piccole e Medie Imprese del commercio e turismo ed alle loro forme aggregate, con due interessanti misure: una finalizzata a cofinanziare l’acquisto di consulenze (servizi qualificati di professionisti); l’altra, finalizzata a cofinanziare progetti che innovano servizi o processi della tua azienda. Consulenze per l’acquisizione di certificazioni ambientali (Emas o Ecolabel), sociale (SA 8000) e di qualità (ISO 9000). Inoltre consulenze in materia di innovazione e supporto. La Regione cofinanzia le spese di progettazione e consulenza. Innovazione organizzativa nelle attività delle imprese. Per intervento innovativo si intende quello che dota l’impresa di un sistema di gestione e/o organizzazione di natura avanzata. Tale sistema comprende sia l’acquisizione di strumentazioni tecnologiche di elevata specializzazione e complessità utili allo sviluppo ed evoluzione dell’azienda, che l’attuazione di specifici progetti innovativi, in ogni caso espressamente legati alle attività turistiche e commerciali svolte dall’azienda. Per le consulenze: Le spese per l’acquisizione di servizi qualificati, ammissibili al finanziamento sono riconducibili a: a - servizi di consulenza in materia di innovazione e di certificazione avanzata (allegato A “1. Servizi di supporto all’innovazione organizzativa e all’introduzione di tecnologie dell’informazione e della comunicazione”) ed in particolare ai seguenti costi: consulenza gestionale; assistenza tecnologica; servizi di trasferimento di tecnologie; consulenza in materia di acquisizione, protezione e commercializzazione dei diritti di proprietà intellettuale e di accordi di licenza; consulenza sull’uso delle norme. b - servizi di supporto all’innovazione (allegato A “2. Servizi qualificati specifici a domanda collettiva”) ed in particolare ai seguenti costi: banche dati; biblioteche tecniche; ricerche di mercato; utilizzazione di laboratori; etichettatura di qualità; test e certificazione. Per l’innovazione: a - le spese di personale (ricercatori, tecnici e altro personale ausiliario purché impiegati per il progetto). Si precisa che l’importo di questa spesa non può superare il 30% del costo totale ammissibile dell’intero progetto; b - i costi degli strumenti e delle attrezzature, incluso software, nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto. Se gli strumenti e le attrezzature non sono utilizzati per tutto il loro ciclo di vita per il progetto, sono considerati ammissibili unicamente i costi di ammortamento corrispondenti alla durata del progetto, calcolati secondo i principi della buona prassi contabile. Si tratta esclusivamente di costi di strumenti e attrezzature TIC, come indicato al punto 5.5 della disciplina comunitaria 2006/C323/01; c - i costi dei fabbricati e dei terreni nella misura e per la durata in cui sono utilizzati per il progetto. Per quanto riguarda i fabbricati, sono considerati ammissibili unicamente i costi di ammortamento corrispondenti alla durata del progetto, calcolati secondo i principi della buona prassi contabile. Per quanto riguarda i terreni, sono ammissibili i costi delle cessioni a condizioni commerciali o le spese di capitale effettivamente sostenute; d - i costi dell’innovazione contrattuale, delle competenze tecniche e dei brevetti, acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne a prezzi di mercato, nell’ambito di un’operazione effettuata alle normali condizioni di mercato e che non comporti elementi di collusione, così come i costi dei servizi di consulenza e di servizi equivalenti utilizzati esclusivamente ai fini dell’attività di ricerca; e - spese generali supplementari derivanti direttamente dal progetto, per un importo massimo del 10% del costo totale ammissibile del progetto; f - altri costi di esercizio, inclusi costi di materiali, forniture e prodotti analoghi, sostenuti direttamente per effetto dell’attività prevista dal progetto. ESEMPI DI INTERVENTI FINANZIABILI SPESE AMMISSIBILI www.confcommercio.toscana.it FINANZIAMENTI ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE DEL COMMERCIO E TURISMO. Nel caso delle consulenze ... il valore ammissibile va dai 15.000,00 ai 20.000,00 Euro ed il cofinanziamento è pari al 50%! Nel caso di progetti innovativi... non possono essere ammesse all’agevolazione investimenti inferiori ad Euro 50.000,00 e superiori ad Euro 1.000.000,00. Gli investimenti usufruiscono di un contributo in conto impianti nella misura massima del 25% della spesa ritenuta ammissibile per le medie imprese, massima del 35% per le piccole e micro imprese e massima del 50% per i Centri Commerciali Naturali. LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDA VA DAL 1 FEBBRAIO AL 30 APRILE DI OGNI ANNO A PARTIRE DAL 2011. VERSIONE INTEGRALE DEL BANDO E INFO ON LINE SUI SITI DELLE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA
  • 15www.confcommerciopisa.it Arriva puntuale all’appuntamento con il tuo futuro. Scopri i nuovi e qualificati servizi di consulenza assicurativa offerti in esclusiva per gli associati di Confcommercio Pisa, grazie al rapporto di partnership firmato con la Zurich Agenzia di Simone Benedetti. Da oggi, in Confcommercio Pisa potrai con- tare sulla professionalità e la competenza di professionisti assicurativi all’avanguardia nel campo della consulenza previdenziale e nelle polizze rischi. Confcommercio Pisa mette a Tua disposizione un nuovo spazio fiscale per aituarti ad orientare con la giu- sta consapevolezza e raggiungere il massi- mo degli obiettivi possibili nel campo della Previdenza Complementare e delle Polizze Rischi. Sei un imprenditore, un commerciante, un professionista, un lavoratore autonomo? Più vantaggi, più consulenza, più sicurezza, CoNfCommeRCio Pisa e zuRiCh: il futuRo è semPRe Più Blu più serenità con Confcommercio Pisa e Zu- rich Agenzia Simone Benedetti. Se sei interessato a saperne di più, vieni nella nostra sede di Pisa, in via Chiassatello 67, oppure contatta il no- stro responsabile Alessio Giovarruscio al numero di telefono 050/7846620, a.giovarruscio@confcommerciopisa.it. Simone Benedetti e Federico Pieragnoli
  • 16 www.confcommerciopisa.it Stipulata una nuova partnership tra Confcommercio Pisa e la Surya Ener- gy Enterprise, azienda nata per pro- muovere l’uso delle fonti di energia rinnovabili, con particolare attenzione all’energia solare. L’azienda, formata da ingegneri, consulenti ed imprendi- tori, progetta e installa impianti fo- tovoltaici studiati su misura per ogni cliente utlizzando i migliori materiali, installati da tecnici qualificati. La Surya Energy offre a tutti gli as- sociati Confcommercio Pisa un servi- zio completo di consulenza: dal tipo di impianto più adatto alle esigenze CoNfCommeRCio Pisa e suRya eNeRgy eNteRPRise: al via uNa PaRtNeRshiP solaRe del cliente, all’attivazione del conto energia, dal finanziamento del costo dell’impianto stesso, fino all’assicura- zione globale all risk. Gli impianti fotovoltaici che Surya Energy Enterpise progetta e installa sono il futuro pulito e conveniente per privati e aziende. Per informazioni e appuntamento è possibile rivolgersi a Confcommercio Pisa, Via Chiassatello 67, rivolgendo- si al Responsabile Alessio Giovarruscio, tel. 050 25196, a.giovarruscio@con- fcommerciopisa.it
  • 17www.confcommerciopisa.it Al via due progetti di finanziamento per la formazio- ne del personale delle imprese associate. Grazie ai fi- nanziamenti del Fondo For.te, Confcommercio-Pisa ha vinto due progetti: il primo, denominato “Terziario e Sviluppo”per le imprese commerciali; il secondo “Turi- smo e Sviluppo” per le aziende che operano in ambito turistico. Obiettivo di entrambi questi progetti è quello di finan- ziare processi di aggiornamento e sviluppo delle compe- tenze del personale dipendente delle aziende associate. Possono accedere a questi finanziamenti tutte le aziende che già aderiscono al Fondo For.te. Ricordiamo che l’adesione è completa- mente gratuita. Per ulteriori informazioni è possibile ri- volgersi a Confcommercio-Pisa, via del Chiassatello, 7 telefono 05025196, www.confcommerciopisa.it. CoNfCommeRCio-Pisa. foRte PeR le imPRese SEDE DI PISA E DI PONTEDERA Corso Haccp (D REG. N. 1388 E L.R. 24/2003) •Addetti ad attività alimentare Semplici 8 ore •Addetti ad attività alimentari Complesse 12 ore •Titolare Attività alimentare Semplici 12 ore •Titolare Attività Alimentari Complesse 16 ore •Aggiornamenti di 4 e 8 ore Corso per Agente di Commercio Pacchetto Sicurezza •RSPP •Antincendio •Pronto Soccorso Corso base per bar tender 5 giorni full immersion - tot. 30 ore Le lezioni sono tecnico-pratiche atte a conseguire tre principali obbiettivi Qualità del drink - Velocità nel servizio - Intratte- nimento del cliente. EDIZIONE MATTINA: TUTTI I GIORNI DALLE 10.00 ALLE 17.00 EDIZIONE SERALE: TUTTI I GIORNI DAL- LE 20.30 ALLE 24.00 Corso per la somministrazione e la manipolazione di cibo privo di glutine Accesso al settore Alimentare SEDE DI VOLTERRA Haccp (D.. REG. N. 1388 E L.R. 24/2003) •Addetti ad attività alimentare Semplici 8 ore •Addetti ad attività alimentari Complesse 12 ore •Titolare Attività alimentare Semplici 12 ore •Titolare Attività Alimentari Complesse 16 ore •Aggiornamenti di 4 e 8 ore aBBuffata di CoRsi CoN Cat CoNfCommeRCio Pisa CORSI DI FORMAZIONE Dicembre 2010 AGENZIA FORMATIVA CAT CONFCOMMERCIO PISA SRL SEDE DI PISA via Chiassatello 67 “ex corte SANAC”
  • 18 www.confcommerciopisa.it fisCale la maNovRa CoRRettiva (dl N. 78/2010): il divieto di ComPeNsazioNe
  • 19www.confcommerciopisa.it Il sindacato dei Rappresentanti e degli agenti di Commercio aderenti alla Fnaarc Confcommercio Pisa informa i propri as- sociati che con l’ordinanza numero 21091 del 12 ottobre 2010 la Corte di Cassazione ha precisato che l’inserimento di un trat- to di starda nel Decreto prefettizio ai sen- si dell’articolo 4 del D.L. 121 del 2002 è condizione di legittimità dell’utilizzo di sole apparecchiature di rilevamento a distanza delle infrazioni e non anche di quelle diret- tamente gestite dagli Organi di Polizia. Come spiega la Dott.ssa Elisabetta Fice- li, Responsabile sindacale del Fnaarc Con- fcommercio Pisa, “in pratica, gli accerta- menti delle violazioni al codice della strada per mezzo di appositi apparecchi di rileva- mento direttamente gestiti dagli Organi di Polizia, possono essere effettuati su qual- siasi tratto di strada e non solo su quelli individuati con Decreti prefttizi”. Nella stessa ordinanza, è stato ribadito che in tali casi le infrazioni commesse posso- no essere contestate ai trasgressori anche non immediatamente (vuol dire anche non fNaaRC CoNfCommeRCio Pisa “massima atteNzioNe! leggittime le saNzioNi PeR iNfRazioNi Rilevate da autovelox su qualsiasi tRatto di stRada” nel momento e nel luogo in cui l’infrazione è stata commessa) e quindi i trasgressori successivamente al momento dell’infrazio- ne possono ricevere a casa o presso la sede operativa un verbale di contestazione per l’infrazione commessa. Per contattare il sindacato Fnaarc Con- fcommercio Pisa è possibile rivolgersi alla sede di via Chiassatello 67, Pisa, telefono 050/25196, oppure all’indirizzo mail info@ confcommerciopisa.it Dr.ssa Elisabetta Ficeli Pres. Franco Cambi
  • 20 www.confcommerciopisa.it
Fly UP